Crea sito

Come fare le Melanzane Fritte in Padella o al Forno RICETTA facile

Come fare le Melanzane Fritte in Padella o al Forno RICETTA facile e sempre perfetta con tanti consigli utili per avere delle melanzane non unte di olio , asciutte e croccanti fuori quindi non mollicce.
Le melanzane quando sono di stagione sono buone in tutti i modi possibili ed immaginabili anche perché sono degli ortaggi versatili e gustosi. Oggi vedremo come fare le melanzane fritte oppure al forno più leggere in modo che non vengano unte e mollicce e quindi partiremo dallo scegliere l’ olio giusto per le fritture e come prepararle e quali melanzane scegliere per una giusta preparazione ed esecuzione del piatto. Si possono friggere a tocchetti e quindi preparare le tipiche melanzane a funghetto qui la ricetta oppure a fette e fare involtini qui la ricetta oppure la classica parmigiana di melanzane qui la ricetta . Se volete sbizzarrirvi con la fantasia allora potete guardare la raccolta di ricette con le melanzane qui . Prima di vedere come fare le melanzane fritte date un’ occhiata anche :
Melanzane in pastella qui la ricetta
Torta di melanzane alla pizza qui la ricetta
Le migliori ricette con le melanzane qui

Come fare le Melanzane Fritte in Padella o al Forno RICETTA facile
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per le melanzane fritte

  • 600 gmelanzane (lunghe)
  • q.b.olio di arachide
  • q.b.sale

Come fare le melanzane fritte

  1. 1. Come prima cosa per fare delle ottime melanzane fritte bisogna partire dalla scelta delle melanzane.

  2. 2. Se dobbiamo farle a fette meglio quelle tonde mentre se dobbiamo farle a tocchetti meglio quelle lunghe poiché hanno meno polpa che è quella che assorbe di più l’ olio.

  3. 3. Poi si prosegue con la scelta dell’ olio che deve essere adatto. Possiamo friggere con l’ olio di oliva ma ha un sapore troppo deciso che viene trasferito alle melanzane, oppure quello di arachidi che ha un sapore più neutro, infatti io uso quello.

  4. 3. L’ olio di arachidi è perfetto per la frittura poiché tiene il punto di fumo alto e non diventa cancerogeno ad alte temperature. Mantiene il fritto sempre asciutto in questo modo.

  5. 4. Mettiamo a scaldare l’ olio in una padella antiaderente dai bordi alti. Deve raggiungere una temperatura di 200° circa, se avete un termometro utilizzate quello altrimenti immergete un piccolo pezzettino di melanzana se questa comincerà a friggere significa che è pronto.

  6. 4. Tagliate le melanzane a tocchetti oppure a fette più o meno della stessa dimensione, asciugatele con un panna pulito e cominciate a friggere poco per volta, infatti le melanzane non si devono sovrapporre.

  7. 5. Giratele spesso, appena saranno dorate da tutti i lati scolatele su carta per fritti e salatele solo alla fine, una volta fredde poiché il sale tende a ridurre la croccantezza delle melanzane.

  8. 6. Una volta fritte utilizzatele per le vostre ricette oppure servitele con un po’ di basilico sopra come un contorno.

  9. 7. COME CUOCERE LE MELANZANE al FORNO : per la cottura in forno, tagliate le melanzane, a fette o tocchetti, asciugatele, mettetele su una teglia da forno coperta da carta forno, aggiungete un filo d’ olio e di origano ed infornate a 180° cottura ventilata per 15 minuti, giratele poi e cuocete fino a completa doratura.

  10. 8. Una volta pronte sfornatele, salatele e servitele oppure utilizzatele nelle vostre ricette.

Consigli Varianti e Conservazione

CONSIGLI : per delle melanzane con cottura omogenea ricordatevi di tagliarle in cubetti possibilmente uguali e non troppo piccoli altrimenti bruceranno ed in fette non troppo sottili. Prima di friggerle asciugatele sempre con un panno o carta da cucina poiché tendono a rilasciare acqua di vegetazione e se immerse cosi’ nell’ olio bollente potrebbe schizzare.

VARIANTI : come variante potete pastellare le melanzane QUI la ricetta della pastella che vi darà delle melanzane croccantissime ed adatte per fare la parmigiana

CONSERVAZIONE : si conservano in un contenitore chiuso ed ermetico e vanno in frigo, si mantengono per 2 giorni e potete usarle anche come condimento per la pasta

4,5 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.