Pane fatto in casa con lievito madre e farine miste

Pane fatto in casa con lievito madre e farine miste, per un pane a lunga conservazione dalla crosta croccante e dal sapore delizioso. Con farina di semola di grano duro, farina integrale e farina 0 o 00 con idratazione al 60% o poco di più, un buon impasto sodo per un pane alto e soffice, con crosta spessa e croccante e mollica soffice per un pane che si conserva anche una settimana. Fare il pane in casa non è difficile, ma sicuramente con la pratica diventa più semplice. Io ho preparato diversi tipi di impasti, prima con lievito di birra, adesso con il mio lievito madre fatto in casa preparato solo con acqua e farina, prima di giungere a questo risultato, che io trovo perfetto ai miei gusti. A noi piace un buon pane saporito, con la crosta croccante ma anche con la mollica morbida ed umida, in modo che si possa conservare bene per una intera settimana, siamo solo in 2 e 2 pagnotte bastano per tutta la settimana. Prepararlo è semplicissimo, per un risultato ottimale, preparo il lievito madre rinfrescato 2 volte, anche non consecutive nello stesso giorno, ma a distanza di massimo 3 giorni, e dopo il secondo rinfresco lascio a temperatura ambiente, per una lievitazione in circa 24 ore complessive.

pane con farina integrale e lievito madre
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo1 Giorno
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni2 pagnotte
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per il primo impasto per pane fatto in casa con lievito madre

  • 100 glievito madre
  • 100 gfarina 00
  • 50 mlacqua

ingredienti per l’impasto finale

  • 600 gfarina 00
  • 200 gfarina integrale
  • 200 gsemola di grano duro rimacinata
  • 600 mlacqua
  • 20 gsale
  • q.b.semola di grano duro rimacinata

Strumenti

  • Ciotola
  • Spianatoia
  • Carta forno
  • Bisturi

Preparazione

preparazione impasto per pane fatto in casa con lievito madre e farine miste

  1. pane a lievitazione naturale

    Prendiamo il lievito madre, ne pesiamo 100 g e procediamo come per ogni rinfresco. Aggiungiamo 100 g di farina e 50 ml di acqua a temperatura ambiente. Lavoriamo a formare un panetto, lasciamo lievitare circa 4-5 ore.

  2. Il lievito madre deve essere usato già rinfrescato, io lo avevo rinfrescato 2 giorni prima e conservato in frigo, l’ho usato dopo averlo lasciato circa mezz’ora a temperatura ambiente.

  3. Riprendiamo l’impasto lievitato e aggiungiamo gli altri ingredienti seguendo quest’ordine: mettiamo le farine e l’acqua assieme al primo impasto e iniziamo a lavorare, incorporando anche il primo impasto, prima di incorporare tutta la farina aggiungiamo anche il sale e continuiamo a lavorare per amalgamare bene tutti gli ingredienti. Lavoriamo sempre nella ciotola a formare un panetto omogeneo.

  4. Se vi viene più comodo lavorate un attimo su una superficie pulita e leggermente infarinata. L’impasto è abbastanza sodo, per cui non serve molta farina, non si appiccica più di tanto. Non è necessario lavorare a lungo, ma qualche minuto per legare gli ingredienti.

  5. Lasciamo lievitare per circa 12-14 ore a temperatura ambiente, se fa troppo caldo mettiamo in frigo dopo che la lievitazione è partita. Io ho preparato il primo impasto intorno alle 2 del pomeriggio, poi verso le 7 di sera ho preparato l’impasto e l’ho lasciato lievitare fuori dal frigo, alle 9 del mattino seguente ho fatto le pieghe, e dato la forma alle pagnotte, alle 11 le ho messe a cuocere.

  6. Quando l’impasto è ben lievitato lo riprendiamo e lavoriamo su una spianatoia infarinata, a dare due giri di pieghe, a distanza di 10 minuti l’uno dall’altro. Per le pieghe di rinforzo i dettagli qui. Altro non dobbiamo fare che stendere l’impasto e piegarlo a portafoglio.

  7. Una volta date le pieghe, dividiamo in 2 parti l’impasto e formiamo 2 pagnotte. Possiamo anche preparare metà impasto per una sola pagnotta, oppure preparare una grossa pagnotta con lo stesso impasto, ma ve ne consiglio 2 per una cottura ottimale nel forno di casa in circa 1 ora.

  8. Per dare la forma al nostro pane, stendiamo nuovamente e arrotoliamo, così otteniamo il filone, per una pagnotta tonda, dopo aver arrotolato richiudiamo a formare una sorta di palla, in questo modo il nostro pane avrà un aspetto delizioso si dentro che fuori.

  9. Lasciamo lievitare nella leccarda, rivestita di carta forno, e la base del pane la infariniamo, così non si attacca alla carta. Lasciamo lievitare un paio di ore prima di infornare.

  10. Dopo 2 ore, quando il pane risulta gonfio, accendiamo il forno alla massima temperatura, 250°c ventilato. Intanto cospargiamo di semola il pane, e pratichiamo dei tagli profondi, a croce per la pagnotta tonda, e due linee parallele, per il filone.

  11. Cuociamo in forno caldo per circa 30 minuti alla massima temperatura, poi scendiamo a 220°c per altri 10 minuti, poi ancora a 200°c per altri 10 minuti, e altri 10 a 180°c.

  12. Possiamo tenere nel forno, per la prima mezz’ora un pentolino con acqua, se vogliamo ottenere un pane dalla crosta più croccante.

  13. Quando è pronto, sforniamo e rimettiamo in forno, a metà forno, su una griglia, senza la leccarda, e senza la carta forno, così si asciuga perfettamente.

  14. Lo conserviamo una volta freddo in un contenitore chiuso, così si conserverà morbido per diversi giorni.

  15. Se vuoi ricevere le  mie ricette seguimi anche sui social, sulla pagina FACEBOOKPinterest  Telegram e Instagram,  ti ricordo che puoi lasciare un commento, qui o anche sui social, e se provi una mia ricetta inviami anche il tuo scatto, mi trovi anche su YouTube: Ornella Scofano Ricette che Passione. Torna alla HOME.

Come sostituire la farina 00 con farina 0

Se preferite non usare la farina 00 potete usare una farina 0 di media forza, w 230-260 – in questo caso però vi consiglio di aumentare di poco il quantitativo di acqua, non più di 650 ml, e di prolungare la lievitazione di qualche ora, anche in frigo se necessario, nel caso la temperatura ambiente sia troppo calda, specialmente in estate.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.