Crea sito

Il Fornetto Versilia Come Usarlo

Il fornetto versilia mi regala tante deliziose ciambelle, dolci e salate, sforna anche pan brioche e pane, che bontà grazie al fornetto della nonna.

come usare il fornetto versilia
come usare il fornetto versilia

Il Fornetto Versilia, è una piccola pentola in alluminio, è composta da uno stampo per così dire per ciambella che parò ha dei manici in plasitica, il forno al centro, e ha un coperchio forato, anch’esso con manici in plastica, ed è dotato di un fornellino spargifiamma che si posa sul fornello a gas e si incastra perfettamente alla pentola. Questo fornetto, non è un comune stmapo per ciambelle, ma è un forno vero è proprio, consente di cuocere pane, pan brioche, e ciambelle dolci o salate, su un comune fornello a gas, ma vi dirò di più basta una piccola fiammella. una qualunque, io ho provato anche sulla cucina a legna, ho tolto il tappo centrale e lì sempre utilizzando l’apposito fornello in dotazione, ho prpearato la mia prima ciambella, la ciambella variegata, chi se la ricorda.

La cosa bella di questo forno, è che io lo conoscevo da quando ero bimba, l’aveva ordinato mio fratello sul postal market, io potevo avere 7 anni, ma già mi cimentavo a preparare i miei primi dolci, solo che a quello, fatto con un alluminio scarsissimo, sottile di colore arancio, mancava in dotazione il fornello spargifiamma, e le mie ciambelle, tutte bruciate, dovevo prima grattare via il nero, e poi le mangiavo ugualmente.

Un paio di anni fa parlando col mio fidanzato mi fa, ma sai che in cantina, nel sottoscala, c’è la palestinese, io ho pensato ad un’amante tenuta nascosta, e pure segregata a sto punto, conoscendo la cantina, povera, poi la va a prendere ed era una pentola, mi racconta tutta la storia della pentola, portata da sua mamma fin qui dall’Egitto, quando lui era bambino, non vi dico la sua età, ma vi dico che parlo di un sacco di anni fa, diciamo almeno 30 se non più.

Io curiosa l’ho voluta provare subito, in realtà non era una normale pentola, ma era il fornetto versilia, io però ho scoperto solo dopo che si chiamasse così.  Quel pomeriggio ho preparato una enorme ciambella, nonostante il mio versilia sia da 24 cm, ho usato 500 g di farina. La prima fetta di ciambella è andata alla suocera, che ora non c’è più, ma almeno quel pomeriggio le abbiamo regalato un po’ di quella gioia che sicuramente provava lei quando preparava le ciambelle per i suoi due cuccioli.

Qui trovi tutte le mie ricette preparate col fornetto versilia.

Ora che lo uso ormai da un po’ vi spiego come usarlo per tutte le vostre preparazioni, dal dolce al salato, perchè non è solo perfetto per preparare delle ottime ciambelle per la colazione, ma anche per sfornare un delizioso pane, che possiamo anche farcire, prima o dopo la cottura. Non solo il pane o le ciambelle per la colazione possiamo sfornare con il fornetto versilia, ma anche il pan brioche, dolce o salato.

Il Fornetto Versilia Come usarlo al meglio

Ci sono poche regole da seguire per poter usare il fornetto versilia, e le vediamo brevemente insieme.

Come già anticipato il fornetto versilia non va in forno, ma è esso stesso un forno, che permette la cottura su fuoco a gas, un normale fornello di cucina, ma come ho potuto già provare, va bene anche sulla cucina  a legna, o un fuoco a legna, basta che la fiamma sia tenuta costantemente bassa, io ho preparato proprio sulla fiammella della cucina a legna la mia prima ciambella.

Detto questo parliamo subito del fornello da usare, io uso sempre un fuoco medio, tenendo al minimo la fiamma, così tranquilli che non si brucia niente, anche se si prolunga la cottura, poi magari se voi avete dei fornelli tanto potenti, meglio mettere al fornellino piccolo, io ammetto ho dei medi che sono molto deboli.

E’ importante usare il fornello in dotazione, va messo sul fornello e lì si infila poi il fornetto, serve a distribuire il calore in modo uniforme. Il calore è distribuito in modo uniforme grazie al fornello in dotazione, ma anche grazie al fatto che all’interno c’è il buco per la ciambella, che fa salire il calore, che poi resta imprigionato e redistribuito grazie al coperchio, coperchio che ha dei buchi sui lati, i quali consentono di far uscire i vapori e quindi l’umidità. Grazie al coperchio si forma un forno all’interno della pentola il che fa anche dorare la superficie dei nostri preparati, quindi non togliete dal fuoco i vostri preparati prima che siano dorati. Io la prima ciambella l’ho sfornata gialla, non potevo immaginare che potesse dorarsi anche su, poi alla seconda, penso che fosse quella al mascarpone, o alla ricotta, quando ho tolto il coperchio era già dorata, e così da allora, ho sfornato solo ciambelle dorate, basta aspettare qualche minutino in più, ma non esagerate, perchè più tempo passa più la crosta diventa spessa, e dovete decidere voi quale sia per voi il giusto compromesso, vale sia per le ciambelle dolci che per il pane o il pan brioche.

Per verificare la cottura ovviamente, basta togliere il coperchio, ma è preferibile non farlo spesso e non prima dei 30 minuti per il pan brioche e 40 per le ciambelle dolci, togliendo il coperchio si disperde il calore, e ci vorrà più tempo per terminare la cottura. Il mio fornetto da 24 cm ha una cpaienza per 600 g di farina che sia pane, o pan brioche, invece per le ciambelle, uso massimo 500 g di farina, ma con quelle più piccole ho avuto dorature migliori, forse solo perchè ho capito che bastava aspettare un po’.

I tempi di cottura dei nostri preparati variano a seconda di cosa stiamo preparando, un pan brioche cuoce in circa 40 minuti, come per il pane in generale, una ciambella con 300 g di farina cuoce in 50 minuti, potrebbero servirne anche un po’ di più in base agli ingredienti usati, se invece aumentiamo le dosi della farina, le portiamo a 500 g allora i tempi si allungano fino a 70 minuti, ma verificare la cottura con il fornetto versilia è semplicissimo, basta alzare il coperchio e ad occhio si capisce se i nostri preparati sono pronti o meno.

Abbiamo parlato di cottura, ho descritto il fornetto versilia, ma non vi ho ancora detto una cosa molto importante. Il fornetto versilia, almeno il mio ha sulla base un solco, il che tende a far attaccare i dolci, per risolvere questo increscioso problema, ho notato che se uso burro e pangrattato per rivestire il fornetto, riesco a sfornare le mie ciambelle tranquillamente, senza troppi problemi, al massimo devo rigirare con una spatola tra la ciambella e la pentola, ma vi assicuro vien fuori facilmente, ho provato con la farina e non è il caso, ho provato anche con olio e pangrattato, peggio, fa più aderenza, la soluzione ideale è il burro con il pangrattato, ma se volete potete ovviare la cosa, usando carta forno.

Per rivestire il fornetto versilia con carta forno, basterà ritagliare un foglio di carta forno, posizionarlo nello stampo dopo averlo bagnato, così aderisce subito, e poi con una forbice basterà ritagliare un disco che è l’apertura del buco della ciambella, questo consentirà al calore di circolare e far cuocere i nostri preparati. Io uso questo sistema per il pane o il pan brioche. Nel caso del pane o pan brioche è anche meglio usare la carta forno, perchè così il pane non viene a contatto con l’alluminio, così come i probabili ripieni. Il pane a differenza delle ciambelle dolci,  o anche il pan brioche deve subire una seconda lievitazione, che per praticità avviene direttamente nel fornetto, quindi questi preparati stanno per più tempo a contatto con il materiale del forno, il che è sconsigliato per tempi prolungati.

Il mio fornetto versilia ha un diametro di 24 cm ma se ne trovano anche di 26 e 28 in commercio, molto facile è reperirli su internet, io ho il mio dall’Egitto, come nuovo, l’unico guaio è che ho trovato il fornellino che va alla base un po’ arruginito, probabilmente mia suocera non sapeva che non va lavato, ma siccome si tratta di un vecchio fornetto, fatto bene, con fornellino bello grosso, me lo tengo arruginito com’è, penso che di meglio non potrei trovare in giro, certo ora non lo lavo più il fornellino, lo strofino con un po’ di carta e metto via, il fornetto invece lo lavo come una normale pentola, penso che vivrà ancora molto a lungo, basta non metterlo nella lavastoviglie.