Crea sito

Arancini di Carnevale ricetta marchigiana

Arancini di carnevale, ricetta marchigiana, pasta brioche lievitata fritta, aromatizzata con scorza d’arancia, dei dolcetti semplici di Carnevale, molto buoni, che si conservano per giorni, poi sono davvero golosissimi. Io li ho preparati per la prima volta quest’anno, con lo stesso impasto di pan brioche per ciambelle, bomboloni e cartocci siciliani, così con un impasto solo posso preparare tanti dolci diversi, da gustare a colazione, o servire dopo i pasti, ottimi anche per la merenda dei piccoli, non c’è niente di meglio infatti di un buon dolce fatto in casa, un buon brioche soffice e profumato. Gli arancini di carnevale come già detto sono dei dolci, da non confondere con gli arancini di riso siciliani, salati, che adoro, qui vi lascio le mie ricette se vi va di provarli. Arancini al ragù, o arancini ai funghi porcini. Esiste anche una versione al limone di questi dolcetti, chiamati limoncini, io li ho preparati entrambi e sono deliziosi.

  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo15 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni20 pezzi circa
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti impasto

  • 200 gFarina Manitoba
  • 50 gFarina 00
  • 1Uova
  • 35 gBurro
  • 35 gZucchero
  • 90 mlLatte
  • 3 gLievito di birra fresco
  • 1 bustinaVanillina
  • q.b.Scorza d’arancia
  • q.b.Scorza di limone

Per farcire e cuocere

  • 70 gZucchero
  • q.b.Scorza d’arancia
  • q.b.Olio di semi di girasole
  • q.b.Zucchero (per cospargere)

Strumenti

  • Ciotola
  • Grattugia
  • Coltello
  • Padella

Preparazione

  1. arancini di carnevale

    Prepariamo l’impasto base, io lo preparo la sera con poco lievito, per una lenta lievitazione, a più riprese per ottenere lievitati sofficissimi. Se preferite qualcosa di più veloce, potete usare fino a 5 g di lievito, e anche se fate dose doppia, usatene sempre 5-6, e impastate la mattina, per una lievitazione di circa 4 ore al caldo, 26°c, io tutta la notte a circa 16°C.

  2. Sciogliamo il lievito nel latte tiepido. In una ciotola o nell’impastatrice mettiamo le farine, aggiungiamo il latte con il lievito e iniziamo ad impastare, aggiungiamo l’uovo, gli aromi, vanillina, scorza di arancia e limone, e infine il burro, a pezzetti, poco per volta.

  3. Ottenuto un impasto elastico, lavoriamo ancora su un piano infarinato, fino a renderlo elastico e morbido. Arrotondiamo l’impasto e mettiamo a lievitare, coperto con un panno umido lontano da correnti d’aria, per tutta la notte a 1°c o per 4 ore al caldo. Qui le altre ricette di Dolci di Carnevale.

  4. Quando l’impasto sarà lievitato facciamo un paio di giri di pieghe, così i nostri lievitati vengono più soffici, e nel caso degli arancini di carnevale si mantengono morbidi per diversi giorni. Per fare le pieghe spendiamo l’impasto su un piano infarinato in un rettangolo o un quadrato, e lo pieghiamo 4 volte, un primo lembo fino al centro, dalla parte più lunga, lo stesso con il lato opposto, e poi i lati più corti allo stesso modo. Ripetiamo ancora una volta dopo qualche minuto.

  5. Arrotondiamo ancora l’impasto e rimettiamo a lievitare, questa volta al caldo, per circa 2-3 ore. Sempre lontano da correnti d’aria.

  6. Una volta lievitato l’impasto formiamo gli arancini marchigiani di carnevale. Prendiamo l’impasto lievitato e lo stendiamo in un rettangolo sottile circa mezzo centimetro, aiutandoci con un mattarello.

  7. In una ciotola mettiamo lo zucchero per farcire e la scorza di arancia biologica, con i polpastrelli frizioniamo zucchero e scorza insieme, e con questo andiamo a coprire il rettangolo, lasciando i bordi liberi. Arrotoliamo ben stretto per la lunghezza, a formare un salame.

  8. Chiudiamo bene, e lasciamo un attimo il salsicciotto, con la parte della chiusura posata sulla base, per farlo sigillare bene. Poi tagliamo in tante girelle, spesse poco più di un centimetro, e le posiamo su carta forno, in una teglia da forno o in un vassoio. Lasciamo riposare 20 minuti prima di passare alla cottura.

  9. Friggiamo in olio bollente, e abbondante, a circa 180°c, magari abbassiamo di poco la temperatura in cottura. Lasciamo dorare da un lato e dall’altro, senza farli scurire troppo, i nostri arancini di carenvale, altrimenti poi vengono troppo asciutti. LI possiamo anche cuocere al forno a 190°c statico per circa 10 minuti.

  10. Li passiamo velocemente su carta una volta pronti, e poi li rigiriamo nello zucchero semolato. Li serviamo subito, deliziosi ancora caldi, con un profumo pazzesco di arancia, ma come vi ho già detto, conservati in un contenitore chiuso si mantengono per giorni, e sono favolosi in ogni momento della giornata. Li conserviamo in un contenitore chiuso a temperatura ambiente.

  11. Se vuoi ricevere le  mie ricette seguimi anche sui social, sulla pagina FACEBOOKPinterest  Telegram e Instagram,  ti ricordo che puoi lasciare un commento, qui o anche sui social, e se provi una mia ricetta inviami anche il tuo scatto, mi trovi anche su YouTube: Ornella Scofano Ricette che Passione. Torna alla HOME.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.