Crea sito

Pepite asiago e speck

Oggi pepite asiago e speck. Le famose pepite filanti e fritte del famosissimo fast food a livello mondiale. Con pochi ingredienti avrete una ricetta infallibile e di sicuro successo. Apprezzate da grandi e piccini, la ricetta delle pepite di asiago e speck, da oggi, potremo farle in casa. Per giorni mi sono scervellata su come farle, pensando al legante da mettere all’interno per poter riuscire a creare delle polpette di asiago perfette. Così ho ricordato il consiglio del mio amico e collega rosticciere, mettere un po’ di lega anche negli arancini. La lega è una pastella a base di acqua e farina e viene utilizzata per creare delle panature perfette, che contengono i ripieni morbidi, ad esempio le mozzarelline panate e le mozzarelle in carrozza.
Per farvi capire quanto siano facili da preparare in casa le pepite di asiago e speck, ho messo tante foto passo, seguitele e vedrete che le pepite saranno croccanti fuori e morbide e filanti dentro.
Io vi aspetto nella mia PAGINA FACEBOOK e sul profilo INSTAGRAM per vedere le foto delle vostre pepite e le più belle saranno ripostate.

pepite di formaggio e speck fritte
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo10 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni3
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Lista della spesa per 14 pepite

  • 200 gAsiago
  • 4 fetteSpeck (sottili)
  • 2Uova
  • 200 gPangrattato
  • 200 gFarina 0
  • 2 pizzichiSale
  • Olio di oliva (per friggere)

Occorrente per la ricetta

  • 4 Ciotole
  • 1 Grattugia a fori grossi
  • 1 Tagliere
  • 1 Coltello
  • 1 Pentola piccola e dai bordi alti
  • Carta assorbente
  • 1 Schiumarola

Procedimento per le pepite

  1. pepite+asiago+speck
  2. Versate il pangrattato in una ciotola e tenete da parte. Sgusciate le 2 uova in un’altra ciotola, sbatteteli con una forchetta e tenete da parte. Versate la farina in una ciotola e aggiungete circa 80 ml di acqua, mescolate con una forchetta fino a ottenere una pastella fluida, dalla consistenza simile alla besciamella e tenete da parte.

  3. Tritate l’asiago ben freddo con la grattugia e trasferitelo in una ciotola vuota, tagliate a piccoli pezzetti le fettine di speck e uniteli allo speck. Mescolate bene e aggiungete 3 cucchiai di lega a base di acqua e farina, mescolate ancora. Inumiditevi le mani e formate le palline di formaggio.

  4. Con l’aiuto di una forchetta per ogni composto, rigirate le pepite di formaggio prima nella lega, poi nel pangrattato, poi nell’uovo e poi di nuovo nel pangrattato facendolo aderire bene rigirando le pepite tra le mani. Potete decidere se riporre le pepite in frigorifero a raffreddare o se friggerle subito.

  5. Scaldate bene l’olio, senza farlo fumare, e, nel frattempo, preparate un piatto piano ricoperto di carta assorbente. Tuffate nell’olio 4 pepite alla volta, friggetele per circa un minuto o fino a che saranno belle dorate, rigirandole per ottenere una cottura uniforme, prelevatele con la schiumarola e trasferitele nel piatto.

    Servitele subito, salando leggermente, mentre sono ancora ben calde.

Rosella consiglia

Tenete in frigorifero l’asiago fino al momento in cui lo grattugerete, più sarà freddo e più sarà facile lavorarlo. Potete preparare le pepite anche 8 ore prima, mettendole in frigorifero coperte da pellicola e friggerle nel momento in cui vorrete servirle.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.