Pasta frolla alle mandorle

Se state cercando una pasta frolla che tenga la forma, aromatica e golosa allora provate la mia pasta frolla alle mandorle! Una base perfetta per crostate, crostatine, biscotti e tutto ciò che richiede una pasta frolla friabile al punto giusto. Come molti miei lettori sapranno io uso sempre la stessa base per frolla, una ricetta che mi è stata tramandata che trovo deliziosa. Stavolta, però, ho voluto testare una frolla con farina di mandorle e senza lievito. Devo dire che il risultato è stato delizioso e mi ha permesso di ottenere una crostata sottile, dove la crema faceva da padrona.

Pasta frolla alle mandorle

Pasta frolla alle mandorle

Ingredienti:

  • 500 grammi di farina 0
  • 250 grammi di burro
  • 70 grammi di farina di mandorle
  • 100 grammi di zucchero finissimo o a velo
  • 3 uova
  • un baccello di vaniglia
  • un pizzico di sale

Procedimento:

  1. Togliete dal frigorifero il burro e tagliatelo a pezzetti, lasciatelo ammorbidire per 10 minuti.
  2. Nel frattempo setacciate la farina, facendola cadere in una ciotola, unite lo zucchero, la farina di mandorle, il sale e i semini del baccello di vaniglia, prelevati con la punta di un colte. Mescolate il mix.
  3. Unite il burro a pezzetti e con la punta delle dita pizzicate tutto l’impasto fino ad ottenere un composto di briciole.
  4. Fate una fontana al centro e unite le uova, impastate e trasferite la base per frolla su un piano. Impastate fino ad avere una palla liscia e ben amalgamata. Se necessario aiutatevi con poca farina spolverata sul piano.
  5. Avvolgete la pasta frolla alle mandorle in un  foglio di pellicola da cucina e riponete a raffreddare. Io, in genere, la preparo la sera prima e la lascio in frigo per una notte. Il giorno dopo avrò la frolla pronta.

Perfetta per le crostate, vero? Vi aspetto nella mia pagina Facebook per sapere se vi è piaciuta questa ricetta.

Il consiglio in più: quando darete la forma alla vostra frolla, che siano crostate o biscotti, lasciatela raffreddare in frigo prima di infornare. Così facendo il burro, col calore della lavorazione, non riaffiorerà e la crostata o i biscotti risulteranno belli asciutti. Con queste dosi vi verranno una crostata e circa 15 biscotti.

pasta+frolla+mandorle+

Precedente Filetto di maiale al forno morbido Successivo Sformatini di carciofi e patate

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.