Crea sito

Pane alle noci fatto in casa

Rieccomi qui con una ricettina super super gustosa che dovete assolutamente provare! In questo periodo mi sto dedicando ai lievitati, sia dolci che salati. Sto prendendo man mano sempre più confidenza con gli impasti e mi sto divertendo a realizzare ricette che evitavo di preparare un po’ per mancanza di tempo un po’ per timore che non venissero come desideravo… Invece devo dire che mi sono prendendo delle belle rivincite e sono qui oggi per condividere con voi il mio pane alle noci, realizzato con un impasto semplice, senza lievito madre così tutti potranno provare a farlo a casa. Vediamo insieme gli ingredienti.

Se ti piacciono i lievitati prova anche questi:
Pane integrale fatto in casa, impasto semplice
Brioche alla panna farcita con marmellata
Panini all’olio fatti in casa
Pagnotta di grano saraceno
Danubio salato con salame e provola

pane alle noci
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo6 Ore
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni2-6 pagnotte
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 250 gFarina 00
  • 250 gFarina Manitoba
  • Zucchero (mezzo cucchiaino raso)
  • 20 gLievito di birra fresco (oppure 6 grammi di lievito di birra secco)
  • 50 gGherigli di noci
  • 10 gMiele
  • 10 gSale
  • q.b.Semola di grano duro rimacinata
  • q.b.Acqua

Preparazione

  1. Sciogliere il lievito in 50 g di acqua tiepida (né calda né fredda) con mezzo cucchiaino di zucchero. Fate riposare il lievito per 10 minuti fin quando non appare una leggera schiuma in superficie.

  2. Setacciate le due farine in una ciotola piuttosto grande (se non avete la farina Manitoba potete usate tutta farina 00 o anche tutta farina 0). Formare una fontana aiutandovi con un cucchiaio.

  3. Versate al centro il miele (la ricetta originle prevede il malto che io non avevo e lho sostituito con il miele) e il lievito fermentato. Impastare aiutandovi con un mestolo e aggiungendo l’acqua necessaria ad ottenere un composto morbido (io ne ho aggiunta, ad occhio, circa 500-600 gr. A seconda della farina che usate la quantità di acqua cambia, potrebbe volerci più o meno acqua quindi regolatevi aggiungendone poca alla volta).

  4. Unite il sale solo alla fine della lavorazione, amalgamate con il mestolo e poi lavoratelo con le mani su una spianatoia formando un impasto omogenea morbido ed elastico. Lasciate lievitare nella ciotola, coperto con una pellicola. Fate lievitare fino al raddoppio (io l’ho lasciata a temperatura ambiente per circa 5 ore ma potete riprenderlo non appena arriva al suo raddoppio).

  5. Trascorso il tempo prendete le noci, tritatele grossolanamente, aggiungetele all’impasto e amalgamate bene il composto lavorandolo su una spianatoia leggermente infarinata. Lavorate bene per qualche minuto l’impasto, realizzando le pieghe 3-4 volte cioè ripiegatelo da destra verso sinistra, da sinistra verso destra, dal basso verso l’alto e dall’alto verso il basso, capovolgete poi l’impasto sulla spianatoia ripetendo l’operazione per 3-4 volte.

  6. Dividete il composto in più porzioni, in base alla dimensione della pagnotta che volete realizzare farete più o meno sfiloncini. Più ne realizzate (con queste dosi da 2 a 6 pezzi) più saranno stretti, viceversa se ne fate solo una o due saranno pagnotte più grandi e cicciotte.

  7. Date ad ogni filoncino una forma allungata, circa 35 cm ciascuno. Sistemate i filoncini ben distanziati su una placca da forno (quella che usate per cuocere la pizza) rivestita con carta forno. Se necessario usate due teglie per evitare che si attaccano tra loro durante la cottura.

  8. Spolverizzare ogni filoncino con abbondante farina di semola di grano duro, coprite con dei canovacci e fate lievitare per 40 minuti.

  9. Trascorsi 40 minuti controllate le pagnotte di pane, se per effetto della lievitazione si sono ritirate e hanno perso un po’ di lunghezza dovrete allungarle tirando, delicatamente, le due estremità, fino ad arrivare alla misura di circa 30-35 centimetri, che è la misura standard delle placche da forno.

  10. Se invece le pagnotte sono rimaste come le avevate messe, e quindi non si sono ritirate, lasciatele lievitare ancora per 60 minuti.

  11. Venti minuti prima del termine dell’ultima lievitazione accendete il forno a 220 gradi, modalità statica così da portarlo a temperatura. Successivamente infornate e fate cuocere per 15 minuti.

  12. Trascorso il tempo abbassate la temperatura a 195° e proseguire per altri 25-30 minuti circa. Una volta cotti sfornate e fate completamente raffreddare su una gratella in modo da asciugarsi bene. Potete conservare il pane per 2-3 giorni in buste per alimenti o congelarlo già tagliato a fette così sarà più pratico usarlo e razionalizzarlo senza sprecare niente.

    Ricetta tratta da Più cucina del 2018 (sono state dimezzate le dosi della ricetta originale) – tutti i diritti riconosciuti

    Foto Gabry ©

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Gabry

Il mio nome è Gabry (o meglio Gabriella!), ho 36 anni e sono abruzzese doc!! Sono una ragazza semplice, con un grande cuore ♥ Non sono una cuoca di professione, piuttosto mi definisco una “pasticciona” ai fornelli! Però, tra esperimenti, successi e fallimenti, quando indosso il mio grembiule mi sento felice...