Crea sito

Soffritto come si prepara trucchi e consigli utili

Oggi parliamo insieme del famoso soffritto, base di molti piatti della tradizione culinaria che merita un po’ di attenzione. Pur essendo facile e veloce da preparare è bene tenere a mente piccoli accorgimenti per preparare un soffritto a regola d’arte che andrà a dare ai nostri piatti un gusto incredibile!

Altri consigli che potrebbero esserti utili:
Tabella di conversione burro/olio
Pan di spagna: scegliere la teglia giusta, dosi, trucchi e consigli per farlo senza lievito
Ragù vegetariano, consigli per conservarlo correttamente
Come sostituire il latte nelle ricette

soffritto
  • CostoMolto economico
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • q.b.Cipolle (Rosse, dorate o bianche)
  • q.b.Sedano
  • q.b.Carote
  • q.b.Olio di oliva
  • Prezzemolo (Opzionale)
  • Porro (Opzionale )

Preparazione

  1. Solitamente per preparare il soffritto si usano, per la maggior parte 3 ingredienti, cipolla carote e sedano. C’è chi aggiunge anche aglio e prezzemolo e chi sostituisce la cipolla con porro o scalogno.

  2. Ovviamente ognuno di noi è libero di usare gli ingredienti che più ci piacciono per aromatizzare i nostri piatti soprattutto perchè il soffritto andrà ad insaporire e arricchire le nostre pietanze quindi meglio scegliere odori che ci piacciono!

  3. Una volta scelti gli ingredienti bisogna lavarli bene, pelarli e tagliarli con una mezzaluna o con un coltello affilato in tanti piccoli dadini. Meglio evitare di usare il mixer per far si che le verdure conservino tutte le loro proprietà.

  4. Una volta che avrete tagliato tutte le verdure a dadini piccoli potete scegliere se usarle subito per preparare il vostro bel soffritto oppure potete mettere tutto in una busta per alimenti (o più buste a seconda della quantità che avete preparato) e congelarlo.

  5. Il soffritto si mantiene in freezer per circa 3-4 mesi, per praticità potete scrivere su ogni bustina la data in cui le avete preparate così sarà più facile controllarne la freschezza.

  6. A questo punto però vi svelo qualche consiglio per rendere perfetto il vostro soffritto.

  7. Prima di tutto scegliete una padella antiaderente, questo vi permetterà di evitare che le verdure, tagliate così sottilmente, possano bruciacchiare e attaccarsi al fondo della casseruola. Fate dorare le verdure a fuoco medio-basso.

  8. Altra accortezza da tenere bene in mente per avere un buon soffritto è l’utilizzo dell’olio. Io ho sempre usato solo ed esclusivamente “l’olio buono”, come si dice da noi in Abruzzo, ovvero l’olio d’oliva.

  9. Per quanto riguarda la quantità di olio necessaria ovviamente anche qui ognuno potrebbe avere le proprie abitudini alimentari. Se ai tempi delle nostre nonne si abbondava con l’olio oggi per fortuna si cerca di stare più attenti!! Regolatevi quindi ad occhio o al massimo calcolate all’incirca un cucchiaio da tavola per ogni persona.

  10. Per quanto riguarda le verdure, come ho detto anche sopra, di solito si usano cipolla sedano e carota. Cercate di usare le carote più tenere. Pulite bene il sedano ed eliminate i filamenti lungo il gambo aiutandovi con un coltello.

  11. Infine c’è la cipolla. Solitamente nella mia cucina non mancano mai le cipolle rosse, sono più dolci e danno un sapore davvero gustoso ai piatti . Ovviamente anche qui, c’è chi preferisce usare la cipolla bianca, chi quella dorata, chi non assumerla affatto e sostituirla con porro o scalogno.

  12. Visto che io amo gli odori di solito abbondo sempre!! Quando preparo il mio soffritto utilizzo oltre alla cipolla rossa anche il porro che adoro e regala un profumo davvero intenso ai piatti.

  13. Per quanto riguarda le dimensioni delle verdure andrebbero tagliate a dadini piccolissimi. Anche in questo caso ognuno è libero di tagliarle in base alle proprie abitudini! A me, ad esempio, piace sentire il gusto di queste verdure che vanno ad insaporire i piatti che preparo quindi le taglio a dadini piccoli ma senza esagerare.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Gabry

Il mio nome è Gabry (o meglio Gabriella!), ho 36 anni e sono abruzzese doc!! Sono una ragazza semplice, con un grande cuore ♥ Non sono una cuoca di professione, piuttosto mi definisco una “pasticciona” ai fornelli! Però, tra esperimenti, successi e fallimenti, quando indosso il mio grembiule mi sento felice...