Crea sito

Pollo fritto con salsa allo yogurt

La sfida di MTChallenge di questo mese, proposta da Silvia Zanetti, vincitrice con i suoi bellissimi Macarons lo scorso mese, è il pollo fritto. Ora direte voi, cosa vuoi mai che ci voglia a fare il pollo fritto??? Beh, mica è poi così semplice! Ci sono alcuni passaggi caldamente consigliati per rendere il nostro pollo fritto una vera delizia.

Primo fra tutti la marinatura.
Il pollo deve essere marinato assolutamente nel latticello, e questo è il primo dei paletti della sfida. Questo consente alla carne di rimanere morbida dopo la cottura.
Il latticello, in inglese buttermilk, è lo scarto di lavorazione del burro. E’ il liquido che rimane dopo la trasformazione della panna in burro.
I pezzi del pollo devono marinare nel latticello per un minimo di 4 ore, ma anche tutta la notte se preferite. Mettete la carne in una ciotola, coprite con il latticello e lasciate in frigorifero a insaporirsi. Mi raccomando chiudete la ciotola con la pellicola trasparente.

Poi il pollo lo si può “rivestire” per essere fritto in tre modi differenti; il primo prevede l’immersione in una pastella, come si fa per il pesce nei paesi anglosassoni, il secondo prevede l’utilizzo della sola farina e poi l’ultimo metodo è quello di impanare i pezzetti di pollo passandoli prima nell’uovo sbattuto e poi nel pangrattato, esattamente come si fa per la cotoletta.
La sfida prevede di preparare il pollo con due diverse panature (è esclusa la pastella) e accompagnare il tutto con una salsa a scelta che si sposi alla perfezione con entrambe le finiture del pennuto! La faccenda si fa sempre più complicata!
Ho pensato di accompagnare il mio pollo fritto con la salsa allo yogurt che le mie ragazze adorano. La sua acidità è perfetta con il fritto del pollo. Poi ho pensato di aggiungere un tocco agro-dolce con una confettura al bacon, ricetta gentilmente donatami dal mio amico di infanzia Bobo, che si diletta in esperimenti molto interessanti per accompagnare i piatti a base di carne che cucina per la sua bellissima famiglia. La Barbara e la piccola Aurora sono proprio fortunate!

pollo fritto con salsa allo yogurt

Pollo fritto con salsa allo yogurt

Ingredienti e preparazione della marinata con il latticello
250 g latte parzialmente scremato
250 g yogurt magro
10 ml succo di limone filtrato

In una ciotola versate lo yogurt, il latte e stemperateli; aggiungete il limone. Lasciate a temperatura ambiente per 15 minuti circa e poi versatelo sulla carne, coprite con la pellicola e mettete in frigo per almeno 4 ore, meglio se tutta la notte.

Versione classica con panatura pane e uovo
Ingredienti
1 kg di pollo
5 uova
200 g farina
200 g pangrattato
Sale e pepe q.b.
1,5 l olio di semi di girasole

Preparazione
Togliete il pollo dalla marinatura, lasciatelo scolare sopra una gratella posta su un foglio di carta da forno per almeno mezz’ora.
Mettete le uova in una ciotola che possa contenere almeno 3/4 pezzi di carne alla volta, mescolate con una forchetta, salate e pepate.
Ponete il pangrattato e la farina in altre due ciotole distinte altrettanto capienti.
Prendete tre pezzi di pollo alla volta, passateli nella farina pressando leggermente le carni e scuoteteli per eliminare la farina in eccesso. Poi immergeteli nell’uovo ed infine passateli nel pangrattato pressando nuovamente le carni.
Appoggiate il pollo su un piatto fondo e procedete in questo modo per tutto il pollo che avete a disposizione.
Prendete una casseruola dai bordi alti versate l’olio. Portatelo fino alla temperatura di 180 °C circa.
Se non avete il termometro mettete un pezzo di pane nell’olio, quando dorerà sarà il momento di immergere il pollo.
Immergete 3 pezzi di pollo alla volta. Appena immerso il pollo immerso friggerà formando molte bolle grandi e mano a mano che si procede con la cottura le bolle diminuiranno sempre più. Quando il pollo avrà assunto una colorazione dorata omogenea, ci vorranno circa 6/8 minuti di cottura a seconda della grandezza del pezzo, scolatelo dall’olio ed appoggiatelo su un piatto con la carta assorbente.
Una volta asciutto tenerlo al caldo nel forno preriscaldato a 120°C circa, appoggiandolo sulla placca da forno rivestita di carta.

Versione con panatura con farina
Ingredienti
1 kg di pollo
200 g di farina di mais
1,5 l olio di semi di girasole
Sale e pepe q.b.

Preparazione
Togliete il pollo dalla marinatura, lasciatelo scolare sopra una gratella posta su un foglio di carta da forno per almeno mezz’ora. Preparate una ciotola abbastanza capiente per contenere 3/4 pezzi di pollo alla volta e metteteci la farina con il sale e il pepe.
In alternativa mettete farina, sale e pepe dentro un sacchetto alimentare capiente.
Prendete 3 pezzi di pollo, metteteli nella farina ed infarinateli pressando leggermente le carni oppure inseriteli nel sacchetto, chiudetelo ed agitate finché tutti i pezzi non saranno ben infarinati (io ho fatto in questo modo, veramente comodissimo e pulitissimo).
Scuoteteli per eliminare la farina in eccesso ed appoggiateli sul piatto preparato in precedenza.
Procedete panando il resto del il pollo.
Prendete una casseruola dai bordi alti versate l’olio portatelo alla temperatura di 180 °C circa.
Immergete 3 pezzi di pollo alla volta. Appena immerso il pollo immerso friggerà formando molte bolle grandi e mano a mano che si procede con la cottura le bolle diminuiranno sempre più. Quando il pollo avrà assunto una colorazione dorata, ci vorranno circa 6/8 minuti di cottura a seconda della grandezza del pezzo, scolatelo dall’olio ed appoggiatelo sul piatto con la carta assorbente.
Una volta asciutto tenetelo al caldo nel forno preriscaldato a 120°C circa, appoggiandolo sulla placca da forno rivestita di carta.

pollo fritto con salsa allo yogurt

Per la salsa allo yogurt
Ingredienti
250 g di yogurt bianco intero (non zuccherato)
1 cucchiaio di succo di limone
1 spicchio d’aglio
Sale q.b.
Erba cipollina q.b.

Preparazione
Mettete lo yogurt in una ciotola e aggiungete il succo di limone. Regolate di sale e aggiungete l’aglio schiacciato con lo spremi aglio.Tagliuzzate con le forbici l’erba cipollina e aggiungetela alla salsa.
Mescolate con cura e assaggiate.

Per la confettura al bacon
Ingredienti (circa 1 barattolo da 200 g)
225 g di bacon a fette
2 spicchi d’aglio
1 cipolla media
2 cucchiai di zucchero di canna
1/2 peperoncino o una spruzzatina di tabasco (facoltativo)
2 tazzine di caffè espresso
100 ml di Aceto balsamico di Modena IGP
1 macinatina di pepe
Acqua q.b.

Preparazione
Rosolate il bacon in una padella antiaderente, fino a quando non sarà diventato croccante. Togliete il bacon dalla padella, lasciando il grasso e rosolate la cipolla finemente tritata e l’aglio sbucciato ma lasciato intero. Appena la cipolla sarà dorata, togliate l’aglio e aggiungete tutti gli ingredienti tranne l’acqua.
Cuocete a fuoco lento per circa due ore, aggiungendo ogni trenta minuti circa 50 ml di acqua e mescolando ogni tanto la confettura.
Trascorso il tempo di cottura, lasciate raffreddare leggermente e frullate, con il frullatore a immersione, per alcuni istanti. La confettura non deve essere perfettamente liscia. Se gradite una consistenza più cremosa, frullate la confettura più a lungo.
Invasate subito, chiudete il coperchio e capovolgete fino al completo raffreddamento.

La locandina della sfida del mese #MTC63

6 Risposte a “Pollo fritto con salsa allo yogurt”

  1. Ce ne stiamo accorgendo questo mese, tutti quanti, che il pollo fritto non e’ cosi facile come sembra. Ma state rispondendo tutti con signore ricette e la tua non e’ da meno, fosse solo per quella confettura al bacon che si sposa benissimo con questo piatto. Brava!

    1. Buonissima. Io la modificherei leggermente, mi piacerebbe leggermente più dolce. Questa pubblicata è esattamente come la fa il mio amico Bobo. Devo fare vari esperimenti e poi ti dico.

  2. Hai ragione, il buon fritto prevede un attenta cottura e la tua presentazione ha tutte le carte in regola.
    Il pollo è dorato e cotto internamente a puntino. Gli abbinamenti con le salse sono golosissimi! Brava

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.