Pasta fredda alla ligure

La pasta fredda alla ligure è un’ottima proposta da portare in tavola nelle calde giornate estive. E’ saporita e leggera al tempo stesso e grazie alla presenza del formaggio è anche una buona fonte di proteine e sali minerali.
Se devo essere sincera il pesto io lo mangerei anche sul pane, lo metto sulla pizza, sulle bruschette, sui crostacei appena lessati, insomma è un condimento davvero eccellente della nostra tradizione culinaria.
Dopo la ricetta davvero semplice per preparare la pasta fredda alla ligure vi lascio la preparazione del pesto alla genovese secondo la tradizione, gli ingredienti non hanno un peso definito, si va un po’ a occhio. Ricordatevi solo di utilizzare ingredienti di qualità per ottenere un pesto eccellente.
Se proprio non volete cimentarvi nella preparazione del pesto potete utilizzare un buon pesto già pronto, ce ne sono degli ottimi in commercio.

Pasta fredda alla ligure
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
242,57 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 242,57 (Kcal)
  • Carboidrati 23,70 (g) di cui Zuccheri 2,21 (g)
  • Proteine 4,85 (g)
  • Grassi 14,19 (g) di cui saturi 2,56 (g)di cui insaturi 9,74 (g)
  • Fibre 2,41 (g)
  • Sodio 1.126,12 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 100 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti per la pasta fredda alla ligure

  • 320 gpasta (io ho usato le casereccie)
  • 200 gpesto alla Genovese
  • 150 gpomodorini datterini
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.sale

Preparazione della pasta fredda alla ligure

  1. Lessate la pasta in abbondante acqua leggermente salata. Una volta cotta scolatela e lasciatela raffreddare in una ciotola aggiungendo n filo d’olio extravergine in modo che non si attacchi.

    Potreste raffreddare la pasta sotto il getto di acqua fredda ma io preferisco lasciarla raffreddare a temperatura ambiente, risulta molto più saporita.

  2. Lavate e asciugate i pomodorini quindi tagliateli a metà. Metteteli con la parte tagliata verso il basso e lasciateli perdere un pochino di acqua di vegetazione.

  3. Appena la pasta è fredda, aggiungete nella ciotola il pesto alla genovese e i pomodorini tagliati.

    Mescolate con cura e riponete in frigorifero fino al momento di servirla.

    Potete aggiungere una manciata di pinoli tostati per rendere ancora più golosa la vostra pasta fredda alla ligure.

Pesto alla genovese

  1. Per preparare il pesto alla genovese, iniziate pestando nel mortaio i pinoli e l’aglio privato dell’anima. Pestateli insieme fino a creare un composto farinoso. 

    Aggiungete il basilico togliendo le foglie una a una dallo stelo e mettendole nel mortaio insieme al composto di aglio e pinoli. Prima di riprendere a pestare aggiungete un pizzico di sale, avendo cura di non esagerare: il parmigiano e il pecorino, che unirete successivamente, sono già molto saporiti.

    Iniziate a pestare: quando le foglie risulteranno ammaccate continuate a lavorarle con il mortaio usando un movimento rotatorio. Cambiate verso alla rotazione ogni tanto fino a formare una crema. 

    Unite il parmigiano stagionato 24 mesi e il pecorino fiore sardo. Aggiungete l’olio taggiasco e mescolate con un cucchiaio.

    Pestate ancora il composto ottenuto con il pestello per ottenere una salsa omogenea, unendo altro olio.

Seguimi anche sui social

la mia pagina Facebook     il mio profilo Instagram       la mia pagina Pinterest

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Ferri Micaela

Chimico con la passione della cucina! Vi porto in giro per il mondo e vi faccio conoscere le mie ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.