Crea sito

L’altro cotechino con il purè

L’altro cotechino con il purè è stato il piatto che ho preparato per il contest indetto da La Bonissima la cui finale si è tenuta sabato 19 ottobre a Modena. Per me è stato un vero piacere essere selezionata dall’organizzazione e proporre una rivisitazione di un piatto tipico modenese. La mia scelta è caduta sul cotechino con il purè, che vanta il marchio IGP, accompagnato dalla immancabile salsa verde da bollito, la cui storia l’ho raccontata tempo fa in questo articolo.
Ma ritorniamo a noi e alla ricetta de “l’altro cotechino con il purè”!
La finale del contest si è tenuta presso la bellissima scuola di cucina Modena Food Lab dello chef Rompianesi Francesco, una location di tutto rispetto, che vanta una cucina a vista molto confortevole e completa di tutti gli elettrodomestici e comodi posti su cui svolgere le lezioni che gli chef docenti insegnano. Eravamo però in diretta sul grande schermo della manifestazione che nel frattempo si svolgeva in Piazza Grande, proprio nel cuore di Modena, all’ombra della Ghirlandina.
Io ho aperto le danze con il mio piccolo antipasto, ispirandomi alla crocché napoletana e alla crocchetta palermitana, proponendo uno sfizioso finger food tutto modenese. Seguita passo passo dallo chef Valerio Cabri, docente presso la Scuola Alberghiera e di Ristorazione IAL di Serramazzoni (Mo), e accompagnata dalla narrazione attenta del giornalista eno-gastronomico Stefano Reggiani, ho raccontato la mia idea e preparato il piatto per il pubblico presente. Sono soddisfatta del risultato ottenuto, anche se non ho vinto il primo premio, il mio piatto ha conquistato la folta platea presente. D’altro canto il vincitore è solo uno e questa volta il primo posto sul podio non è stato il mio, ma ci saranno sicuramente altre occasioni…

L'altro cotechino con il purè
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni15 crocchette
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gPatate già cotte
  • 250 gCotechino già cotto
  • 2 cucchiaiParmigiano Reggiano DOP (grattugiato)
  • 2Uova
  • Farina
  • Pangrattato
  • 1 lOlio di semi di girasole (per friggere)
  • q.b.Sale e pepe

Preparazione

  1. Schiacciate le patate direttamente in una ciotola capiente.

    Aggiungete il Parmigiano Reggiano grattugiato e mescolate con cura. Assaggiate e regolate di sale.

    Finite il composto di patate con una macinatina di pepe.

  2. Tagliate a cubetti il cotechino cotto oramai freddo. Se lo fate da freddo il cotechino non si romperà e i cubetti risulteranno regolari.

  3. Prelevate con un cucchiaio una porzione di patate, schiacciatela leggermente e appoggiate al centro un cubetto di cotechino. Chiudete per bene la crocchetta e rotolatela tra le mani in modo da darle la forma tipica.

    Proseguite in questo modo fino al termine degli ingredienti. Verranno circa 15 crocchette.

  4. In tre ciotole distinte mettete le uova leggermente sbattute e condite con un pizzico di sale e pepe, la farina e il pangrattato.

  5. Mettete sul fuoco l’olio di semi di girasole e portatelo a temperatura.

  6. Nel frattempo impanate le crocchette. Passatele nella farina, poi nell’uovo e infine nel pangrattato, appoggiandole mano a mano che sono impanate su un vassoio.

  7. Appena l’olio è caldo, friggete le crocchette di patate fino a doratura. Ci vorranno pochissimi minuti.

    Scolatele su un piatto su cui avete messo della carta assorbente.

  8. Servite le crocchette calde accompagnandole con un pochino di salsa verde.

  9. l'altro cotechino con il purè

Seguimi anche sui social

la mia pagina Facebook     il mio profilo Instagram       la mia pagina Pinterest

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Ferri Micaela

Chimico con la passione della cucina! Vi porto in giro per il mondo e vi faccio conoscere le mie ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.