Crea sito

Genovesi di Erice

Le genovesi di Erice sono dei biscottini di pasta frolla ripieni di crema tipici della omonima città fortezza in provincia di Trapani.
L’origine del nome sembrerebbe derivare dalla somiglianza dei dolcetti alla forma del cappello dei marinai genovesi. Un tempo, infatti, i commerci tra Trapani e Genova erano molto fiorenti e questa somiglianza sembrerebbe essere l’ipotesi più accreditata. I più romantici invece sostengono che il nome derivi da un’amore tra un’ericina, ideatrice del dolcetto, e un genovese.
Ma tra verità e leggenda la ricetta si perde nel tempo. Solo grazie alle monache del Convento di S. Carlo che oggigiorno abbiamo la fortuna di poter gustare tantissime ricette tradizionali siciliane.
Proprio dalle monache di S. Carlo passò moltissimo tempo Maria Grammatico che “rubò” letteralmente i segreti che tanto gelosamente le monache conservavano.
Una volta uscita dal convento iniziò la sua opera di ricostruire le ricette delle monache, tutte fatte a occhio. E lo fece nel suo piccolo laboratorio, che nel tempo è diventato grande e famoso in tutto il mondo, tanto che i dolci di Maria Grammatico sono arrivati anche alla Casa Bianca.
Se andate a Erice dovete assolutamente fare una tappa golosa nella sua pasticceria, oppure potete perdervi nelle pagine del suo sito, in cui potete anche prenotare una degustazione.

Nel mio cuore c’è anche un altro dolce siciliano, che ho avuto la fortuna di assaggiare per la prima volta proprio da Maria Grammatico a Erice, il cannolo.

Genovesi di Erice
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione50 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni24 biscotti
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana
361,40 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 361,40 (Kcal)
  • Carboidrati 48,99 (g) di cui Zuccheri 24,53 (g)
  • Proteine 6,67 (g)
  • Grassi 16,30 (g) di cui saturi 9,50 (g)di cui insaturi 6,21 (g)
  • Fibre 1,82 (g)
  • Sodio 6,62 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 100 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti per le genovesi di Erice

  • 250 gfarina di grano duro
  • 250 gfarina 00
  • 200 gzucchero
  • 200 gburro
  • 4tuorli
  • 8 cucchiaiacqua (fredda)

Per la crema

  • 1tuorlo
  • 75 gzucchero
  • 20 gamido di mais (maizena)
  • 250 glatte intero
  • 1 cucchiainoestratto di vaniglia
  • q.b.zucchero a velo (per guarnire)

Preparazione delle genovesi di Erice

  1. Mettete in una ciotola le farine, lo zucchero e il burro. Iniziate a lavorare con la punta delle dita il composto in modo da ottenere tante piccole bricioline dalla consistenza sabbiosa. Unite i tuorli, uno alla volta, lavorando sempre l’impasto per incorporarli bene. Aggiungete un pochino di acqua fredda, giusto quella che vi serve per ottenere un composto omogeneo e morbido.

    Formate una palla, schiacciatela leggermente e avvolgetela nella pellicola trasparente. Riponetela in frigorifero a riposare per almeno mezz’ora.

  2. Nel frattempo preparate la crema per le genovesi di Erice.

    Versate il latte in una casseruola e aggiungete l’amido di mais. Mescolate con cura in modo da sciogliere tutti i grumini.

    Scaldate sul fuoco e portatelo allo sfioro del bollore. Spegnete il fuoco.

    Mescolate con curo lo zucchero e il tuorlo, quindi unitelo al latte caldo. Riportatelo sul fuoco con la fiamma dolce e, mescolando continuamente con la frusta, cuocete la crema fino a ottenere una consistenza bella densa. Poco prima della fine della cottura aggiungete l’estratto di vaniglia.

    Versate la crema in una ciotola di vetro e coprite con la pellicola trasparente a contatto. Lasciate raffreddare completamente.

  3. Riprendete l’impasto che nel frattempo si è rassodato e stendetelo, tra due fogli di carta forno, ad una altezza di circa mezzo centimetro. Con la formina taglia biscotti festonata ricavate quanti più biscotti possibili in numero pari.

  4. passo passo genovesi di Erice
  5. Mettete un cucchiaino di crema sulla metà dei biscotti e richiudete sigillando bene i bordi con i restanti biscottini.

    Io per comodità ho disposto le basi sulle teglie rivestite di carta forno, le ho farcite e poi le ho chiuse.

  6. Cuocete le genovesi di Erice in forno caldo a 175° per circa 13-15 minuti, non devono diventare troppo scure.

    Appena pronte sfornatele e lasciatele raffreddare completamente.

    Spolveratele con abbondante zucchero a velo e servitele.

  7. genovesi di erice

Seguimi anche sui social

la mia pagina Facebook     il mio profilo Instagram       la mia pagina Pinterest

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Ferri Micaela

Chimico con la passione della cucina! Vi porto in giro per il mondo e vi faccio conoscere le mie ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.