Crea sito

Pasta di mandorla per latte di mandorla granite e gelati

Pasta di mandorla per latte di mandorla granite e gelati…
La granita e il latte di mandorla qui in Sicilia sono un must dell’estate, ma ci accompagnano a dirla tutta, da i primi giorni di primavera fino ad autunno inoltrato.
Qualche giorno fa mia cognata, parlando del più e del meno, mi raccontava come mia suocera preparasse per i suoi figli, la granita e il latte di mandorla direttamente dalle mandorle e il racconto mi ha incuriosito davvero parecchio.
Io preparo spesso la granita in casa per la mia famiglia, ma non avevo mai riflettuto sul fatto che il panetto di pasta di mandorle industriale che compro al supermercato e utilizzo come base per le granite, di mandorle in realtà ne ha pochissime ed è fatto per lo più di zuccheri e aromi sintetici.
Così spinta dalla voglia di mettermi ha creare qualcosa di genuino e speciale, un bel pomeriggio ho preso le mandorle, le ho pelate e poi ho cominciato a lavorarle per farle diventare un delizioso panetto di pasta di mandorle, perfetto per ogni esigenza e golosità e con il quale ho fatto la granita e il latte di mandorla!
Siete curiosi di conoscere la ricetta? Andiamo in cucina allora, no?

Pasta di mandorla per latte di mandorla granite e gelati
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 200 gmandorle (appena pelate)
  • 150 gzucchero a velo
  • 40 gacqua
  • q.b.zucchero a velo (per la spianatoia)
  • 6mandorle armelline (o qualche goccia di aroma mandorla)

Strumenti

  • Robot da cucina o frullatore
  • Pentola
  • Spatola

Pasta di mandorla per latte di mandorla granite e gelati: preparazione…

  1. Pasta di mandorla per latte di mandorla granite e gelati

    Immergete le mandorle in acqua bollente per circa due minuti, è importante che le mandorle siano pelate da voi, di solito quelle già pelate sono troppo secche e hanno perso l’aroma. Se avete qualche mandorla amara usatela pure o sustituite con delle gocce d’aroma!

    Lasciatele asciugare al sole un paio d’ore o 20 minuti in forno 50°C.

  2. Lasciatele raffreddare e tritatele quanto più finemente potete.

    Preparate uno sciroppo con lo zucchero a velo, l’acqua (e un pizzico di colorante, solo se vi serve della pasta reale colorata).

    Mischiate le mandorle tritate allo sciroppo e riportate sul fuoco per un minito circa.

    La pasta sarà pronta quando tenderà a staccarsi dalla pentola.

  3. Rivoltatela su una spianatoia spolverata abbondantemente con zucchero a velo, aspettate che raffreddi un po’ e lavoratela, non preoccupatevi della consistenza appiccicosa, raffreddandosi la pasta diventerà molto consistente e la potrete lavorare come il pongo ( se vi sembrasse dura o tendesse a sgretolarsi, anche da fredda, aggiungete uno o due cucchiaini d’acqua e impastate.

    La pasta di mandorla è pronta, se sigillata in una busta per alimenti e conservata in frigo si manterrà bene per qualche mese.

    A questa dose potrete aggiungere circa 800g di liquidi e potrete realizzare gelati, latte di mandorla e granita.

  4. Pasta di mandorla per latte di mandorla granite e gelati

In tutti i prodotti realizzati con questa base fatta con mandorle vere, avvertirete un po’ di consistenza farinosa, dovuta appunto alla presenza delle stesse.

Se vuoi restare aggiornato sulle mie ricette, seguimi su:

facebook pinterestinstagramtwitter.

Da qui, potrai tornare alla HOME e scoprire le nuove ricette!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ilcaldosaporedelsud

Salve, mi chiamo Fernanda, sono siciliana di Catania e sono nata nel 1980. Ho uno splendida brigata composta da mio marito e tre meravigliosi figli. Quando mi annoio o sono triste non perdo tempo, faccio le svolte alle maniche e poi di corsa in cucina a preparare qualcosa di buono e sfizioso. Nel mio blog troverete un ampia varietà di ricette, dalle più semplici alle più elaborate, dalle più golose a quelle più giornaliere per approntare un pasto in maniera semplice, pratica e gustosa, ma troverete anche ricette light per quando occorre rimettersi in forma... Insomma, un diario di cucina adatto ad ogni esigenza, che aspettate allora? Andiamo in cucina e prepariamo insieme qualcosa di buono!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.