Ceci come prepararli trucchi e segreti

Ceci come prepararli trucchi e segreti della nonna.
Il cece è una pianta erbacea della famiglia delle Fabaceae i semi di questa pianta sono i ceci, legumi ampiamente usati nell’alimentazione umana e che rappresentano un’ottima fonte di nutrimento. È stata una delle prime colture domestiche e deriva da forme selvatiche della stessa pianta, le cui prime specie si sono originate probabilmente in Turchia.
Oggi voglio preparare insieme a voi questo fantastico alimento, nutriente, ricco di vitamine, proteine e carboidrati, economico ma eccezionale dal punto di vista sia organolettico che nutrizionale e vi spiegherò il metodo che utilizzo per cuocerli al meglio, cioè perfetti e morbidi !


  • DifficoltàMolto facile
  • Tempo di preparazione12 Ore
  • Tempo di cottura3 Ore
  • Porzioni5 Persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gCeci (Io ceci giganti)
  • 1 cucchiainoBicarbonato (o un cucchiaio di sale)
  • 2 lAcqua
  • q.b.Sale
  • q.b.Olio extravergine d’oliva
  • q.b.Pepe nero
  • q.b.Rosmarino

Preparazione

  1. La preparazione di un buon piatto di ceci, richiede dedizione e pazienza. I ceci secchi hanno bisogno di un ammollo che va dalle 12 alle 24 ore, non di più, quindi se prevedete di prepararli, organizzatevi per tempo. Sciacquate quindi i ceci, poneteli dentro una ciotola in vetro, unite il doppio del volume in acqua, aggiungete un cucchiaino di bicarbonato e mescolate molto bene. Lasciate a riposo i legumi.

    In alternativa al bicarbonato, potrete utilizzare il sale e il risultato sarà ancora migliore.

  2. Trascorso il tempo vedrete come i legumi, reidratati, abbiano raddoppiato il loro volume. Sciacquateli molto, molto bene sotto acqua corrente ed eliminate tutti i residui di bicarbonato, passaggio molto importante, perché questi ne rovinerebbero sapore e consistenza.

    Nel caso in cuci abbiate preferito usare il sale, scolateli, aggiungete due cucchiai di sale e strofinateli molto bene tra di loro, fate ripetetu sciacqui per eliminare l’eccesso di sale.

    Per cuocerli: prendete una pentola grande e dal fondo spesso o meglio una pentola di coccio, inserite i ceci e coprite d’acqua, per 500g ne bastano 2 l. L’acqua è un fattore importante nella preparazione di questi legumi e vi consiglio vivamente di utilizzarne una povera di sali, anche quella in bottiglia povera di sodio potrebbe andare.

    Utilizzare un acqua povera di sali e quindi leggermente acida, oltre ad esaltare il gusto del cece, permetterà che questo cuocia senza disfarsi.

    Mettete la pentola sul gas a fuoco bassissimo su fornello medio, se utilizzate una pentola in coccio ricordate di usare lo spargifiamma, aspettate che comincino a schiumare, impiegheranno circa 30/40 minuti, eliminate quindi la schiuma con un colino.

    Appena cominceranno a bollire, se potete, mettete il coperchio alla pentola e lasciate cuocere, se la pentola fosse poco capiente evitate di chiudere completamente con il coperchio, bollendo travaserebbe il liquido di cottura.

    Mescolate di rado i ceci e se lo fate usate un cucchiaio di legno, il metallo potrebbe farli indurire, cuocete i legumi per circa tre ore, se tutto è andato bene a fine cottura dovrebbero essere integri ma morbidi.

    Ricordate che se avete usate il bicarbonato dovrete aggiungete il sale sono a fine cottura, dieci minuti prima di spegnere il gas.

    Mentre se avete fatto un ammollo con il sale, assaggiate prima di unire altro sale ed eventualmente regolate, ma sempre a fine cottura.

    Così cotti i ceci potranno essere utilizzati per tutte le ricette, dalle fredde in insalata, alle zuppe, alle minestre ecc…

    Noi li consumeremo in purezza, con un giro abbondante d’olio extravergine da frantoio, pepe nero, un paio d’aghi di rosmarino e del buon pane casereccio tostato… Buon appetito!

Note

-Una volta i ceci venivano cotti con acqua piovana che si raccoglieva nelle cisterne, oggi i temi sono un po’ cambiati e molto spesso abbiamo in casa gli impianti per demineralizzare l’acqua, ecco, possiamo usarla ma tagliandola con un pò d’acqua normale, cioè da rubinetto, nella misura di 1/4 sul totale. -Se consumate legumi in scatola, che non amo, sciacquateli dall’acqua di cottura e rimetteteli qualche minuto a bollire con acqua pulita, aggiustate di sale e servite. -Conoscete l’acqua faba? L’acqua faba è l’acqua di cottura dei ceci ed è utilissima per sostituire gli albumi nelle uova perchè può essere montata a neve. A dirla tutta, la migliore cioè che monta meglio è quella dei ceci o dei fagioli confezionati, più densa, ma dato che non siamo sicuri delle sue caratteristiche organolettiche e consigliato prepararla in casa. Quindi dopo aver cotto i legumi, recuperiamone il brodo,lasciamolo restringere sul gas se serve e poi uniamo un po’ di succo di limone, l’acqua faba si conserva in frigo per una settimana. -Se tenete i ceci in ammollo più 12 ore,vi consiglio almeno un cambio d’acqua con il solito cucchiaino di bicarbonato.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ilcaldosaporedelsud

Salve, mi chiamo Fernanda, sono siciliana di Catania e sono nata nel 1980. Ho uno splendida brigata composta da mio marito e tre meravigliosi figli. Quando mi annoio o sono triste non perdo tempo, faccio le svolte alle maniche e poi di corsa in cucina a preparare qualcosa di buono e sfizioso. Nel mio blog troverete un ampia varietà di ricette, dalle più semplici alle più elaborate, dalle più golose a quelle più giornaliere per approntare un pasto in maniera semplice, pratica e gustosa, ma troverete anche ricette light per quando occorre rimettersi in forma... Insomma, un diario di cucina adatto ad ogni esigenza, che aspettate allora? Andiamo in cucina e prepariamo insieme qualcosa di buono!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.