Piadine con esubero di lievito madre *

Oltre ai grissini integrali con esubero (che trovate qui), l’esubero di lievito madre è perfetto anche per preparare queste buonissime piadine con esubero. La ricetta originale della piadina non prevede uso di lievito, ma questa variante con esubero di lievito madre dà a queste deliziose “sfoglie di pane” una marcia in più. Anzitutto per il profumo, poi risulteranno particolarmente leggere e gonfie, inoltre, proprio per la presenza del lievito madre, si conservano soffici più a lungo, conservate in un semplice sacchetto da freezer fuori frigo per un paio di giorni oppure in frigo anche una settimana; infine la quantità di grassi necessaria è davvero pochissima: solo due cucchiai d’olio, a differenza della piadina tradizionale che contiene molto strutto.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Porzioni12 pezzi
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 350 gfarina 0
  • 150 gesubero di lievito madre
  • 100 mlacqua
  • 2 cucchiaiolio extravergine d’oliva
  • 1 pizzicosale

Preparazione delle piadine con esubero

  1. A mano o con l’aiuto della planetaria impastate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio e piuttosto sodo. A seconda della farina utilizzata e del livello di idratazione del vostro lievito madre potrebbe essere necessario aggiungere un paio di cucchiai di acqua in più, tenendo conto che l’impasto deve risultare comunque abbastanza consistente.

    Mettete l’impasto sulla spianatoia leggermente infarinata e lasciatelo lievitare per circa 5 h coperto con una ciotola capovolta piuttosto capiente. Trascorso questo tempo dividete l’impasto in 12 palline uguali (del peso di circa 65 grammi l’una). Lasciate le palline sulla spianatoia sempre leggermente infarinata coperte con un canovaccio per ancora un’oretta, dopo di chè procedete alla cottura. Se lo avete utilizzate il tradizionale testo per piadine, in alternativa potete utilizzare una padella antiaderente dal fondo piatto, oppure una crepiera come ho fatto io. Iniziate stendendo con il mattarello una pallina di impasto per volta in una sfoglia molto sottile (meno di un mm). Non stendete tutte le palline insieme prima di cuocerle altrimenti l’impasto si secca e non gonfieranno più in cottura. Riscaldate bene la padella (non è necessario ungerla), quindi mettete la prima piadina e giratela quando si saranno formate delle belle bolle e il primo lato risulterà leggermente dorato. Fate cuocere ancora per un minuto circa sull’altro lato quindi togliete la piadina dalla padella. Man mano che le piadine con esubero sono cotte impilatele una sopra l’altra per farle mantenere morbide, quindi farcitele ancora tiepide oppure lasciatele raffreddare quindi conservatele in un sacchetto da freezer (come ho detto si conservano benissimo a temperatura ambiente per un paio di giorno oppure in frigo per una settimana). Al momento di consumarle potete scaldare le vostre piadine con esubero passandole per pochi minuti in padella (sempre senza alcun condimento) e farcirle a vostro piacimento.

Note

3,5 / 5
Grazie per aver votato!

4 Risposte a “Piadine con esubero di lievito madre *”

  1. Idratazione troppo bassa se si usa lievito madre solido …credo ci sia qualcosa da sistemare …se poi parliamo di lievito madre liquido il discorso è diverso ma andrebbe sistemata la ricetta a mio parere

    1. Per questa ricetta nello specifico parliamo di esubero di lievito madre solido, l’idratazione dipende dal tipo di farina utilizzata pertanto è possibile che in alcuni casi sia necessario aggiungerne un pò di più. In ogni caso l’impasto risulta piuttosto solido trattandosi di piadine e non di pane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.