Crea sito

Falafel di ceci

falafel

I FALAFEL sono una pietanza mediorientale costituita da polpette di legumi speziate e fritte.

Tra i legumi più utilizzati le fave, i ceci e i fagioli tritati e conditi con sommacco, cipolla, aglio, cumino e coriandolo. I falafel sostituivano la carne nei giorni del digiuno dei copti egiziani. Il termine è formato da tre parole che in copto significavano letteralmente ‘con tanti fagioli’.

Si servono normalmente con hummus, ma anche con yogurt e/o con verdure (in genere pomodori e cetrioli, sia al naturale che sotto aceto), in un pane arabo, la pita, soffice e basso che si arrotola facilmente oppure si apre come una tasca per contenere gli ingredienti.

Il grande successo dei falafel è dovuto alla loro economicità e praticità. In Medio Oriente sono reperibili ovunque, anche come cibo di strada, dalle bancarelle delle grandi città a quelle dei villaggi, o nelle stazioni di rifornimento nel deserto; in Europa sono stati introdotti dalle rosticcerie turche come alternativa vegetariana al kebab. In Italia alcuni ristoranti li servono sopra la pizza. L’ideale è mangiarli appena fatti: freddi o riscaldati perdono la loro fragranza

falafel
  • Preparazione: Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 4-6 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 400 g Ceci secchi
  • 1 Cipolle
  • 2 spicchi Aglio
  • 1 mazzetto Prezzemolo
  • 2 cucchiaini Cumino in polvere
  • 1 cucchiaino Coriandolo
  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe nero
  • 500 ml Olio di semi di arachide (per friggere)

Preparazione

  1. La preparazione dei FALAFEL richiede almeno un giorno. La prima cosa da fare infatti per gustarli è mettere in ammollo i ceci in acqua fredda per almeno 12 ore.

    Non appena si saranno idratati, gonfiati e ammorbiditi, scolateli, togliete le bucce e passateli nel frullatore assieme alla cipolla, l’aglio, il prezzemolo, il cumino, il coriandolo, un pizzico di sale e una grattata di pepe.

  2. Frullate fino a che il composto non risulta omogeneo. Se avete un frullatore piccolo vi suggerisco di frullarne un po alla volta.

    Lasciatelo riposare in frigorifero per almeno 1 ora.

    NOTA: se il composto dovesse risultare troppo morbido aggiungete un po di farina.

  3. Dopodiché con l’impasto modellate delle palline e tenetele da parte.

    Mettete sul fuoco una casseruola, dai bordi alti, con abbondante olio di semi e non appena raggiunta la giusta temperatura, potete fare una prova con un po di impasto, friggete i falafel, girandoli molto delicatamente fino a che non saranno ben dorati.

  4. Man mano che che i falafel saranno cotti scolateli su della carta assorbente.

    Servite i vostri profumatissimi falafel freddi o caldi, accompagnandoli con dell’insalata fresca, delle verdure o ancora meglio con dell’hummus.

     

    GUARDA ANCHE:

Note

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.