Pasticcini di Meringhe alle Mandorle

Eccomi qui con una nuova ricetta utile a riciclare gli albumi avanzati dalla produzione di creme, maionesi, créme caramel, e in stagione anche panettoni e pandori! Sono i miei specialissimi Pasticcini di Meringhe alle Mandorle, dei golosi dolcetti di meringa che si sciolgono in bocca rilasciando una golosa granella di mandorla tostata.

meringhe-mandorle-2

Sono carini e golosi e secondo me un’ottima idea anche come dolcetti da regalare nel periodo natalizio: una bella bustina trasparente, un bel fiocco, un biglietto affettuoso e il gioco è fatto.

Ecco in  breve come prepararli.

Tempo di preparazione: 20 minuti
Tempo di cottura: 60 minuti
Difficoltà: facile
Costo: basso

Ingredienti per circa 50 pasticcini di meringhe alle mandorle

  • 8 albumi
  • 400 gr di zucchero semolato finissmo (tipo Zefiro)
  • 1 cucchiaino di essenza di mandorle amare (naturale, non aromi artificiali)
  • 150 gr di mandorle tostate

meringhe-mandorle

Preparazione

Gli albumi devono essere a temperatura ambiente.

Montiamo gli albumi con le fruste elettriche. Quando cominciano ad essere belli spumosi, aggiungiamo lo zucchero un cucchiaio alla volta continuando a montare con le fruste: ci vorranno una decina di minuti.

La meringa ben riuscita deve essere sodissima, lucida e, rovesciando il recipiente che la contiene, non ne deve cadere nemmeno un pezzettino.

Tostiamo le mandorle nel forno, oppure in padella, facendo attenzione a non  bruciarle. Quando sono fredde, pestiamole per sbriciolarle grossolanamente, quindi uniamole alla meringa mescolando bene dall’alto verso il basso, e uniamo anche l’essenza di mandorla.

Rivestiamo una placca con carta forno e mettiamo la meringa nella sacca da pasticceria, con una bocchetta media.

Se vogliamo che le meringhe cuociano in circa 60 minuti, dobbiamo fare delle meringhe della grandezza poco più grande di una noce, perchè comunque i nostri pasticcini aumenteranno di volume in cottura.

meringhe-mandorle-3

Per fare 50 meringhe avremo bisogno di circa 3 teglie basse (tipo leccarda da forno).

Accendiamo quindi il forno a 150° e inforniamo le meringhe: in circa 60 minuti cuoceranno mantenendo un certa morbidezza interna. Se invece volete meringhe più secche, allungate i tempi di cottura di circa 15 minuti, ma attenzione a non farle bruciare.

Una volta pronti, fate raffreddare i pasticcini di meringhe alle mandorle, quindi conservateli in una scatola di latta a chiusura ermetica, oppure fatene sacchettini da regalare.

meringhe-mandorle-1

Precedente Risotto tutta Zucca Successivo Brioche sofficissime alla crema

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.