Crea sito

Il Panettone tradizionale di origine araba e medievale

Print Friendly, PDF & Email

panettoneE’ il dolce tipico delle feste natalizie e piace a grandi e piccini. E’ dai tempi antichi che la ricetta si tramanda, di generazione in generazione, per essere riprodotta sulle tavole di tutto lo Stivale. C’è chi sostiene che il vero panettone sia nato in Lombardia, ma c’è anche chi rivendica le sue origini meridionali. Una tradizione piuttosto accreditata è quella che fa derivare il nome da Pan de Toni, uno sguattero vissuto nella Milano degli Sforza, che avrebbe avuto l’onore di preparare un panetto ricco e gustoso per il banchetto ducale. D’altra parte, esiste anche una storia leggendaria che attribuisce al panettone delle origini orientali, il che lo renderebbe ancor di più un dolce natalizio. Il panetto dolce a base di uvetta e canditi, mista a pistacchi e a crema di limone sarebbe nato in Sicilia, grazie alla convergenza di culture diverse: quella araba e quella greca. A prescindere dal fascino che avvolge questo delizioso panetto, la ricetta per prepararlo è facile e non troppo complicata. Basta rispettare le fasi dell’impasto e della lievitazione, stando attenti ad assemblare bene gli ingredienti.

Tempo di preparazione: mezza giornata

Tempo di cottura: un’ora

INGREDIENTI

-850 gr di farina
-100gr di lievito di birra
-acqua tiepida quanto basta
-1 cucchiaio di sale
-6 uova intere
-180 gr di burro
-180gr di zucchero in polvere
-100 gr di cedro candito
-100 gr di uva passa
-una scorza d’arancia grattugiata

PREPARAZIONE

PRIMO IMPASTO

Iniziate ad impastare 100 gr di farina (setacciata) con 100 gr di lievito di birra, accuratamente sciolto. Aggiungete acqua quanto basta. Lavorate il composto fino ad ottenere una palla. E lasciate lievitare per circa tre ore.

 

Impasto-panettone

 

SECONDO IMPASTO

Trascorse le tre ore, osservate il panetto, prendetelo ed impastatelo con altri 100 gr di farina. E fatelo lievitare ancora per tre ore.

TERZO IMPASTO

Riprendete la palla lievitata e impastatela con 650 gr di farina, un cucchiaio di sale e unite anche 6 uova intere. Aggiungete 180 gr di burro sciolto sul fuoco e 180 gr di zucchero in polvere. Mescolate e impastate bene tutti questi ingredienti con il vostro panetto di partenza. Quando avrete ottenuto una palla ben soda, potrete aggiungere 100 gr di cedro candito e uva passa, non dimenticate la buccia grattugiata di un’arancia. Una volta ottenuto un composto omogeneo, lasciatelo lievitare fino a che non sarà diventato il doppio. Una volta cresciuto, prendete l’impasto e disegnate un taglio a croce sulla superficie. Infornate per un’ora a fuoco moderato. Tiratelo fuori e lasciatelo raffreddare. Non va servito e consumato, se non 24 ore dopo tutta la preparazione e cottura. Perchè? Gli ingredienti si amalgamano meglio tra loro chimicamente.

impasto-panettone

VARIANTE AL CIOCCOLATO E MANDORLE

Se preferite un gusto più deciso, potete versare al centro del composto con l’ausilio di una siringa per dolci(al momento del terzo ed ultimo impasto) una crema di cioccolato fondente o a nocciola (anche al limoncello o pistacchio) e richiudere delicatamente prima di praticare il taglio a croce. Spolverate di mandorle, incastrondole qua e là sulla superficie. Quindi infornate rispettando il tempo di cottura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.