Crea sito

Chitarre scarciofate: cuori di carciofo, tacchino e caciocavallo

Print Friendly, PDF & Email

carciofo-chitarre-scarciofateLa fantasia in cucina è tutto. Ecco perché diamo sempre ascolto alle intuizioni quando osserviamo quello che abbiamo nel frigorifero e diamo spazio alla creatività. Le chitarre scarciofate con tacchino e caciocavallo nascono dall’accostamento di questi tre alimenti, conditi qua e là da un pizzico di rosso pomodoro.

Per la preparazione di questo piatto particolare abbiamo scelto i cuori di carciofo, molto teneri e succosi. I carciofi poi sono italiani al cento per cento. Nell’antichità il carciofo fu molto apprezzato dai Romani, in seguito con l’avvento delle popolazioni barbariche si perse la cultura di questo alimento. Solo nel 1700 il carciofo tornò ad avere successo sulle tavole italiane e, da allora, soprattutto nella zona marchigiana di Montelupone, in provincia di Macerata, è venerato come alimento sacro e viene cucinato in tantissimi modi. Le chitarre scarciofate con tacchino e caciocavallo sono nate dal ricordo di uno di questi piatti, provati proprio a Montelupone; noi abbiamo aggiunto solo il tacchino ed il caciocavallo per conferire al piatto un certo spessore di gusto.

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 20 minuti

INGREDIENTI

-300  gr di chitarre di pasta

-200 gr di cuori di carciofo (anche surgelati)

-100 gr di fesa di tacchino

– 1 pomodoro

-100 gr di caciocavallo

– mezza cipolla

-1 spicchio di aglio

-mezzo bicchiere di vino bianco

-un ciuffo di prezzemolo

-olio

-sale e pepe

PREPARAZIONE

Scongelate e pulite i cuori di carciofo. Tagliateli a pezzetti più piccoli. In un tegame con un filo di olio soffriggete l’aglio, la mezza cipolla tritata e la fesa di tacchino tagliata a striscioline. Poi, unite anche i cuori di carciofo. Una volta imbionditi, ma non troppo, sfumate con il vino bianco e lasciate cuocere a fiamma bassa per 5 minuti con il coperchio.


Le chitarre scarciofate con tacchino e caciocavallo piacciono molto ai più piccoli

Sminuzzate un pomodoro e aggiungetelo al sugo così preparato. Salate e pepate a piacere. Continuate la cottura per 5 minuti ed aggiungete il prezzemolo tritato. In una pentola cuocete le chitarre di pasta. Una volta scolate, saltatele in padella con il sugo così preparato. Prima di servire, affettate del caciocavallo a fette sottili, aiutatevi con un’affetta-verdure. Cospargetelo sulla pasta e impiattate. Sentirete che sapore!

LEGGI ANCHE

PENNE CON CREMA DI PISELLI

POLPETTINE DI TACCHINO

Una risposta a “Chitarre scarciofate: cuori di carciofo, tacchino e caciocavallo”

  1. BUONISSIME! LE HO PREPARATE IERI E GRAZIE AL CACIOCAVALLO IL SAPORE DEI CARCIOFI SI SENTE POCO (A ME NON PIACCIONO MOLTISSIMO I CARCIOFI).
    GRAZIE SORELLE RUSSO! ASPETTO ALTRE ISPIRAZIONI CULINARIE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.