Crea sito

Polpette di tacchino aromatizzate con la noce moscata

Print Friendly, PDF & Email

polpette-tacchino-noce-moscataLe polpette di tacchino alla noce moscata sono un’ottima alternativa alla solita carne rossa. Leggere e ricche di proteine, le polpette di tacchino sono l’ideale per una cena romantica, anche grazie all’aroma afrodisiaco della noce moscata. Il tacchino è un tipo di carne bianca che può risultare secca al palato, se non viene ben bagnata durante la cottura.

Ecco perchè abbiamo pensato ad una modalità di preparazione che prevede panna, burro e noce moscata. Quest’ultima spezia aromatica, di colore rosso e marrone, ha un profumo pronunciato ed intenso, che si amalgama bene al tacchino. Per preparare le polpette di tacchino useremo la spezia macinata in polvere.

Tempo di preparazione: 30 minuti

Tempo di cottura: 15 minuti

INGREDIENTI

-mollica di pane
-un bicchiere di latte
-una confezione di panna da cucina
-farina q.b.
-175 gr di burro
-olio
-600 gr di fesa di tacchino
-sale
-noce moscata in polvere q.b.

polpette-tacchino-noce-moscata

 

PREPARAZIONE

Prima di tutto, prendete la mollica di pane ed ammorbiditela nel latte. Preparate un frullatore in cui verserete la carne di tacchino (precedentemente tagliata a piccoli pezzi), unita alla mollica ammorbidita ed alla panna. A questo punto aggiungete la noce moscata in polvere, che conferirà quel sapore deciso al composto, salate e frullate fino ad ottenere un composto omogeneo.

Come formare le polpette di tacchino

Dal composto così ottenuto, iniziate a staccare delle cucchiaiate per ottenere delle palline di diametro tra i 3 ed i 5 cm. Quando avrete tra le mani una solida polpettina di tacchino, infarinatela in superficie e adagiatela sulla carta stagnola per farla asciugare bene. Intanto, mettete a sciogliere del burro in padella e unite un cucchiaio di olio. Ora, potete friggere a 5 alla volta, le vostre polpettine, facendo attenzione a non farle aprire. Quindi, evitate di rigirarle di continuo con il cucchiaio. Una volta dorate, riponetele su una carta da cucina per far asciugare l’olio in eccesso. Servitele calde. Vi leccherete i baffi: anche chi non ama la carne di tacchino. Garantito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.