Crea sito

Panzerotti con lievito madre

Panzerotti con  lievito madre , una vera squisitezza…. Anche se fritti, sono leggeri perché senza lievito chimico. La ricetta è quella dei panzerotti pugliesi di Mariapia, blogger de Il piatto allegro , li faccio da anni e sempre con successo, solo che salto il passaggio di lievitazione in frigo e metto sempre un po’ di bicarbonato. Potete farcire i panzerotti come più vi piace: ricotta, prosciutto, formaggio, oppure pomodori e mozzarella, una volta ho osato con pesto di pomodori secchi  fatto da me….. E stavolta ho provato con alici sott’olio e provolone del monaco! L’impasto è morbido ed elastico, merito della semola e del latte, insomma, da fare assolutamente.

Panzerotti con lievito madre
  • Preparazione: Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 12
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • Olio extravergine d'oliva 2 cucchiai
  • Farina 0 250 g
  • Semola di grano duro rimacinata 250 g
  • Acqua 150 g
  • Sale 15 g
  • Lievito madre rinfrescato 150 g
  • Bicarbonato 1 cucchiaino
  • Latte 150 ml
  • Olio di semi di arachide q.b.

Preparazione

  1. Panzerotti con lievito madre

    Al mattino, sciogliete il lievito in acqua, latte ed olio, unite lo zucchero e il bicarbonato, poi le farine setacciate insieme. Quando tutti gli ingredienti saranno assorbiti, il sale. In planetaria è semplice: l’impasto si avvolgerà intorno al gancio. Formate una palla e fate riposare per un po’, poi fate tre giri di pieghe, come mostrato qui.

  2. Panzerotti con lievito madre

    Verso l’ora di pranzo pesate l’impasto e, di conseguenza, regolatevi su quanti panzerotti fare: con questa dose ne avrete circa un chilo, consiglio di dividerlo in palline da 80 grammi, così avrete 12 pezzi. Stendete ognuno col matterello e farcitelo a piacere: io ho usato 1)pomodori a pezzetti  salati e ben scolati, un filo d’olio, formaggio filante 2)ricotta romana, prosciutto cotto a dadini e Grana grattugiato 3) fetta di prosciutto cotto e fiordilatte di Agerola 4)provolone del monaco e alici sott’olio. Chiudete i dischi di pasta a mezzaluna pressando bene i bordi, metteteli a lievitare su un vassoio/teglia cosparsa di semola. Potete friggerli la sera in olio di semi e mangiarli belli caldi, garantito che sono ottimi e che non vi appesantiranno.

Note

Con lievito madre I tempi di lievitazione sono più ampi, ma il risultato è sublime. Potete comunque sostituirlo con lievito di birra,  mezzo cubetto per la precisione.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.