BAKED ALASKA Ricetta dolce al cucchiaio

Alcuni giorni fa durante il mio zapping pomeridiano ho visto questo dolce di origine  americana e mi ha incuriosito al punto tale che oggi l’ho realizzato nella mia cucina. Diciamo che ne ho fatto una versione facilitata nel senso che i due diversi gelati che lo compongono li ho presi già fatti  ma se volete ed avete buone ricette credo sarà fantastico preparalo in toto in casa propria. Io ho “solo” preparato il Pan di Spagna, farcito lo stampo, meringato la cupoletta e mi sono divertita ad usare il cannello per caramellizzare il tutto! Ad essere sincera temevo di incendiare casa invece…No è semplicissimo usarlo  ed occorre solo acquistare la bomboletta di gas dal tabaccaio per caricarlo e usare un minimo di attenzione ^_^. Il Baked Alaska è un dolce tipico statunitense la cui ricetta è stata creata pare nel 1876 per festeggiare la nascita del un nuovo stato americano, l’Alaska appunto. La caratteristica  del Baked Alaska  sta nell’abbinare consistenze diverse, unendo il caldo al freddo in un solo dessert.

 

Sono  tre  gli strati di cui si compone il Baked Alaska e cioè

  • una base di morbido Pan di Spagna,
  • gelato cremoso all’interno,
  • uno strato esterno di  meringa.

 

Mi sembra anche molto bello a vedersi e confesso che l’abbiamo finito in un baleno …Solamente Stefano il papà di Andrea se ne è mangiato 3 fette mentre cercavo di fare le foto aiutoooooo!!! P.S. Ho aggiunto ma non fa parte della ricetta “originale”,uno strato di frutta tra i due strati di gelato perchè come sempre ci metto sempre del mio quando cucino…

 

BAKED ALASKA

Ricetta dolce al cucchiaio

INGREDIENTI  Per 8/10 persone stampo zuccotto cm 28 Ø

  • Pan di Spagna (ricetta  QUI  ricetta per celiaci QUA),
  • 250 g di gelato di panna,
  • 250 g di gelato di fragola,
  • 3 albumi,
  • 4/5 cucchiai di zucchero a velo,
  • qualche rametto di ribes,
  • liquore Cointreau o altro per bagnare il Pan di Spagna.

 

baked-alaska-tagliato-blog-ok-La-cucina-di-ASI 2015

BAKED ALASKA 

PREPARAZIONE

Foderate con pellicola lo stampo scelto(io da zuccotto ma non è male anche quello da plumcake).

Rivestite lo stampo con fette sottili di Pan di Spagna.

Bagnatele quindi con un poco con il liquore Cointreau o uno sciroppo leggero di zucchero.

Ammorbidite leggermente  il gelato(per me gusto panna) e disponetene un primo strato all’interno dello stampo.

Mettete se piace uno strato di frutta tra i due gusti di gelato: io ho messo dei chicchi di ribes per dare una nota particolare al dolce.

Distribuite ora l’altro gusto di gelato, per me fragola.

Chiudete lo stampo con un’altra fettina sottile di Pan di Spagna e ponete il freezer per alcune ore : io tutta la notte.

Al momento di servire il Baked Alaska montate gli albumi e una volta che sono spumosi aggiungete lo zucchero a velo per fare la meringa.

Estraete il Baked Alaska dal freezer e rivestitelo con la meringa.

Se avete il cannello per caramellare fiammeggiate086 la meringa con attenzione perchè si scurisce rapidamente.

Se non l’avete usate il grill del forno per i pochi istanti necessari affinchè  la meringa si colori gradualmente e si  rassodi .

Portate ora in tavola il Baked Alaska e gustatelo piacevolmente…

Buon appetito ^_^

 

baked alaska La cucina di ASI ©

 

Precedente FAGIOLINI CON PANE PICCANTE Ricetta contorno Successivo PASTA FREDDA CON SALSA Ricetta primo piatto freddo estivo

12 commenti su “BAKED ALASKA Ricetta dolce al cucchiaio

  1. ahahahah anch’io ho paura di quellaggeggio!!!!ihihih,ma tu sei stata bravissima…guarda che dolce splendido che hai fatto cara!!!mi piace un sacco…vorrei tanto venire da te oggi 😉

  2. wiola il said:

    Ciao, tu hai scritto solo come assemblarla ma non come preparare, tra l’altro la meringa, che è fondamentale, non è una semplice meringa ma è una meringa italiana e viene montata in modo particolare.

  3. Io gentile Wiola l’ho preparata esattamente come l’ho scritta alla francese ma la proverò prima o poi con quella all’italiana con lo sciroppo etc. etc. e non sarebbe male anche con quella sarda!!Grazie e buona giornata!

I commenti sono chiusi.