Vellutata di topinambur, ricetta Bimby

La vellutata di topinambur è una zuppa buonissima, delicata e molto semplice da preparare.

Un primo piatto che vi consiglio di provare. La sera è ideale da consumare per una buona cena calda e leggera.

Il TOPINAMBUR:

  1. Indicato per chi vuole perdere peso ed allo stesso tempo svolgere un’opera di pulizia nei confronti dell’intestino con riduzione della produzione di gas intestinali;
  2. Ha la proprietà di abbassare il livello di assorbimento da pare dell’intestino degli zuccheri (indicato per i diabetici) e del colesterolo;
  3. La vitamina A in esso contenuta è utile alle funzioni della vista, mentre le vitamina B sono un valido aiuto in caso di spossatezza fisica, anemia, stress;
  4. Se aggiunto nella preparazione di pietanze, può essere utile a chi soffre di stitichezza e regolarizza la flora batterica;
  5. Le sue proprietà energetiche lo rendono un alimento consigliato nella dieta degli anziani, dei bambini e in generale delle persone convalescenti.

Ricetta tratta ” Ricette Bimby

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    30 minuti
  • Porzioni:
    4 persone

Ingredienti

  • Topinambur 500 g
  • Patata 1
  • Scalogno (o cipolla) 1
  • Olio di oliva 30 g
  • Acqua 600 g
  • Dado vegetale 1
  • Prezzemolo (o salvia) 1 ciuffo
  • Scamorza (facoltativo) 100 g
  • Grana padano (o parmigiano) q.b.
  • Crostini di pane q.b.

Preparazione

  1. Spazzolare la buccia dei topinambur con un coltello, pelare la patata e pulire lo scalogno.

    Tritare il prezzemolo e tenere da parte.

    Inserire nel Closed lid lo scalogno e tritare 5 sec. vel. 7.

    Unire l’olio, i tuberi spellati, lavati e tritare grossolanamente a vel. 5-6 per pochi secondi, unite l’acqua, il dado e cuocere per 30 min. 100° vel. 1.

    Al termine inserire il prezzemolo e frullare qualche secondo a vel. 7 .

    Aggiungere una dadolata di scamorza. Io personalmente ho preferito mettere una bella spolverata di grana ed un giro di olio.

    La vellutata è pronta e si può accompagnare con crostini di pane.

    Servire la zuppa ben calda. Buon appetito.

Conservazione e utilizzo

Il Topinambur si conserva chiuso in saccheti di plastica per alimenti in frigorifero. Non va pelato ma spazzolato e lavato. Può essere consumato sia crudo che cotto.

Precedente Crepes al salmone, con Philadelphia e pomodoro Successivo Tagliatelle pugliesi, ricetta facile

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.