Pasta al pesto trapanese

Pasta al pesto trapanese, un primo piatto tipico siciliano realizzato con mandorle, pomodori e basilico, di facile realizzazione, leggero e nutriente.

busiate con pesto alla trapanesePer questo piatto ho usato un formato di pasta tipico della zona di Trapani, le busiate, infatti le ho acquistate proprio lì in occasione di una vacanza estiva. La cucina siciliana è un vero scrigno gastronomico da cui attingere ricette deliziose ed io non ho saputo resistervi!

A differenza del più conosciuto pesto ligure, in quello trapanese i pinoli vengono sostituiti con le mandorle e in più vi è l’aggiunta del pomodoro in quanto sono prodotti tipicamente meridionali ed immancabili sulle nostre tavole. Io sono pugliese e anche qui le mandorle e i pomodori sono tra le eccellenze della nostra regione, infatti tempo fa ho pubblicato una ricetta con il pesto pugliese in cui ci sono anche questi due ingredienti ma il risultato è completamente diverso, se volete sapere come si realizza cliccate qui.

Ingredienti per pasta al pesto trapanese (per due persone):

Pasta (io ho usato le busiate ma potete utilizzare quella che preferite, tipo penne, fusilli ecc.)

3 pomodori di media dimensione

una decina di foglie di basilico

una manciata di mandorle senza pelle

1 spicchio piccolo di aglio

pecorino stagionato grattugiato q.b.

olio extravergine di oliva q.b.

sale q.b.

Preparazione

Sbollentare i pomodori in acqua salata: dopo 4-5 minuti che l’acqua ha iniziato a bollire, scolarli, farli raffreddare un po’ e poi eliminare la buccia.

Se le mandorle hanno la pelle basterà gettarle per qualche minuto in acqua bollente e scolarle bene. Farle raffreddare e togliere la pellicina. Asciugarle bene.

Mettere insieme i pomodori, le mandorle, il basilico, l’aglio, il pecorino, un pizzico di sale e un filo d’olio e poi frullare il tutto molto bene e se necessario aggiungere un goccio d’acqua (va benissimo anche l’acqua di cottura della pasta che contenendo amido è ottima per addensare).

Cuocere la pasta secondo i tempi previsti sulla confezione e scolare ben al dente. Essendo una preparazione estiva a me piace servirla non troppo calda, ma più come se fosse un’insalata di pasta, quindi è importante che la cottura sia al dente per evitare che la pasta possa scuocere e diventare troppo molle.

Mescolare bene la pasta con il condimento e servire con una spruzzata di pecorino grattugiato.

Print Friendly, PDF & Email
[socialring]

Ti potrebbero anche interessare:

Gnocchi con pesto pugliese

gnocchi con pesto pugliese

 

 

 

 

 

Spaghetti ai gamberi e pesto di asparagi

spaghetti gamberi pesto di asparagi

 

 

 

 

 

Pasta al pesto di peperoni e mandorle

pasta al pesto di peperoni e mandorle

 

 

 

 

 

Farro al pesto di rucola

farro con pesto di rucola e noci

 

 

 

 

 

 Se ti è piaciuta la ricetta e vuoi ricevere gli aggiornamenti sulle prossime, vai alla pagina facebook del blog e clicca su “Mi piace”

Gli sfizi di Manu

Mentre preparate la ricetta vi consiglio l’ascolto di:

Precedente Tortino di zucchine e patate Successivo Pan di spagna al cacao con poche uova

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.