Torta ciosota al radicchio di Chioggia

Torta ciosota al radicchio di Chioggia. Una torta rustica, semplice, tradizionale, tipicamente autunnale, con un ingrediente base inaspettato, un profumo intenso ed un sapore buonissimo!
Torta Ciosota al radicchio
Questa è la ricetta tipica del dolce di Chioggia, bellissima cittadina in provincia di Venezia, a cui tra l’altro assomiglia, e che è stata scenario di una bellissima passeggiata con mio marito in occasione del mio compleanno 🙂 Il tempo non era favorevole, ma la città è bellissima e merita assolutamente una visita!

La “TORTA CIOSOTA”, in dialetto veneziano ovviamente, Chioggiotta in italiano, ha come ingrediente principale il Radicchio di Chioggia, detto anche “La Rosa di Chioggia”, per la sua forma arrotondata e le foglie racchiuse come petali.
Torta Ciosota al radicchio
E’ un ortaggio prezioso, profumato, meno amaro del fratello Tardivo di Treviso, più adatto alle insalate e perfetto in questa torta, che con carote e nocciole emana un profumo buonissimo… tanto che …Ora vi racconto una storia 🙂
Breve storia triste.
Lasci la torta a raffreddare sulla gratella. 
La gatta si mangia la torta. 
Fine.
Lo so che state già ridendo 😀
La sera sfornavo la torta calda, umida e fumante e nell’andare a dormire, decido di lasciarla sul bancone della cucina a raffreddare… Al mattino svegliandomi, un urlo !!! La trovo erosa in una porzione significativa, con morsi piccoli e ravvicinati ! Canaglia di una gatta ! E chi avrebbe mai pensato che le piacesse il radicchio ? Luna, la gatta, vive con noi da pochi mesi e ancora non sono abituata a pensare in anticipo e prevenire i suoi malanni, e così mi ha fregata !
Dopo averle tirato le orecchie, con sua somma indifferenza ed essere infine scoppiata a ridere, ho eliminato la porzione di cui lei si era appropriata e messo al sicuro il resto della torta per mangiarlo in famiglia… 🙂
Infine ho diviso tra Luna e Fea, la cagnolina, la porzione rosicchiata e se la sono divorata in compagnia! Questo in fin dei conti, prova che la Torta Ciosota è davvero buonissima 🙂
Torta Ciosota al radicchio
Ingredienti per uno stampo da 24 cm :
  • 200 g di radicchio rosso di Chioggia
  • 150 g di carote
  • 150 g di burro a temperatura ambiente
  • 150 g di nocciole
  • 100 g di farina di grano tenero debole integrale o semiintegrale
  • 5 uova non fredde
  • 150 g di zucchero di canna
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 40 g di biscotti secchi
  • zucchero a velo

Preparazione della torta ciosota al radicchio di Chioggia

Tritate finemente le nocciole nel mixer, riducendole a farina, grattuggiate le carote, affettate molto sottilmente il radicchio, tritate anche i biscotti al mixer ed infine separate gli albumi dai tuorli.

Montate i tuorli con uno sbattitore elettrico insieme allo zucchero di canna, unendo anche il burro morbido a pezzetti, fino ad ottenere una crema spumosa. Aggiungete la farina di nocciole, il radicchio, le carote ed i biscotti. Mescolate bene per amalgamare. Aggiungete infine anche la farina setacciata insieme al lievito, mescolando.

In una terrina a parte, montate a neve ben ferma gli albumi con uno sbattitore elettrico poi uniteli al composto in modo graduale, utilizzando una spatola, con movimenti delicati dal basso verso l’alto.

Versate l’impasto in una tortiera imburrata ed infarinata, ed infornate in forno preriscaldato a 180°C per circa 45 minuti, verificando la cottura con la prova stecchino, prima di sfornare. Fate raffreddare su una gratella ( occhio ai gatti 😀 ) e servite spolverizzando con zucchero a velo non igroscopico ( QUI trovate la ricetta per farlo 🙂 ) La torta ciosota al radicchio si conserva in frigorifero per alcuni giorni.

Torta Ciosota al radicchio

Aspetto le foto delle vostre realizzazioni sulla mia fanpage 🙂

In bocca al forno! ARYBLUE

Torta Ciosota al radicchio

Precedente Zuppa di farro e legumi della Garfagnana Successivo Pandoro con lievito madre al profumo d'arancia

Un commento su “Torta ciosota al radicchio di Chioggia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.