Crea sito

Zuppa di formaggio e pomodoro dei pescatori saccensi

Una cosa che amo particolarmente è scoprire ricette tradizionali un po’ meno conosciute e cimentarmi nella loro preparazione 🙂 . Quella che vi presento oggi, per esempio, è un’antica ricetta siciliana originaria della città di Sciacca, in provincia di Agrigento: la zuppa di formaggio e pomodoro dei pescatori saccensi, detta ‘ncancarancà, una zuppa davvero nutriente e ricca di sapore che è stata per me una piacevolissima scoperta. La spiegazione del curioso nome dialettale la troviamo nella vita quotidiana dei pescatori saccensi che, quando il tempo era cattivo, non potevano uscire in mare per la pesca e sopperivano alla mancanza del pesce preparando questa gustosa zuppa. ‘Ncancarancà deriva infatti dal verbo ‘ncancarari che significa mettere i cardini: “non possiamo lavorare, allora per oggi mettiamo un punto fermo, per il pranzo risolviamo così e non ci pensiamo più”, il senso dell’espressione è più o meno questo. Le notizie sull’origine del piatto e del suo nome sono liberamente tratte dal libro di Pino Correnti “Il libro d’oro della cucina e dei vini di Sicilia (1976).

zuppa dei pescatori saccensi, 'ncancarancà

Zuppa di formaggio saccense (‘ncancarancà)

Ingredienti per quattro persone

  • provola fresca o caciocavallo fresco, 600 grammi 
  • cipolle ramate, due medie
  • passata di pomodoro, 400 grammi 
  • acqua, 200 ml
  • prezzemolo, un ciuffetto di foglie
  • olio extravergine d’oliva q.b. (circa  tre cucchiai)
  • pepe nero (o peperoncino) q.b.
  • sale q.b.
  • pane casereccio abbrustolito

Preparazione 

Tagliare il formaggio a filetti e lasciarlo riposare fuori dal frigorifero.

Sbucciare le cipolle, affettarle finemente e farle soffriggere dolcemente in un tegame con un po’ d’olio.

Aggiungere la passata di pomodoro, il prezzemolo tritato e un pizzico di sale. Versare circa 200 ml d’acqua nella bottiglia della passata, agitare bene e versare nel tegame.

Aggiungere anche il formaggio e far cuocere a fuoco molto basso, mescolando spesso.

Proseguire la cottura fino a quando il formaggio si sarà perfettamente amalgamato al pomodoro e avrà raggiunto la giusta consistenza: a questo punto la zuppa di formaggio sarà pronta.

Ora non ci resta che dare l’ultimo tocco con del pepe nero macinato sul momento o del peperoncino, a seconda delle preferenze, e servire la nostra deliziosa zuppa di formaggio accompagnata da fette di pane casareccio tostate 🙂 .

Se questa ricetta ti è piaciuta, seguimi anche sulla mia pagina Facebook, su Twitter e su Pinterest !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.