Ginger Beer ricetta fatta in casa. Bevanda a base di zenzero: tutti i passaggi per un risultato perfetto

Abbiamo fatto a casa un soft drink fondamentale per la creazione di decine di cocktails gustosi: la Ginger Beer, letteralmente “birra allo zenzero”. È tipicamente consumata in Estate, ad agosto, per la sua freschezza e il sapore pungente e gradevole dello zenzero, anche se la maggior parte delle volte la si impiega come ingrediente chiave di famosi cocktail come il Moscow Mule, in tutte le stagioni e in tutti i locali delle grandi città.

La preparazione della Ginger Beer, come vedremo fra poco, è abbastanza semplice nei passaggi. Richiede solo un po’ di tempo (circa 1 giorno) per la fase di fermentazione. Proprio in quest’ultima fase, il contenitore della bevanda si gonfierà di anidride carbonica e per questo motivo è assolutamente sconsigliato l’utilizzo di bottiglie in vetro, le quali potrebbero esplodere a causa della pressione interna. Detto ciò possiamo partire ad esplorare tutti gli ingredienti necessari per questa ricetta fatta in casa e i successivi passaggi. Buona preparazione!

Ginger Beer ricetta
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione1 Giorno 2 Ore
  • Tempo di riposo1 Giorno 1 Ora
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaInglese
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti Ginger Beer

50 g zenzero grattuggiato (circa 150-200g di zenzero – peso lordo)
125 g zucchero di canna
1 limone
0.5 g lievito di birra (in polvere, Saccharomyces cerevisiae, 1/4 di cucchiaino)
1.125 l acqua naturale

Passaggi Ginger Beer

Per prima disponiamo gli ingredienti per preparare il nostro sciroppo di zucchero aromatizzato allo zenzero. Servirà solamente: 125ml di acqua, 125g di zucchero di canna e 50g zenzero, privato della buccia e grattuggiato (come in foto).

ingredienti Ginger Beer

Uniamo tutti e 3 gli ingredienti precedentemente preparati in una piccola casseruola.

nel pentolino

Poniamo poi quest’ultima sul fornello, accendiamo il fuoco e portiamo l’acqua a bollore. Da quando l’acqua inizierà a bollire, facciamo andare il tutto dai 3 ai 5 minuti (non di più), almeno fino a quando si sarà sciolto tutto lo zucchero.

cottura Ginger Beer

Dopodichè, spegniamo il fuoco e lasciamo riposare lo sciroppo per circa 60 minuti a temperatura ambiente.

pronto

Terminato questo tempo, possiamo filtrare il nostro sciroppo in una ciotola, con un colino a maglie strette. Poi, con l’aiuto di un leccapentole o di un cucchiaio, spremiamo per bene lo zenzero grattuggiato rimasto nel colino, in modo tale da recuperare tutto lo sciroppo che abbiamo a disposizione.

colino

Successivamente, con un coltello, dividiamo a metà un limone, spremiamo entrambe le sue parti e filtriamo il suo succo. Ora, possiamo aggiungere allo sciroppo, il lievito in polvere e il succo di limone. In particolare, il lievito di birra (Saccharomyces cerevisiae), non è altro che un fungo che si nutre di zuccheri e produce come scarto alcool etilico e anidride carbonica, due componenti essenziali per la nostra Ginger Beer.

fermentazione lievito

A questo punto, mescoliamo per bene tutti gli ingredienti e prepariamoci ad unire il composto all’acqua.

lievito

Quindi, prendiamo una bottiglia di plastica perfettamente pulita (in grado di contenere 1,5 litri di liquido) e con l’aiuto di un imbuto, aggiungiamo al suo interno l’acqua naturale (solo 1 litro, la bottiglia non dovrà ovviamente essere piena).

bottiglia di plastica

Ora, sempre con l’aiuto di un imbuto, versiamo all’interno della bottiglia anche il nostro composto appena creato, poi, chiudiamo per bene con il tappo e agitiamo delicatamente in modo tale da miscelare bene tutti gli ingredienti.

Infine, facciamo fermentare la nostra Ginger Beer in un luogo caldo (ecco perchè il periodo estivo è ottimo per fare questo soft drink) per almeno 24 ore.

Se la state preparando in Inverno, vi consigliamo di lasciarla fermentare vicino al termosifone, mentre se la state preparando in Estate, potrete lasciarla tranquillamente riposare a temperatura ambiente dove preferite.

bottiglia Ginger Beer

Trascorse 24 ore, possiamo verificare se la “carbonatazione” è andata a buon fine. Basterà provare a premere con i polpastrelli la bottiglia e se quest’ultima risulterà gonfia e difficile da schiacciare, vorrà dire che la fermentazione avrà prodotto anidride carbonica e quindi la “carbonatazione” si sarà verificata.

Se, al contrario, la fermentazione non è ancora completa, bisognerà lasciar riposare la Ginger Beer ancora per qualche ora (di solito non ci dovrebbero volere più di 48 ore ma tutto dipende dalla temperatura dell’ambiente a cui sottoponete la bevanda).

Ginger Beer pronta

A questo punto, possiamo aprire la bottiglia (Alt! Fate attenzione! Sarà come aprire uno spumante). Vi consigliamo di aprirla molto lentamente in un lavandino per la prima volta, in modo tale da evitare spiacevoli incidenti in cucina.

Terminato anche quest’ultimo passaggio, richiudiamo la bottiglia lasciando il tappo leggermente svitato, perchè, la bevanda, fino a quando non sarà fredda, continuerà a fermentare.

Poniamo quindi la bibita in frigo e una volta raffreddata, possiamo servirla nei bicchieri, oppure ripartirla in bottiglie di vetro più pratiche al consumo.

Ginger Beer dopo 24 ore

Assaggiamo e godiamoci il momento. Per chi ama lo zenzero, sarà una delle proprie bevande preferite!

Ginger Beer fatta in casa

Qualora vogliate ottenere una ginger beer più chiara (classico colore commerciale) vi basterà sostituire lo zucchero di canna con lo zucchero normale.

ginger beer con zucchero chiara

Ginger Beer conservazione

Per quanto riguarda la conservazione, vi consigliamo di porre la bevanda in frigorifero per massimo 1 settimana, aprendo il tappo almeno una volta ogni due giorni per tenere sotto controllo la pressione all’interno della bottiglia.

Se hai dubbi o curiosità sulla preparazione di questo delizioso soft drink non esitare a lasciarci un commento qui sotto. Buona preparazione!

SEGUICI SU PINTAREST: CLICCA QUI

SEGUICI SU TIK TOK: CLICCA QUI

SEGUICI SU INSTAGRAM: CLICCA QUI

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.