Crea sito

Frittelle di zucchine ricetta calabrese

Oggi vi regalo una delle ricette tipiche della mia terra, la Calabria, le frittelle di zucchine, o pittelluzze, fritte ma non unte, gustose e leggere, inconfondibili per gusto, perchè preparate coi prodotti della mia terra, dell’orto di mamma.

Le frittelle di zucchine sono un classico della cucina calabrese, un po’ come le polpette di melanzane, d’estate infatti si contendono il titolo del maggior numero di presenze sulle nostre tavole, bella gara, non so dirvi chi vince, ma posso dirvi che sono entrambe le ricette uniche per gusto, e non è facile replicarle, a meno che non si prendano tutti gli ingredienti direttamente nella campagna calabrese, o qualcosa di molto simile, come il buon pecorino, le buone zucchine dell’orto, le uova delle galline che sono in giro per il cortile, insomma, sono ingredienti semplici, ma genuini, è solo lì la differenza, e ve lo dice una che ovviamente non può sempre andare nell’orto della mamma, e quando acquisto i miei ingredienti altrove sento già la differenza, pur rimanendo a pochi km di distanza, ma vi darò tutti i consigli per prepararle buone buone come le mie, oltretutto, fritte si, ma non unte o intrise d’olio, leggere che neanche vi accorgerete di averle mangiate.

  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 15 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 Persone
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • Zucchine 2
  • Uova 1
  • Farina 2-3 cucchiai
  • Pecorino q.b.
  • Parmigiano reggiano q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Prezzemolo q.b.
  • Olio di semi q.b.

Preparazione

  1. frittelle di zucchine ricetta calabrese

    Laviamo le zucchine, con una mandolina le affettiamo sottili e le lasciamo in una ciotola. Le saliamo leggermente e le lasciamo così, almeno per mezz’ora, anche di più va bene.

  2. Quando le zucchine hanno rilasciato un po’ di liquido le andiamo a lavorare per preparare le frittelle. Nella stessa ciotola aggiungiamo tutti gli ingredienti, 1 uovo, pepe macinato, il mix di formaggi, pecorino e grana, senza buttar via il liquido che si è formato. Aggiungiamo quanta farina serve per ottenere una giusta consistenza di una pastella morbida, e non liquida, senza esagerare, per non avere poi delle frittelle che sanno solo di farina.

  3. Friggiamo in padella in olio abbondante e caldo a cucchiaiate, ben distanziate fra loro. Quando sono dorate le giriamo e le facciamo cuocere anche dall’altro lato.

    Mano a mano che son pronte, le asciughiamo su carta, sempre pulita di mano in mano, per eliminare l’olio in eccesso e poi le trasferiamo in un vassoio da portata, così rimangono croccanti e non unte.

  4. Sono ottime gustate calde, appena fatte, ma anche da fredde non sono male. Possiamo tenerle in caldo in forno, perfette da servire per l’aperitivo o come antipasto, per tutte le nostre occasioni speciali.

  5. Qui in Calabria non mancano mai per il pranzo della domenica, sono buonissime, e ne andiamo tutti matti.

  6. Se vuoi ricevere le  mie ricette seguimi anche sui social, sulla pagina FACEBOOKPinterest e Instagram, ti ricordo che puoi lasciare un commento, qui o anche sui social, e se provi una mia ricetta inviami anche il tuo scatto, mi trovi anche su YouTube: Ornella Scofano Ricette che Passione.

Note

Pubblicato da ricettechepassione

Appassionata di cucina con un pizzico di novità anche nella cucina tradizionale, non solo in quella calabrese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.