Crea sito

Pan bauletto con metodo Tang Zhong

Generalmente vengo attratta da lievitati particolari e la ricetta di oggi, letta sul blog “Nella cucina di Laura“, non è da meno. Si tratta di un pan bauletto con metodo Tang Zhong. E’ una tecnica diffusasi in Cina che consente di fare e mantenere il pane morbido senza l’aggiunta di conservanti o additivi vari. Semplicemente basta aggiungere all’impasto un water roux fatto con la stessa farina usata per l’impasto e l’acqua in proporzione 1:5 e portato alla temperatura di 65°C. Inutile dire che questa ricetta mi ha incuriosita parecchio e non ci ho pensato due volte: ho rinfrescato il mio lievito madre e ho cominciato con la preparazione. Tutto molto semplice! E dopo la cottura mi sono ritrovata con un pane profumato e sofficissimo. L’unica cosa che non potrò dirvi è quanto tempo si conserva perché a casa lo hanno letteralmente divorato. Il pan bauletto con metodo Tang Zhong è ottimo sia per la merenda, sia dolce che salata, dei ragazzi… provatelo anche voi! 😉

Pan bauletto con metodo Tang Zhong

Pan bauletto con metodo Tang Zhong

<>

INGREDIENTI (per uno stampo da plum cake da 30 cm):

Per il water roux:

25 g di farina “0”

125 ml di acqua

Impasto:

400 g di farina “0”

100 g di farina manitoba

125 g di lievito madre rinfrescato  o 10 g di lievito di birra

1 cucchiaino di miele o malto

130 ml di latte

100 ml di acqua

20 g di zucchero

8 g di sale fino

30 ml di olio d’oliva

PREPARAZIONE:

Per prima cosa preparate il water roux mettendo in un pentolino la farina e l’acqua ben mescolate. Mettete il recipiente sul fuoco, a fiamma bassa, e senza smettere di mescolare portate il composto a 65°C. In mancanza del termometro regolatevi ad occhio: dovrete ottenere un composto denso, simile alla besciamella e biancastro. A questo punto togliete dal fuoco e lasciate raffreddare completamente.

Nel boccale della planetaria (o in una ciotola) mettete il lievito madre (trovate la ricetta QUI) e scioglietelo nell’acqua e il latte.

Aggiungete le farine setacciate, lo zucchero, il sale, il miele ( o malto) e il water roux ormai freddo, seguendo questo ordine.

Lavorate l’impasto fino a quando diventerà omogeneo ed elastico.

A questo punto unite l’olio in tre riprese e sempre mescolando. Non aggiungete il successivo se il precedente non sarà stato assorbito. Dopo aver incorporato l’ultima parte di olio lavorate l’impasto ancora per 5 minuti.

Ribaltatelo su un piano di lavoro infarinato, lavoratelo ancora un po’, formate una palla e adagiatelo in una ciotola che abbia un coperchio oppure coprite con la pellicola.

Lasciate lievitare fino al raddoppio del volume iniziale. Tenete presente che in inverno ci vorrà più tempo soprattutto se usate il lievito madre.

A lievitazione avvenuta trasferite l’impasto sul solito piano di lavoro infarinato e allargatelo con le mani. Dovrete ottenere un rettangolo il cui lato corto sia uguale alla lunghezza dello stampo.

Quindi partendo dal alto corto arrotolate l’impasto, cercando di non far formare bolle d’aria all’interno, e depositatelo nello stampo precedentemente oliato.

Spennellate la superficie con un po’ di olio, coprite con la pellicola e lasciate lievitare fino a quando l’impasto avrà raggiunto i bordi dello stampo.

A questo punto spennellate ancora una volta con l’olio e infornate a 190° per 40 minuti. Il tempo di cottura può variare da forno a forno.

Se durante la cottura la superficie del pan bauletto dovesse scurirsi troppo, coprite con della carta stagnola e continuate la cottura.

Quando sarà cotto, lasciatelo nello stampo per una decina di minuti poi trasferitelo su una gratella e lasciatelo raffreddare completamente.

<>

Trovate tutte le mie ricette anche su Facebook, Google+, Twitter e Pinterest.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.