Crea sito

Le chiacchiere di Iginio Massari

A che punto siete con i fritti di Carnevale? In questi giorni c’è odore di fritto ovunque! Dopo aver assaggiato le sue meraviglie, ho deciso di provare le chiacchiere di Iginio Massari. Ovviamente una bontà unica! Gustose e croccantissime, si preparano in pochi minuti e, statene ben certi, spariscono altrettanto in fretta! Ma non poteva essere altrimenti, le ricette del Maestro sono una garanzia!

***************
RICEVI DIRETTAMENTE LE MIE RICETTE SU MESSENGER, E’ FACILE E GRATUITO!
CLICCA QUI

le chiacchiere di Iginio Massari
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Porzioni6-8
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gFarina W 300/320 (oppure 400 g di manitoba e 100 g di farina 00)
  • 175 gUova
  • 60 gBurro (a temperatura ambiente)
  • 60 gZucchero
  • 4 gSale fino
  • 1Scorza di limone (grattugiata)
  • 50 mlMarsala (oppure Rum)
  • Olio di semi di arachide (per friggere)
  • q.b.Zucchero a velo

Strumenti

  • Spianatoia
  • Tagliapasta
  • Macchina per pasta
  • Padella

Preparazione

  1. Per realizzare le chiacchiere di Iginio Massari servono davvero pochi minuti ma il risulato sarà impeccabile! Se c’è una cosa che non avrei mai pensato è l’itilizzo di una farina forte in questo dolce. Ma se lo dice il Maestro ci fidiamo ciecamente! E ora vi spiego il perchè! La farina forte è ricca di proteine e quindi ha la capacità di gonfiarsi in cottura, assorbendo pochissimo olio.

    Ma ora passiamo alla ricetta!

    Versate sulla spianatoia la farina setacciata, fate la fontana al centro e versatevi dentro tutti gli ingredienti che avete pesato. Amalgamate il tutto fino a formare un panetto liscio e omogeneo.

    In alternativa potete inserire tutti gli ingredienti nel boccale della planetaria e impastare con il gancio.

    Quando l’impasto sarà formato, lavoratelo per qualche minuto con le mani poi avvolgetelo nella pellicola trasparente (oppure copritelo a campana con una ciotola in vetro) e lasciatelo riposare per almeno un’ora. Questo tempo di riposo serve per ridistendere la maglia glutinica in modo che la pasta possa essere tirata più facilmente. Se preferite, potete anche impastare la sera e friggere al mattino seguente.

    Trascorso questo tempo, tirate la pasta il più sottile possibile. Se siete maghe del mattarello, tirate la sfoglia a mano altrimenti usate la tradizionale macchina per la pasta.

    Procedete gradatamanete fino ad arrivare all’ultima tacca e ottenere così una sfoglia sottilissima.

    Quindi ritagliate dei rettangoli a cui farete un taglio al cetro. Questo è fondamentale affinchè in cottura non si formi un’unica bolla.

    Friggete le chiacchiere in abbondante olio di arachide mantenendolo ad una temperatura compresa tra 170° e 180°. Questo passaggio è molto importante perchè una temperatura più bassa porterà il dolce ad assorbire più olio, una temperatura più alta a seccarlo. Occorreranno pochissimi istanti per cuoce le chiacchiere, essendo esse molto sottili.

    Quindi lasciatele sgocciolare su un foglio di carta assorbente e spolverizzatele con abbondante zucchero a velo.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.