Crea sito

Involtini di pasta fillo con ripieno di salmone, zucchine e ricotta aromatizzata alla menta

La pasta fillo è una pasta sfoglia molto sottile, leggera e croccante, preparata con farina, acqua, olio e un pizzico di sale.
Ha origini mediorientali, la troviamo utilizzata molto in Grecia per la preparazioni di alcuni piatti tipici come la spanakopita, una torta salata a strati o la milopita una torta di mele con noci e frutta secca.
Il semplice impasto viene steso in fogli sottilissimi che prima della cottura vengono spennellati o con burro fuso chiarificato o con olio o della semplice acqua, poi sovrapposti a strati a seconda della ricetta.
La consistenza croccante e la facilità di essere modellata la rendono ideale per la realizzazione di torte, involtini, fagottini e cestini, il suo sapore neutro la rendono versatile per preparazioni dolce o salate.
Ulteriori vantaggi consistono nella sua composizione priva di grassi e la velocità di cottura in forno, queste ulteriori qualità la rendono indicata per la preparazione di ricette leggere e veloci senza rinunciare al gusto e ad una piacevole presentazione.
E’ possibile prepararla in casa ma la stesura della sfoglia è talmente sottile da richiedere tempo e una certa esperienza, io consiglio di acquistarla già pronta, la trovate nel banco frigor o surgelata in pratici rotoli con i fogli di pasta ben suddivisi.
Qui vi propongo una ricetta light molto fresca, ideale per l’estate, da presentare come antipasto, un finger food o come secondo piatto.
Ho farcito gli involtini con una semplice crema di ricotta aromatizzata con della menta fresca, ingredienti che legano perfettamente con il salmone e le zucchine.



  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni6 involtini
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaMediorientale

Ingredienti

  • 1confezione di pasta fillo (pronta all’uso)
  • 300 gzucchine
  • 150 gsalmone affumicato (a fette)
  • 200 gricotta
  • 1 spicchioaglio
  • 4 fogliementa
  • 2 cucchiaiolio extravergine d’oliva
  • q.b.sale e pepe
  • 1 cucchiaiosemi di sesamo (o di papavero)

Preparazione

  1. Lavare le zucchine ed eliminare le parti terminali, tagliarle a rondelle e cuocerle in padella antiaderente con uno spicchio d’aglio e un po’ di sale, Non occorre aggiungere olio ma rigirarle spesso, per ottenere un effetto grigliato ci vorranno circa 8/9 minuti.

    Toglierle dal fuoco, eliminare l’aglio e lasciare raffreddare.

  2. Mettere nel bicchiere del mixer la ricotta, le foglie di menta sminuzzate, un cucchiaio di olio, sale e pepe.

    Azionare il mixer fino ad ottenere una crema.

  3. In una ciotolina versare circa 40 ml d’acqua e mescolando unire un cucchiaio d’olio formando un’emulsione.

    Stendere uno strato di pasta fillo ( io ho utilizzato fogli di cm 35×50) spennellare la superfice con l’emulsione di acqua e olio.

    Sovrapporre il secondo foglio e spennellare nuovamente.

    Con una rotellina o un coltellino ritagliare quattro rettangoli dividendo a metà i fogli si nel senso della lunghezza che in quello della larghezza.

    Distribuire sulla parte iniziale di ogni rettangolo un po’ di ricotta aromatizzata, alcune zucchine e del salmone affumicato.

  4. Ripiegare verso l’interno i bordi più lunghi del rettangolo ed iniziare ad arrotolare i fogli sovrapposti partendo dalla parte con la farcitura.

    Ripetere l’operazione di farcitura fino ad esaurire gli ingredienti per la farcitura.

    Consiglio di tenere da parte un po’ di zucchine e della ricotta per guarnire al termine .

    Adagiare gli involtini su una teglia rivestita da carta forno e cuocere per circa 12 minuti a 180°/190° modalità statico, fino a quando saranno dorati in superficie.

  5. Togliere dal forno e lasciare intiepidire, servire con dell’insalata mista e guarnire con alcune zucchine e ciuffetti di ricotta.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lastefyincucina

Stefania, mamma e casalinga full-time. Sono curiosa, amo viaggiare e sperimentare. La mia cucina è fantasia, improvvisazione e semplicità. Ho lavorato come dirigente sportivo nel settore giovanile del rugby per molti anni, e penso che in cucina si vivano i “terzi tempi” più importanti della vita. Nel 2019 è nata la mia prima collaborazione con il gruppo cameo in qualità di Brand Ambassador, che mi ha permesso di realizzare degli work shop di "My Dolce Casa".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.