Crea sito

Pizza a lenta lievitazione con Pasta Madre la ricetta

Benvenuti su Il Verde in Tavola.
Lo scorso sabato ho voluto riutilizzare la mia Pasta Madre ( o Lievito Madre) per preparare la pizza.
Ultimamente, lo ammetto, per pigrizia, usavo il lievito di birra: al sabato pomeriggio impastavo e via, nel forno, alla sera.
Questa volta ho deciso per tempo che avrei fatto la pizza e così, al giovedì ho iniziato con la preparazione.
L’unica cosa richiesta, in realtà, è la pazienza di lasciar lievitare lentamente, in frigorifero, l’impasto.
48 ore di lenta lievitazione faranno si che possiate ottenere una pasta gonfia, ben alveolata e leggerissima.
Nella ricetta vi suggerisco gli orari per il rinfresco, l’impasto, le pieghe e così via.
Le dosi che fornisco sono per 1 pizza rotonda per 2 persone.
Potrete ovviamente condirla a piacere: io ho usato olive nere, pomodori secchi sott’olio, funghetti e gorgonzola… buonissima.
Negli strumenti indico l’uso della planetaria.. non è ovviamente indispensabile, se non l’avete impasterete a mano.

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo2 Giorni
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni2 persone
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 80 gLievito madre (rinfrescato)
  • 200 gFarina Manitoba
  • 100 gSemola di grano duro rimacinata
  • 150 mlAcqua (tiepida)
  • 1 cucchiainoSale fino
  • 1 cucchiainoMalto d’orzo
  • Olio extravergine d’oliva (per ungere la ciotola)

Per la farcitura

  • Mozzarella per pizza
  • Funghetti sott’olio
  • Olive nere
  • Pomodori secchi sott’olio
  • Gorzonzola
  • Passata di pomodoro
  • Origano

Strumenti

  • 1 Planetaria
  • 1 Teglia Rotonda, per pizze
  • Ciotola

Preparazione

  1. Partiamo dai tempi di realizzazione: io ho fatto l’impasto per la cena del sabato sera, quindi gli orari sono in base a questo.
    Il giovedì dopopranzo rinfrescate la pasta madre.

    Tenetene da parte 80 gr che lascerete fuori dal frigo per circa 4 ore.

    Alle 18 preparate l’impasto facendo sciogliere la pasta madre nella planetaria, lavorandola col gancio con poca acqua.

    Aggiungete le farine setacciate, il malto d’orzo, il sale e l’acqua.

    Lavorate l’impasto fino a quando non sarà perfettamente liscio ed incordato.

    Mettetelo in una ciotola unta con l’olio, copritelo con la pellicola e lasciatelo riposare per un paio di ore.

    Alle 20 prendete l’impasto e fate una serie di pieghe (trovate qui il tutorial).

    Rimettetelo nella ciotola e riponetelo in frigorifero fino a sabato alle 13.

  2. A quell’ora, toglietelo dal frigo e lasciatelo acclimatare per un paio di ore, quindi stendete l’impasto su una teglia ben oliata, copritelo con la pellicola e fategli fare l’ultima lievitazione fino verso alle 19.30.

    Alle 19.30, accendete il forno a 250°C e, dopo aver cosparso la pizza con la passata, una spruzzata di origano e qualche pizzico di sale, infornatela nel ripiano basso per circa 8/10 minuti.

    Quando sarà colorita e sotto ben cotta, toglietela dal forno, cospargetela con la mozzarella, il gorgonzola tagliato a tocchetti i funghetti, le olive e i pomodori tagliuzzati, quindi rimettetela nella parte alta del forno fino a quando i formaggi non saranno ben sciolti.

    Servitela calda.

Per non perderti le mie ricette

1,0 / 5
Grazie per aver votato!
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.