Crea sito

Scacciata di cavolfiori ricetta catanese

Scacciata di cavolfiori ricetta catanese.
Vi ho già parlato di molte ricette di scacciate catanesi, che altro non sono che delle torte salate di pasta lievitata, farcite per lo più con verdure di stagione.
Visto che anche la scacciata di cavolfiorii è un must della tradizione culinaria catanese e che nel blog mancava, ho pensato che fosse giunto il momento di prepararla e inserirla nella mia raccolta… Se siete curiosi e volete imparare anche voi a fare una deliziosa scacciata, ecco la ricetta, sono sicura che vi piacerà!  

  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione3 Ore
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni6-8 Persone, una teglia grande da 40×30
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per l’impasto

  • 1 kgsemola (di grano duro rimacinata)
  • 650 gacqua (tiepida)
  • 12 gLievito di birra fresco (o 1/2 bustina di secco)
  • 25Sale
  • 1 cucchiainoZucchero

Per il ripieno

  • 1 kgcavolfiore (viola preferibilmente)
  • 1cipolla
  • q.b.Sale
  • q.b.Olio extravergine d’oliva
  • q.b.Pepe nero
  • 250 gformaggio a pasta morbida (meglio se tuma siciliana)
  • 150 gGrana o Parmigiano (ma potete mettere anche una parte di pecorino)
  • q.b.Olive nere siciliane (Facoltative)

Preparazione

  1. Iniziate impastando la base per la nostra schiacciata, se utilizzatela macchina del pane inserite prima tutti i liquidi, poi il sale, la farina e in fine il lievito, avviate la funzione impasto che nella macchina dura  circa due ore e aspettate che lieviti, se utilizzate il bimby procedete seguendo una comune procedura per impasti con lievitazione. Se volete impastare tutto a mano, come nelle foto, versate tutto nella ciotola e lavorate seguendo il procedimento a questo link: Impasto semplice di semola rimacinata per pane, pizze, scacciate e focacce.

  2. Mentre la pasta lievita pulite il cavolfiore, separate i ciuffi, se i gambi sono duri togliete la pellicina superficiale, altrimenti tagliateli solamente. Sciacquateli sotto acqua corrente e scolateli bene, inseriteli in una pentola insieme a olio abbondante, cipolla, sale e una spolverata di pepe nero, stufateli a fiamma vivace per una trentina di minuti e spegnete il gas.

  3. Prendete una teglia di circa 40×50, ricopritela con carta forno e ungetela con un filo d’olio, con l’aiuto del mattarello stendete metà dell’impasto e ricoprite una teglia, non fatelo spesso,  1/2 cm sarebbe l’ideale. Con una scumarola prendete i cavolfiori dalla padella e rivoltateli  sull’impasto, distribuitevi il formaggio grattugiato e poi il formaggio a pasta morbida che avete scelto,  non usate né sottilette né mozzarella (quello nella foto è formaggio a fette). Date ancora un giro d’olio e una spolverata di pepe, quindi coprite con l’altro impasto ben steso e sigillate bordi chiudendoli su se stessi, finite ungendo tutta la superficie della scacciata con un po’ d’olio. Fate un buco al centro della schiacciata e bucherellate con i rebbi della forchetta. Infornate, cuocete al massimo per trenta minuti a forno ventilato, appena la scacciata avrà preso colore, abbassate la temperatura a 180° per gli ultimi dieci minuti. Sfornate e coprite la scacciata con una tovaglia di cotone e fate riposare almeno 40 minuti, prima di servire. La scacciata di cavolfiore va servita tiepida e non bollente, se dovesse avanzarne, riponetela in frigo, si manterrà molto bene anche per 2 giorni e scaldatela solo al memento di consumarla.    

  4. Spero abbiate gradito questa ricetta e vi invito a visitare la mia pagina facebook , dove troverete molte idee stuzzicanti e lasciando il vostro like resterete aggiornati su tante nuove e golose preparazioni!

    Mi troverete anche su pinterest , su instagram ,  e su twitter.

    Se questa ricetta ti è piaciuta, guarda pure:

    Scacciata di spinaci e salsiccia ricetta catanese;

    Scacciata alla Norma con melanzane fritte e ricotta salata;

    Scacciata di patate ricetta tradizionale catanese;

    Scacciata di biete selvatiche;

    Scacciata di broccoli;

    Scacciata di tuma ricetta tipica catanese.

Note

Con questa dose, potrebbe avanzarvi un po’ d’impasto, in tale caso preparate una pizza o una focaccia.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ilcaldosaporedelsud

Salve, mi chiamo Fernanda, sono siciliana di Catania e sono nata nel 1980. Ho uno splendida brigata composta da mio marito e tre meravigliosi figli. Quando mi annoio o sono triste non perdo tempo, faccio le svolte alle maniche e poi di corsa in cucina a preparare qualcosa di buono e sfizioso. Nel mio blog troverete un ampia varietà di ricette, dalle più semplici alle più elaborate, dalle più golose a quelle più giornaliere per approntare un pasto in maniera semplice, pratica e gustosa, ma troverete anche ricette light per quando occorre rimettersi in forma... Insomma, un diario di cucina adatto ad ogni esigenza, che aspettate allora? Andiamo in cucina e prepariamo insieme qualcosa di buono!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.