Crema di funghi al profumo di speck

Crema di funghi al profumo di speck. Qualcosa di caldo è quello che ci vuole in queste fredde serate invernali…. Ogni sera si cambia: minestra di verdura, zuppa di zucca, pasta e fagioli, zuppa di orzo….. Questa sera crema di funghi. Champignon e porcini secchi e qualche dadino di speck per aggiungere profumo…..Servita con crostini caldi, parmigiano grattugiato e una spolverata di prezzemolo questa gustosa crema riscalda stomaco e cuore……

crema-di-funghi-al-profumo-di-speck - Così cucino io
crema-di-funghi-al-profumo-di-speck – Così cucino io

Ingredienti: (4 persone)

300 gr. di funghi champignon

20 gr. di funghi porcini secchi

2 spicchi d’aglio

una tazzina di latte

q.b. di olio extravergine di oliva

q. b. di brodo vegetale

un cucchiaio di farina

sale

pepe

prezzemolo tritato

60 gr. di speck tagliato a filetti

parmigiano grattugiato a piacere

Lavare molto bene e mettere a bagno, in una tazza di acqua e latte, i funghi porcini secchi per circa un’ora.

Pelare, lavare velocemente e affettare sottilmente i funghi champignon.

In una padella far rosolare uno spicchio d’aglio in poco olio extravergine di oliva, aggiungere i funghi secchi, farli rosolare, insaporire con pepe e sale, bagnare con qualche cucchiaio di acqua e latte di ammollo e far cuocere per 15-20 minuti.

In una casseruola rosolare l’altro spicchio d’aglio, aggiungere i funghi champignon, salare e pepare e farli insaporire. Aggiungere un cucchiaio di farina, mescolare, unire 3-4 mestoli di brodo vegetale caldo e far cuocere per circa 20 minuti.

Tenere da parte una cucchiaiata di funghi secchi per la finitura dei piatti e unire i rimanenti nella casseruola.

Frullare, riducendo a crema la preparazione e rimettere sul fuoco qualche minuto per amalgamare i gusti.

In un padellino, senza condimento, rosolare lo speck e tenerlo al caldo.

Servire la crema nei piatti da portata, aggiungendo, in ogni piatto, qualche fungo intero, i dadini di speck rosolato  e prezzemolo tritato, accompagnando con parmigiano grattugiato a parte e crostini di pane caldi.

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirmi sulla mia pagina Facebook  COSI’ CUCINO IO

Precedente Omelette al cavolo nero e ricotta Successivo Gnocchi di patate al ragù d'anatra

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.