Pasta e fagioli alla veneta

E’ un piatto tipico e mitico. E’ un’ottima minestra sia calda che fredda, appena appena profumata al rosmarino. Spesso è arricchita da prosciutto crudo o costicine di maiale, ma ormai, per questioni di salute, si preferisce cuocerla nel modo più semplice.

Ingredienti:

300 gr. di fagioli secchi

una patata

una piccola cipolla

un gambo di sedano

una carota

un rametto di rosmarino

olio extravergine di oliva

sale e pepe

200 gr. di ditalini

Lasciare a bagno per circa 12 ore i fagioli secchi per farli rinvenire.

Mettere nella pentola a pressione i fagioli sciacquati, la patata, la cipolla, la carota e il sedano. Coprire, a filo, con acqua e mettere a cuocere, calcolando 30 minuti di cottura dall’inizio del sibilo.

Togliere circa un terzo dei fagioli e tenerli da parte.

Passare al setaccio il resto dei  fagioli con le verdure, mettere il passato in una pentola, salare, pepare e far bollire per 15-20 minuti circa finchè il brodo si addensa e si amalgama; aggiungere i fagioli interi e il rosmarino e mettere a cuocere la pasta, dopo aver aggiunto, se necessario, poca acqua calda. Spegnere il fuoco, condire con un  filo d’olio, aggiustare di sale e pepe e far riposare per 5-10 minuti la minestra. Servire e ……buon appetito 

Con questa ricetta partecipo al contest:

Print Friendly

4 pensieri su “Pasta e fagioli alla veneta

  1. Bellissima ricetta… mi piace il colore piu’ verso il rosso che il marrone (che mi succede sempre)!

    Ciao,

    L

    cucinare hip!
    cucinare veloce, facile e moderno con la pentola a pressione

  2. @ Laura: Il colore dipende dalla qualità dei fagioli. Questi sono borlotti secchi, danno un sugo buono buono, denso denso e rossiccio. Grazie e ciao

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>