La scarcella di Pasqua Molfettese

Oggi vi racconto come ho preparato la scarcella di Pasqua molfettese.

La scarcella di Pasqua molfettese è un dolce tipico pugliese che viene ricoperto di glassa bianca su cui poi vengono adagiati dei piccoli ovetti di cioccolato a scopo decorativo o anche semplicemente confettini di zucchero colorati. Si ritiene che la forma tonda della scarcella di Pasqua molfettese abbia attinenza con la fortuna e che simboleggi la nascita di una nuova vita.

Esistono diverse varianti della scarcella, ognuna delle quali richiede una differente preparazione. Elementi comuni a tutte le scarcelle sono la caratteristica pasta frolla di cui sono fatte nonché l’essere decorate con motivi pasquali. Spostandosi da paese a paese, tuttavia, è possibile imbattersi in scarcelle ricoperte di glassa di zucchero o semplicemente decorate con un uovo sodo o ancora scarcelle ripiene o non ripiene. Per la scarcella di pasqua molfettese ripiena la preparazione è chiaramente un pochino più elaborata, ma non certo difficile. Quella che andiamo a preparare fa parte appunto della versione farcita, tipica di Molfetta. Una delizia che non conoscevo e che ho preparato in occasione di un evento: La bravissima Maria De Candia del blog Rafano e cannella ci ha seguito passo passo nella preparazione della sua ricetta che potete leggere qui.

Per preparare la scarcella di Pasqua molfettese si stende un disco di pasta frolla su una teglia da forno, quindi si ricopre con un abbondante strato di pasta di mandorle ottenuta mescolando mandorle tritate a zucchero e spezie, si ricopre il tutto con confettura e scaglie di cioccolato, un ulteriore disco di pasta frolla e si cuoce in forno. Dopo il raffreddamento, si passa alla glassatura e decorazione. Non è un dolce velocissimo da preparare ma vi assicuro che ne vale davvero la pena, provatelo e fatemi sapere ! 😉

Scarcella di Pasqua molfettese
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    60 minuti
  • Cottura:
    20-25 minuti
  • Porzioni:
    2 scarcelle
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

Per la pasta frolla

  • Farina 00 500 g
  • Zucchero 200 g
  • Olio di oliva 100 g
  • Uova 2
  • Lievito in polvere per dolci (o ammoniaca per dolci) 10 g
  • Vanillina 1 bustina
  • limone (Scorza grattugiata) 1
  • Latte (all’occorrenza) q.b.

Per la farcia

  • Pasta di mandorle
  • Confettura di ciliegie q.b.
  • Cioccolato fondente (tritato) q.b.
  • Liquore a piacere (io limoncello) q.b.

Per la pasta di mandorle

  • Mandorle 300 g
  • Zucchero 150 g
  • Scorza di limone (grattugiata) q.b.
  • Cannella (in polvere) 1 pizzico
  • Chiodi di garofano (in polvere) 1 pizzico
  • Acqua 2-3 cucchiai

Per la glassa di zucchero

  • Zucchero 500 g
  • Acqua 125 g

Per decorare

  • Confettini colorati q.b.

Preparazione

Preparare la pasta di mandorle

  1. Per prima cosa bisogna preparare la pasta di mandorle: Vi sconsiglio di comprare le mandorle senza la pellicina scura perchè sono di qualità superiore, quindi per sbucciarle scottatele in acqua bollente per un minuto, scolatele e passatele un attimo sotto l’acqua corrente, quindi schiacciatele tra il pollice e l’indice e la pellicina scivolerà via facilmente. Finito di sbucciarle lasciatele raffreddare bene poi tritatele finemente. Per un buon risultato Maria consiglia di non usare la farina di mandorle.
    In una padella antiaderente ponete le mandorle tritate, lo zucchero, gli aromi, la scorza grattugiata del limone e 2 cucchiai di acqua, cuocete fino a quando il composto diventerà omogeneo quindi lasciate raffreddare.

  2. Preparare la pasta frolla

    Ponete la farina sulla spianatoia, formate la fontana e aggiungete le uova, lo zucchero, l’olio, la vanillina, il lievito o l’ammoniaca per dolci (come vuole la tradizione) e la scorza del limone grattugiata.
    Impastate il tutto fino a quando avrete ottenuto un impasto compatto, regolatevi, se vi sembra troppo duro, aggiungete un cucchiaio di latte. Alla fine dovrete ottenere una pasta della stessa consistenza della pasta frolla.

Formare le scarcelle

  1. Scarcella di pasqua molfettese

    Dividete l’impasto in due parti uguali e proseguite stendendone una parte con il mattarello fino ad uno spessore di 3-4 mm. La pasta risulta un pochino appiccicosa quindi vi consiglio di stenderla tra due fogli di carta forno. Realizzate la forma che preferite disegnandola su carta forno, Io ho realizzato una campana e un cuore, ritagliatela e utilizzatela per formare due sagome uguali semplicemente poggiandola sulla pasta stesa e tagliandola seguendo il bordo della carta. Sistemate la carta forno con sopra l’impasto direttamente su una teglia da forno, in questo modo non dovrete spostarla al momento di infornarla e non rischierete di romperla. Bagnatevi la mano con il liquore e distribuite uno strato sottile di pasta di mandorle, avendo cura di lasciare un mezzo centimetro vuoto lungo tutto il bordo. Coprite con uno strato di confettura e scaglie di cioccolato. Ora non vi resta che coprire il tutto con l’altra sagoma di frolla e sigillare i bordi pigiando bene lungo tutto il perimetro della scarcella, in modo che in cottura non esca il ripieno. Procedete allo stesso modo e preparate l’altra scarcella. Cuocete in forno preriscaldato a 180°C per 20-25 minuti.

  2. Preparare la glassa

    Preparate la glassa, mettendo in un pentolino lo zucchero e l’acqua e portate ad ebollizione.
    Dopo circa 10 minuti fate la prova per vedere se è pronto: versatene una goccia fra due dita, soffiate e se formerà un filo che non si rompe togliete dal fuoco e lasciate raffreddare. Poi mescolate fino a quando il composto diventerà bianco e setoso.
    Intanto le scarcelle si saranno raffreddate e quindi proseguite con la glassatura: posizionandole sopra una griglia e versateci su la glassa, lasciandola colare lungo i bordi.

    Quindi decorate le scarcelle con confettini di zucchero oppure con scaglie di cioccolato.

  3. La scarcella

Note

Se le mie ricette ti piacciono seguimi anche su Facebook mettendo “MI PIACE” alla mia pagina → QUI

 su → Twitter  su  → Google+  su Pinterest  e su → Instagram

Precedente Tortano salsiccia e friarielli Successivo Ricette con le fragole

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.