Insalata di orzo, fresca e leggera

Insalate di pasta, insalate di riso, insalate di farro …. oggi cuciniamo l’insalata di orzo!

Una variazione sul tema dei piatti freddi estivi, vi presento la semplicissima ricetta per preparare una gustosa  insalata fredda di orzo, con pochi ingredienti e tanta resa.

L’orzo è un cereale presente sulla tavola da tempo immemorabile, anche se solo ultimamente ha riacquistato un ruolo importante nella dieta, soprattutto grazie al diffondersi della dieta vegetariana e vegana.

Ci sono vari tipi di orzo, quello integrale, quello decorticato, quello solubile e quello perlato: proprio quest’ultimo è il più adatto alla preparazione di piatti veloci, dal momento che non richiede tempi di ammollo. Ma andiamo per gradi e vediamo un po’ quali sono le differenze tra i vari tipi di orzo.

L’orzo solubile, derivante da orzo tostato e ridotto in polvere, è quello che si utilizza per fare il caffè.

L’orzo integrale, come suggerisce la parola stessa, è il cereale allo stato integro, senza aver subito alcun tipo di lavorazione. Naturalmente è quello che conserva appieno anche le proprietà nutrizionali dell’orzo e che, a parità di peso, conferisce meno calorie al piatto, avendo un alto contenuto di fibre: unica pecca, i lunghissimi tempi di ammollo.

Poi abbiamo l’orzo decorticato, che subisce una lavorazione parziale che lo priva della “pellicina” esterna del chicco: qui le proprietà nutrizionali vengono solo in parte intaccate ed i tempi di ammollo si aggirano intorno alle 12 ore.

Infine c’è l’orzo perlato, un orzo che subisce una pesante lavorazione che lo priva completamente dell’involucro che protegge il chicco, quindi a parità di peso, minor contenuto di fibre, aumentato apporto calorico, minor apporto di nutrienti: allora, perché usarlo? Solo perché non richiede tempi di ammollo ma si cuoce direttamente in pentola ed in soli 45 minuti.

Attenzione poi, se siete intolleranti al glutine, perché nonostante gli intensi processi di raffinazione cui viene sottoposto l’orzo perlato, il contenuto di glutine di questo cereale rimane invariato!

Morale: se avete tempo a disposizione utilizzate l’orzo integrale o decorticato, altrimenti accontentatevi dell’orzo perlato!

  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 45 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 5
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 400 g Orzo perlato
  • 150 g Prosciutto cotto (1 fetta alta oppure dei cubetti)
  • 200 g Mozzarella
  • 100 g Olive verdi in salamoia
  • 1 cucchiaio Capperi
  • 3 cucchiai Prezzemolo
  • 1/2 spicchio Aglio
  • 6 cucchiai Olio extravergine d'oliva
  • q.b. Maionese
  • q.b. Sale

Preparazione

  1. Sciacquate l’orzo sotto acqua corrente fredda.

    Mettetelo nella pentola, ricopritelo di acqua fredda e portate ad ebollizione. Fate cuocere per 30 minuti, aggiungete il sale (poco) e portate a cottura.

    Scolate l’orzo e sciacquatelo velocemente sotto l’acqua fredda.

    Schiacciate l’aglio con lo spremi aglio , mettetelo in una ciotola ed unite i capperi precedentemente tritati insieme a metà delle olive, il prezzemolo e l’olio. Aggiustate di sale.

  2. Usate questo olio aromatizzato per condire l’orzo ancora caldo e lasciatelo raffreddare bene.

    Nel frattempo tagliate il prosciutto e le mozzarelle a cubetti e uniteli all’insalata di orzo solamente quando si è ben raffreddata.

    Usate le restanti olive per decorare il piatto insieme a qualche ciuffetto di maionese (che potete tranquillamente omettere).

    Conservate in frigo per almeno un paio di ore e servite il piatto freddo, ma tiratelo fuori dal frigo una decina di minuti prima di servirlo

     

Note

Se ti piacciono le mie ricette e vuoi restare sempre aggiornato sulle nuovi pubblicazioni, iscriviti oppure  metti un like alla pagina Facebook di Cucina Italiana e Dintorni. Ti aspetto

Precedente Torta di zucchine in padella, cottura senza forno Successivo Plumcake al caffé e noci caramellate

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.