Crea sito

Zenzero, spezia dal fascino antico

Print Friendly, PDF & Email

zenzero_polvereLo zenzero (ovvero lo Zingiber officinalis) è una delle spezie più note agli antichi, già adoperato in epoche remote dai popoli mesopotamici, come ci tramandano gli antichi testi in sanscrito.

Furono proprio i mercanti mediorientali a diffondere questa spezia presso i Greci ed i Romani. E l’amarono subito tutti, non è difficile immaginare il perchè. Gli antichi ed i moderni l’hanno sempre usato per il suo odore pungente in grado di nascondere i sapori di alcune pietanze in sottofondo. Sembra ormai accertata dalla scienza la proprietà medicamentosa dello zenzero.

I principi attivi dello zenzero ed i suoi poteri

Il rizoma è la parte dalla quale si ricavano olio essenziale, mucillaggini e resine, alcoli che danno il sapore forte e pungente allo zenzero e la gingerina. Tutti questi elementi rendono lo zenzero una potente antinfiammatorio ed antiossidante contro i disturbi dell’apparato digerente; ma è stato dimostrato che tale spezia abbia una sua efficacia anche contro il raffreddore.

zenzero-spezia

Lo zenzero della Giamaica e quello della Cina

La spezia, che chiamano Ginger Bianco, perchè decorticato (cioè la radice fresca senza corteccia esterna) tipico della terra giamaicana, come quello Nero (cioè con la buccia) prodotto in Cina e Sierra Leone, va conservata in frigo o al fresco in barattoli contenenti sabbia, ma mai messo in freezer.

Cosa condire con lo zenzero?

Questa spezia è usata per preparare piatti a base di carne e pesce, abbinato ai crostacei, oppure in una salsina. Lo zenzero, proprio per le sue proprietà antiossidanti, viene utilizzato anche nella produzione di birra e bevande fermentate. Famosi sono anche i simpatici biscottini a base di questa affascinante spezia.

Orto fai da te oppure no?

Lo zenzero non si può coltivare in giardino perchè non resiste ai climi europei; al contrario cresce bene in un vaso in casa o in veranda, basta procurarsi una radice fresca e ricoprirla di terreno, annaffiandola con regolarità ed esposta alla quantità di luce sufficiente.

LEGGI ANCHE

Lo zafferano per piatti speciali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.