Crea sito

CAPPON MAGRO

Cappon magro Io e Simo da sempre la sera del 23 festeggiamo il “Nostro Natale” …il 24, il 25 e il 26 si passano in famiglia ma il 23 sera noi non ci siamo per nessuno e il menu è sempre lo stesso… una di queste portate è il cappon magro…preparazione facile ma lunghissima infatti nelle gastronomie raggiunge prezzi folli…due anni fa ho imparato a farlo e ora lo preparo sempre io sia per il 23 sera che per il giorno di Natale da mangiare tutti insieme. Tutti gli anni a metà preparazione mi chiedo “ma chi me lo ha fatto fare!” Poi quando lo mangio mi ricordo esattamente perché tutti gli anni finisco per riprepararlo.
E ora..
Beh, allacciate il grembiule…!
Lulù
CAPPON MAGRO

CAPPON MAGRO

Categoria: antipasti o secondi di pesce§

Ingredienti:
500 gr                   patate
500 gr                   fagiolini
500 gr                   carote
Una                       scorzonera o cavolfiore
Una                       barbabietola cotta
1 chilo                   pesce cappone (o scorfano…va bene anche surgelato)
750                       code di gamberi
400 gr                   filetti ventresca tonno sott’olio
Una vaschetta      carpaccio di polpo
Un pacco              pane azzimo nattura o una galletta del marinaio
Una tavoletta        gelatina ideal
Aceto di vino rosso
Alloro
Bacche ginepro
vino bianco
Salsa verde
100 gr foglie di prezzemolo (con il gambo più o meno sono 300 gr)
Uno spicchio aglio
Un uovo sodo
Una mollica di un panino ammollato nell’aceto rosso
4 cetriolini sott’aceto
4 olive verdi denocciolate
20 gr Capperi sott’aceto
2 filetti di acciuga
20 gr pinoli
250 ml olio di semi di mais
Maionese
un  uovo
un bicchiere  olio di semi di mais
mezzo  succo di limone
un cucchiaino aceto
sale
Guarnizione:
Maionese
8 cetriolini sott’aceto
10 carciofini
2 astici oppure 2 aragoste oppure 8 scampi oppure 8 gamberoni
10 olive nere
10 olive verdi
Stuzzicadenti

Procedimento per fare il cappon magro:

SALSA VERDE Versare nel bicchiere del frullatore olio, pinoli, capperi, acciughe, cetriolini, aglio, uovo, mollica strizzata e frullare per 10 secondi. Poco per volta iniziare ad aggiungere le foglie di prezzemolo continuando a frullare fino ad ottenere una salsa liscia. Se si vuole si può aggiungere un cucchiaio di maionese.
MAIONESE versare nel frullatore un uovo intero, olio, un pizzico di sale e frullare a velocità ridotta aggiungendo altro olio a filo finche la salsa non diventa densa e compatta. Aggiungere succo di mezzo limone e cucchiaino di aceto. Fare uno strato di salsa verde sul piatto di portata e mettere sopra il cappon magro ribaltandolo. Spalmare il cappon magro totalmente di uno strato spesso di salsa verde e decorare a piacere. Con la gelatina avanzata ormai indurita tagliarla a pezzetti con il coltello e utilizzarla per guarnizione intorno al piatto.
Lessare tutte le verdure separatamente in acqua e sale. Scolarle e tagliarle tutte a fettine sottili tranne i fagiolini. Lessare il pesce qualche minuto in acqua, brodo vegetale, alloro, bacche ginepro, vino bianco poi spegnere e lasciare raffreddare nella sua acqua. Scolarlo, pulirlo, spinarlo e ridurlo in pezzi. Sbollentare pochi minuti anche le code di gambero e sgusciarle. Sciogliere la tavoletta di gelatina in mezzo litro di acqua e far bollire 5 minuti. Aggiungere un cucchiaio di aceto di vino rosso e lasciar raffreddare. Rivestire una pirofila di pellicola trasparente lasciando i lembi lunghi. Mettere sul fondo un po’ di gelatina e salsa verde poi mettere il pane azzimo passato in acqua e aceto di vino rosso, spennellare con gelatina e salsa verde, uno strato di carpaccio di polpo, fare uno strato di scorzonera e spennellare di gelatina e salsa verde, strato di filetti di ventresca e spennellare con gelatina e salsa verde, fagiolini ben allineati e spennellare con gelatina e salsa verde, strato di pesce cappone spennellare con gelatina e salsa verde, strato di carote e spennellare con gelatina e salsa verde, code di gamberi e spennellare con gelatina e salsa verde, strato di patate e spennellare con gelatina e salsa verde, strato di patate e spennellare con gelatina e salsa verde finire con ultimo strato di pane azzimo bagnato in acqua e aceto.

03 04

 

 

 

 

 

 

Non buttare gelatina avanzata ma mettere in frigo a indurire. Richiudere i lembi della pellicola a pacchetto mettere sopra un peso e mettere in frigo per 24 ore.

Difficoltà: alta

Tempo di preparazione: 2 ORE O PIU’

Tempo di cottura: tempo cottura verdure e pesce + raffreddamento

consigli: si conserva in frigo per qualche giorno ma passato il secondo eliminare le patate. Con gli avanzi della preparazione del cappon magro si può preparare un’insalata condita con la salsa verde avanzata.

Torna alla HOME PAGE
Clicca mi piace alla mia pagina facebook cliccando QUI e non perderai nessuna ricetta

4 Risposte a “CAPPON MAGRO”

    1. non è difficile davvero…ma è moooooooooolto lungo e sporchi davvero tante pentole…però ne vale la pena ti assicuro…la mia mamma ne va matta, glielo faccio anche al compleanno!!!

    1. E’ davvero un lavoraccio in effetti ma non è particolarmente difficile…solo molto lungo ma, da brava genovese, quando vedo nelle gastronomie quanto costa capisco il perché ho imparato a farlo da sola 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.