BRUTTI MA BUONI

Brutti ma buoni dei dolcetti piemontesi troppo buoni e facili da preparare per non provarli. Sono fatti solamente con albumi, zucchero e nocciole. Niente farina, avete capito bene e si sbriciolano tutti in bocca. Sono fantastici, hanno la consistenza delle meringhe più o meno e alla fine anche il procedimento è davvero molto simile. Quando ero piccina ogni tanto andavamo a Salice con i miei genitori e lì c’era una pasticceria che li preparava buonissimi. Mia sorella ne mangiava davvero una marea e infatti ancora adesso quando per caso passo in Piemonte cerco sempre di portargliene un sacchettino e le piacciono ancora tantissimo. Questa volta ho pensato di provare a farli in casa io con questa ricetta che, come vi dicevo prima, è davvero semplicissima volete provare a farli insieme a me?  Ah non perdete le dirette in pagina (QUI)
E ora…
Beh, allacciate il grembiule…!
Lulù

BRUTTI MA BUONI
  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 45 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 20 brutti ma buoni
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • 250 g Nocciole
  • 200 g Zucchero
  • 1 cucchiaio Miele
  • 150 g Albumi

Preparazione

  1. Gli albumi per fare i brutti ma buoni devono essere tutti a temperatura ambiente.

    Mettete gli albumi in una ciotola e montateli con le fruste elettriche fino a che diventeranno gonfi, bianchi e sodi. Se non volete sbagliare potete leggere il mio tutorial COME MONTARE GLI ALBUMI.

    Quando gli albumi saranno ben montati unite lo zucchero e continuate a montare con le fruste elettriche ancora per un paio di minuti in modo che lo zucchero si amalgami perfettamente.

  2. Mettete le nocciole tostate nel mixer e frullatele fino ad ottenere una farina.

    Mescolate la farina di nocciole agli albumi montati con lo zucchero e unite anche il miele.

    Mescolate delicatamente il composto con una spatola e dal basso verso l’alto in modo che non si smonti eccessivamente.

    Prendete una teglia con carta forno (va bene anche la leccarda del forno) e fate dei piccoli mucchietti di impasto distanziati l’uno dall’altro.

    Riempite la teglia fino ad esaurire tutto il composto per i brutti ma buoni.

    Cuocete i brutti ma buoni in forno preriscaldato statico a 140° per 50 minuti circa fino a che risulteranno cotti.

    Sfornate i brutti ma buoni e lasciateli raffreddare completamente prima di toglierli dalla teglia.

  3. VARIANTI E CONSIGLI

    Potete usare anche farina di nocciole invece che nocciole intere.

    Se volete potete lasciare qualche nocciola intera e non frullarle completamente.

    Potete non mettere il miele ma aggiungete un cucchiaio di zucchero.

    Se ti è piaciuta questa ricetta forse potrebbero interessarti le MERINGHE oppure la TORTA DI ALBUMI oppure la  PAVLOVA.

Conservazione

I brutti ma buoni si conservano per circa 7 giorni.
Seguimi sulla pagina facebook cliccando QUI e non perderai nessuna ricetta. Torna alla HOME PAGE

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

2 Risposte a “BRUTTI MA BUONI”

  1. Perché quando aggiungo lo zucchero, la meringa si smonta pur continuando a sbattere con le fruste e i mucchietti nella teglia si appiattiscono?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright - Allacciate il Grembiule s.r.l ®

Partita iva 02516730997
Tutti i diritti sono riservati. Tutte le foto ed i contenuti presenti in questo sito sono di proprietà esclusiva di Luisa Orizio. E' vietato l'uso per fini commerciali e vietata la modifica. La violazione del diritto d'autore è un reato ed è perseguibile legalmente per furto di proprietà intellettuale.