Crea sito

Pane senza impasto cotto in pentola

Il pane senza impasto cotto in pentola (no-knead bread) altro non è che il tradizionale pane cafone, titpico campano, ma con una diversa modalità di cottura.
Questa ricetta è stata resa famosa da un panettiere neworkese, Jim Lahey, che l’ha “importata” in America e da lì l’ha resa celebre in tutto il mondo.
Il pane senza impasto è davvero fantastico! Si prepara in un paio di minuti e bastano davvero pochi gesti per portare in tavola un pane degno di questo nome. A prova di principiante!
Non lasciatevi intimorire dai lunghi tempi di ievitazione , il buon sapore del pane vi ripagherà dell’attesa!


***
RICEVI DIRETTAMENTE LE MIE RICETTE SU MESSENGER, E’ FACILE E GRATUITO!
CLICCA QUI

pane senza impasto cotto in pentola
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di riposo14 Ore
  • Tempo di cottura50 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 200 gFarina Manitoba
  • 150 gFarina 0
  • 150 gFarina 00
  • 350 mlAcqua
  • 10 gSale fino
  • 1 cucchiainoZucchero
  • 2 gLievito di birra fresco
  • q.b.Semola di grano duro rimacinata (per lo spolvero)

Strumenti

  • 1 Ciotola
  • Pentola di terracotta da 22 cm di diametro
  • Coperchio
  • Forchetta

Preparazione

  1. Prima di procedere con la preparazione del pane senza impasto cotto in pentola, sciogliete il lievito di birra in pochissima acqua prelevata dal totale.

    Versate le farine in una ciotola capiente; aggiungete l’acqua, compresa quella in cui avete sciolto il lievito, il sale, lo zucchero e mescolate il tutto velocmente con una forchetta. dovrete ottenere un impasto molto grezzo.

    Coprite la ciotola con un coperchio o con la pellicola trasparente e lasciate lievitare fino al raddoppio del volume. Se riuscite a mantenere una temperatura di 24°, l’impasto lieviterà in 12 ore altrimenti potrebbe il tempo di lievitazione potrebbe allungarsi anche fino a 18/20 ore.

    A lievitezione avvenuta, l’impasto si presenterà gonfio e pieno di bolle.

    Ribaltatelo su di un piano di lavoro infarinato e spolveratelo con la semola rimacinata.

    A questo punto procedete con un giro di pieghe: prendete un lembo dell’impasto, allungatelo verso l’esterno e poi ripiegatelo verso l’interno. Procedete allo stesso modo con il lembo opposto e a finire con gli altri due. A questo punto l’impasto avrà una forma tondeggiante.

    Mettete un canovaccio pulito su un vassoio e spolveratelo con la semola rimacinata; ribaltate l’impasto sul canovaccio in modo che le pieghe siano a contatto con la stoffa. Spolverate la superficie del pane con un po’ di semola rimacinata e coprite a campana con una ciotola capiente (usate la stessa in cui ha lievitato l’impasto).

    Lasciate riposare così, a temperatura ambiente, per due ore.

    Trascorso questo tempo, accendete il forno in modalità statica portandolo siu 230°C e metteteci dentro la pentola in cui cuocerete il pane. E’ importante che la pentola abbia i bordi alti per poter contenere lo sviluppo le pane in cottura. Se non ne avete una, usate pure una pentola più bassa ma al posto del coperchio, usate una qualsiasi pentola in acciaio (che non abbia manici in plastica) che metterete capovolta a mo’ di coperchio.

    Trascorse le due ore di riposo, aiutandovi con il canovaccio e attenti a non scottarvi, ribaltate il pane nella pentola in modo da avere le pieghe in alto.

    Coprite la pentola con il coperchio e lasciate cuocere per 30 minuti; poi togliete il coperchio e proseguite la cottura ancora per 20 minuti.

    Appena fuori dal forno, lasciate stemperare per qualche minuto, togliete il pane dalla pentola e lasciatelo raffreddare completamente su di una gratella.

    pane senza impasto

    Il vostro pane senza impasto cotto in pentola è pronto per essere gustato e rimarrà soffice fino al giorno dopo!

Un consiglio…

In inverno è difficile avere in casa una temperatura mite che permetta  una lievitazione regolare per il lievito madre per cui, se amate i lievitati e avete spesso le mani in pasta, vi consiglio di attrezzarvi per la stagione fredda. Come? Realizzando in casa una cella di lievitazione fai da te in modo da ovviare a questo problema. Io l’ho realizzata qualche anno fa e posso assicurarvi che è comodissima! QUI trovate il video-tutorial per realizzarla.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.