Vol au vent con crema all’erba cipollina e uova di pesce

Realizzare un antipasto finger food raffinato, coreografico e squisito con pochi ingredienti è possibile, è facile e anche veloce. Oggi vi propongo i vol au vent ripieni di deliziosa crema all’erba cipollina e uova di pesce, ossia il succedaneo del caviale. Possiamo scegliere fra le uova di lompo, di salmone, di capelin e così via, senza dover necessariamente spendere un patrimonio. Un buon prosecco renderà il nostro antipasto/aperitivo ancor più chic.

  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Porzioni:
    12 piccoli vol au vent
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • Uova di Capelin rosse e nere (succedaneo caviale) 100 g
  • Vol au vent 12
  • Formaggio spalmabile 250 g
  • Erba cipollina q.b.
  • Scorza di limone q.b.

Preparazione

  1. Mettiamo il formaggio spalmabile, scolato dal siero in eccesso, in una ciotolina. Uniamo l’erba cipollina (che avremo già lavato ed asciugato) tritata molto finemente e la scorza grattugiata di un piccolo limone non trattato. Non è necessario aggiungere sale.

    Mescoliamo con una forchetta gli ingredienti della crema, mettiamola in una piccola tasca da pasticciere (ma vanno bene anche due cucchiaini) e farciamo i nostri vol au vent fino a riempirli completamente. Sulla parte superiore della farcitura metteremo un cucchiaino scarso di uova di pesce sia rosse che nere. Decoriamo, infine, ciascun vol au vent con un filo di erba cipollina. Abbiniamo un buon prosecco al nostro raffinato antipasto.

Note

La crema all’erba cipollina può essere realizzata anche il giorno prima e conservata, ben chiusa, in frigo. Consiglio, invece, di farcire i vol au vent poco prima di servirli, al massimo un paio d’ore prima. Conserviamoli, a temperatura ambiente (non troppo calda, mi raccomando), chiusi in un porta torte o altro contenitore, per preservare la freschezza della pasta sfoglia.

Precedente Conservare l'alloro tutto l'anno Successivo Primi piatti per le feste di Natale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.