Crea sito

Torta pasticciotto

La “torta pasticciotto” é una vera delizia, un trionfo di sapori e profumi che conquisteranno i vostri commensali. La ricetta a cui mi sono ispirata é della cuoca Palma D’Onofrio, alla quale ho apportato alcune modifiche, dettate dai miei gusti. Potremo preparare questa golosissima torta per il pranzo della domenica, per una festa e nelle occasioni speciali. La torta pasticciotto è facilissima da realizzare, non richiede particolari abilità ed esprime il meglio di sé dopo “un riposo” di un giorno.
 

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni16
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per la pasta frolla

  • 250 gfarina 00
  • 30 gsugna (equivale all’incirca ad 1 cucchiaio da minestra colmo)
  • 2tuorli
  • 120 gzucchero
  • 1 pizzicosale fino
  • q.b.farina per il tavolo

Per la crema pasticcera

  • 450 mllatte
  • 50 mlpanna fresca liquida
  • 4tuorli
  • 125 gzucchero
  • 45 gmaizena o amido di mais
  • q.b.aroma vaniglia
  • q.b.scorza di limone

Per il ripieno

  • 1 vasettoamarene con sciroppo da 240 g

Preparazione

  1. Prepariamo la crema pasticcera. In un pentolino mettiamo ad intiepidire il latte e la panna a fiamma bassissima. Nel frattempo in un altro tegame setacciamo l’amido di mais, uniamo il pizzico di sale, la buccia grattugiata di mezzo limone, l’aroma di vaniglia e i 4 tuorli. Mescoliamo leggermente con una frusta d’acciaio. Versiamo molto lentamente il latte tiepido sul composto di uova e, contemporaneamente, mescoliamo con la frusta d’acciaio, fino ad ottenere una sorta di composto cremoso, liscio e senza grumi. Mettiamo il tegame sul fuoco, a fiamma bassa, e continuiamo a mescolare fino a quando la crema non si addenserà. Spegniamo e travasiamo la crema pasticcera in un altro contenitore a raffreddare.

    Prepariamo la pasta frolla. In una terrina setacciamo la farina, aggiungiamo il sale, i tuorli, lo zucchero, gli aromi e la sugna. Impastiamo gli ingredienti fino ad ottenere un panetto liscio e sodo che metteremo a riposare in frigo per almeno un’ora, chiuso in un contenitore o avvolto nella pellicola per alimenti. Trascorso il tempo, accendiamo il forno e impostiamolo a 200*.

    Nel frattempo facciamo sgocciolare le amarene.

    Tiriamo fuori dal frigo il panetto e dividiamolo in due parti, di cui una un po’ più grande dell’altra. Infariniamo un tavolo da lavoro e stendiamo col mattarello il panetto più grande. Trasferiamolo in una teglia per crostate foderata di carta forno. Mettiamo sulla base della pasta frolla prima le amarene, distribuiamole uniformemente, poi, versiamo la crema pasticciera e livelliamola col dorso di un cucchiaio.

    Stendiamo il panetto più piccolo e ricopriamo la torta. Rifiniamo i bordi e facciamo una piccola incisione a croce sul dolce, per far fuoriuscire il vapore in eccesso.

    Inforniamo la nostra torta pasticciotto a metà altezza in forno caldo per circa 30 minuti o fino a quando non sarà dorata. Consiglio di far riposare la torta pasticciotto almeno 24 ore, per poterla tagliare senza rischio di romperla e poterla gustare appieno.

    L’idea in più. Se doveste incontrare difficoltà nello stendere la sfoglia, stendetela direttamente su carta forno già infarinata e poi trasferite la carta forno con la sfoglia direttamente nella teglia.

    Di seguito alcune ricette dolci e salate per consumare gli albumi avanzati dalla realizzazione della torta pasticciotto: baci di dama senza glutine, mini muffins al pompelmo rosa e mirtilli, ricetta base per cialde, coupelle e sigari dolci, pepite di patate senza tuorli, arancini napoletani, e altre ancora che troverete all’interno del blog.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.