Garganelli con crema di fave e sgombro

Con le fave possiamo preparare piatti saporiti e anche salutari. Oggi li ho abbinati allo sgombro, un pesce azzurro di notevole importanza dal punto di vista alimentare, dato che è ricco di grassi “omega 3” che fanno tanto bene alla nostra salute. L’abbinamento delle fave con lo sgombro é perfetto, delizioso, da provare. I garganelli con crema di fave e sgombro fanno parte di quei primi piatti che oltre ad essere molto saporiti, sono anche leggeri e molto facili da preparare.

  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    30 minuti
  • Cottura:
    10 minuti
  • Porzioni:
    4 persone

Ingredienti

  • Garganelli all’uovo 350 g
  • Fave fresche 150 g
  • Cipollotto fresco 1
  • Vino bianco secco 2 cucchiai
  • Acqua calda 2 bicchieri
  • Sale fino q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sgombro 1
  • Limoni 2

Preparazione

  1. Il peso delle fave si riferisce al legume già privato di buccia

    1) Portiamo a bollore dell’acqua in cui avremo messo un limone tagliato a metà per profumarla.

    2) Non appena l’acqua bolle, uniamo lo sgombro (privo di testa e coda e già eviscerato), copriamo, spegniamo e lasciamolo cuocere nel calore dell’acqua bollente per 10 minuti. Trascorso il tempo, lo sgombro risulterà perfettamente cotto e ancora integro; sarà, infatti, più facile eliminare la pelle e le lische. Buttiamo via l’acqua e sfilettiamolo, senza spezzettarlo troppo.

    3) In una capiente padella antiaderente facciamo appassire un cipollotto, tritato finemente, in un’abbondante cucchiaio di olio extravergine. Uniamo, poi, le fave, un po’ di buccia grattugiata di limone e facciamo rosolare per qualche istante a fiamma vivace, mescolando spesso. Bagniamo le fave col vino e lasciamolo sfumare, infine saliamo, pepiamo, uniamo l’acqua calda e copriamo. Lasciamo cuocere le fave a fiamma bassa, fino a quando non diventeranno tenere.

    4) Quando le fave sono quasi pronte, mettiamo a bollire anche l’acqua per i garganelli.

    5) Scoliamo le fave e frulliamole, aggiungendo, poca per volta, il liquido di cottura, fino ad ottenere una crema molto liscia e fluida, non densa.

    6) Nella padella dove abbiamo preparato le fave mettiamo, nel frattempo, a rosolare i filetti di sgombro per qualche minuto (senza aggiungere altro olio o sale), alziamo la fiamma, bagniamo con un po’ di vino bianco e lasciamolo sfumare.

    7) Scoliamo la pasta al dente e versiamola nella padella. Uniamo anche la crema di fave e mantechiamo la pasta per qualche istante, per distribuire in modo uniforme tutti gli ingredienti. Serviamo subito.

    L’idea in più. Possiamo utilizzare anche le fave surgelate e lo sgombro già pronto sottolio o al naturale.

Precedente Insalata mista con asparagi e tonno Successivo Fagottini di spaghetti al pesto di basilico

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.