Crea sito

Bocconotti abruzzesi ricetta originale di famiglia

Finalmente, dopo tanto, sono riuscita ad avere la ricetta originale di famiglia per realizzare i tanto amati bocconotti abruzzesi, più precisamente teramani. Vi avevo già proposto circa 2 anni fa una versione assolutamente personale dei bocconotti, non avendone una di famiglia da seguire. Se c’è una cosa che mi piace fare è preparare i dolci tipici seguendo le ricette del posto, quelle di una volta, per la maggior parte basate sul famoso “q.b.” e che ormai sono andate perse nel tempo. Tuttavia non è assolutamente facile trovarle o comunque riuscire a farsi confessare una ricetta di famiglia se si è particolarmente gelosi dei propri ricordi… Per fortuna però la mia amica e parente Mary mi ha fatto un regalo bellissimo e mi ha ceduto la sua ricetta di famiglia che porterò per sempre nel cuore, stretta stretta, per paura di perderla. Vi avevo già parlato della storia del bocconotto qui: Bocconotti abruzzesi a modo mio
Perchè si chiamano bocconotti? Perchè sono di piccole dimensioni proprio per poterli gustare in un solo boccone… e al primo boccone scatta l’amore a primo morso e non lo lascerete mai più…!!!
Basta chiacchiere, armatevi di un po’ di pazienza e prepariamo questi super golosissimi bocconotti abruzzesi con la ricetta originale.

bocconotti abruzzesi
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzionicirca 30 bocconotti
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per la frolla all’olio

  • 6Uova (5 tuorli + 1 intero)
  • 150 gZucchero
  • 150Olio di semi (oppure olio d’oliva delicato)
  • 300 gFarina 00 (potrebbe essere necessaria altra farina per lavorare il composto)
  • 1Limoni (scorza grattugiata)

Per il ripieno

  • Confettura di uva (circa 400 gr)
  • 80 gCioccolato fondente
  • 80 gMandorle (pelate, tostate e tritate)
  • q.b.Cannella in polvere
  • 1Limoni (scorza grattugiata)

Strumenti

  • Stampini

Preparazione

In tanti mi avete scritto per sapere quali stampini ho utilizzato e soprattutto dove poterli acquistare. Io li ho presi qualche tempo fa proprio su Amazon, sono comodissimi e potete usarli anche per fare delle mini crostatine. Vanno unti (o imburrati) e infarinati così potrete sfornare i vostri bocconotti senza problemi. Vi lascio qui il link se volete acquistarli: Stampi in alluminio per bocconotti e dolcetti vari
Vi lascio anche il link della famosa Confettura di uva Montepulciano, un prodotto di cui noi abruzzesi siamo molto orgogliosi! Per realizzare i veri bocconotti noi abruzzesi usiamo solo questa confettura, se non riuscite a trovarla potete acquistarla su Amazon oppure sostituirla con confettura di uva nera. Ecco il link se vi interessa provarla: Scrucchijate d’uva Montepulciano d’Abruzzo
  1. Per la preparazione dei bocconotti abruzzesi il segreto è soprattutto nel ripieno, e in particolar modo nell’utilizzo della c.d. “scrucchiata”, ovvero la confettura di uva Montepulciano, tipica d’Abruzzo. Per chi non ha la possibilità di reperire questo tipo di confettura può usare una classica confettura di uva nera.

  2. Preparate il ripieno dei vostri bocconotti abruzzesi. Prendete una ciotola capiente, all’interno mettete la confettura di uva nera, aggiungete le mandorle (dopo averle tostate e tritate in un minipimer), il cioccolato fondente tritato a pezzetti, la scorza grattugiata di un limone, la cannella in polvere e mescolate per bene.

  3. Otterrete una farcia bella corposa, necessaria per evitare che fuoriesca durante la cottura. Coprite la ciotola con una pellicola per alimenti e mette in frigo. (Se una volta preparati tutti i bocconotti dovesse essere avanzato il ripieno che avete preparato nessuna paura, copritelo con una pellicola e conservatelo in frigo per qualche giorno, potrete usarlo per preparare una golosissima crostata).

  4. Ora passate alla pasta frolla. Prendete una ciotola capiente e versate la farina setacciata all’interno. Formate la classica fontana. Aggiungete zucchero e l’olio.

  5. Se avete un olio d’oliva leggero e delicato potete usarlo senza problemi, altrimenti sostituitelo con olio di semi per evitare che il gusto finale sia troppo forte e non gradevole.

  6. Unite poi le uova (medie), 5 tuorli + 1 uovo intero, e la scorza grattugiata di un limone. Mescolate subito tutti gli ingredienti tra loro prima con una forchetta. Quando gli ingredienti secchi avranno assorbito quelli liquidi versate tutto il composto su una spianatoia.

  7. A questo punto se vi accorgete che l’impasto è ancora troppo appiccicoso dovete aggiungere altra farina. La quantità è ad occhio, dipende da come gli ingredienti liquidi vengono assorbiti da quelli secchi.

  8. La cosa fondamentale è ottenere un impasto morbido e assolutamente non duro. Quindi continuate ad aggiungere farina solo fino a raggiungere la consistenza di una frolla morbida e omogenea.

  9. Siamo a buon punto! Ora dobbiamo formare i nostri bocconotti. Prendete gli stampini di alluminio (quelli che si usano per preparare le crostatine), ungeteli e infarinateli.

  10. Stendete la frolla, non spessa ma nemmeno troppo sottile, e rivestite ogni formina che avete a disposizione lasciando da parte metà dell’impasto per rivestire le formine una volta farcite.

  11. Al centro del bocconotto mettete un cucchiaino di confettura di uva, né troppa né poca, la giusta quantità ad occhio 😉 Proseguite fino a farcirli tutti. A questo punto dovete stendere la metà frolla che avevate messo da parte.

  12. Ricavate tanti dischetti di dimensioni simili alla grandezza degli stampini usati. Ricoprite sovrapponendo il dischetto sullo stampino, eliminando l’impasto in eccesso se fosse troppo grande.

  13. Fate cuocere i vostri bocconotti in forno preriscaldato a 170° per circa 15-20 minuti, non di più. Appena cominciano leggermente a colorire sfornate subito e fate completamente raffreddare.

  14. Una volta freddi servite con una generosa spolverata di zucchero a velo. Et voilà, i vostri bocconotti abruzzesi originali sono pronti per essere gustati. Sarà amore vero al primo morso… parola di Gabry!

  15. Ringrazio la dolcissima Mary che mi ha donato la ricetta della sua famiglia – tutti i diritti RISERVATI.

    Foto Gabry © copyright – tutti i diritti riservati

    Link sponsorizzati inseriti nella pagina

  16. Vi consiglio di provare anche queste ricette tipiche abruzzesi troppo golose!

    Cacio fritto abruzzese, ricetta originale

    Soffioni dolci abruzzesi

    Scrippelle abruzzesi

    Scrippelletti abruzzesi senza uova

Pubblicato da Gabry

Il mio nome è Gabry (o meglio Gabriella!), ho 36 anni e sono abruzzese doc!! Sono una ragazza semplice, con un grande cuore ♥ Non sono una cuoca di professione, piuttosto mi definisco una “pasticciona” ai fornelli! Però, tra esperimenti, successi e fallimenti, quando indosso il mio grembiule mi sento felice...