Crea sito

Scrippelle abruzzesi ricetta tradizionale di famiglia

Oggi sono contenta di presentarvi una ricetta di famiglia a cui sono particolarmente legata, viste le mie origini: le scrippelle abruzzesi, utilizzate sia per preparare le famose “scrippelle mbusse” che il timballo di scrippelle, due piatti tipici del teramano, preparati soprattutto nei periodi festivi e non solo. Le “scrippelle” sono crepes sottilissime fatte con acqua farina e uova e cotte su una padella caldissima. Vediamo insieme il procedimento:

scrippelle abruzzesi
  • Preparazione: Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni:
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 6 Uova (intere)
  • 6 cucchiai Farina 0
  • q.b. Acqua

Preparazione

  1. Per preparare la pastella montate le uova intere per qualche minuto con lo sbattitore fino a farle diventare spumose. Poi aggiungete 1 cucchiaio alla volta di farina per ogni uovo usato (in questo caso 6 uova = 6 cucchiai di farina). Il cucchiaio deve essere abbastanza colmo e non raso. Lavorate con le fruste fino ad ottenere un composto liscio. Ora viene la parte più importante: dovete aggiungere l’acqua a filo, un po’ alla volta fino ad ottenere una pastella quasi liquida e vellutata.

  2. Essendo una ricetta tramandata dalla mia nonna alla mia mamma non posso dirvi con precisione il quantitativo di acqua necessaria anche perchè può variare dal peso delle uova e dal tipo di farina usata (una volta al posto delle bilance si usavano gli occhi per pesare gli ingredienti!!) Per non sbagliare aggiungete l’acqua un po’ alla volta e mescolate continuamente il composto con un mestolo, quando vedete che è diventato quasi liquido e fluido è pronto!

  3. Prendete una padella antiaderente, ungetela con un tovagliolo di carta leggermente imbevuto in olio d’oliva e strofinato sul fondo della casseruola. Prima di versare la pastella dovete scaldare per bene la padella altrimenti la scrippella non si cuoce. Versate un mestolo di pastella al centro della padella e stendete l’impasto velocemente inclinando e roteando la padella per creare uno strato uniforme e sottile.

  4. Siate rapidi in questo passaggio perchè il composto tende a cuocersi velocemente. Se la pastella non si stende bene sulla padella vuol dire che il composto non è abbastanza fluido e dovete aggiungere altra acqua. La cottura è veloce, circa 1 minuto, quando i bordi cominciano a colorirsi e staccarsi dalla padella girate la scrippella con una paletta per cuocerla sull’altro lato.

  5. Quando è pronta sistemate la scrippella su un canovaccio per farla raffreddare. Ripetete l’operazione fino ad esaurimento della pastella.
    Una volta che le scrippelle sono pronte potete utilizzarle per preparare il famoso: Timballo abruzzese oppure Le scrippelle ‘mbusse teramane  oppure usarle per preparare Cannelloni ripieni con carne, funghi e spinaci. Potete anche congelare le vostre scrippelle abruzzesi e all’occorrenza utilizzarle come più vi piace.

  6. N.b.:
    Il numero di scrippelle che otterrete dipende ovviamente dallo spessore della scrippella stessa, più sono spesse e minore sarà il numero, e viceversa.
    Per quanto riguarda il numero di uova da usare solitamente si utilizza 1 uovo a persona e un cucchiaio di farina abbastanza colmo per ogni uovo.

    Ricetta e Foto Gabry © copyright – tutti i diritti riservati

Note

4,3 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Gabry

Il mio nome è Gabry (o meglio Gabriella!), ho 36 anni e sono abruzzese doc!! Sono una ragazza semplice, con un grande cuore ♥ Non sono una cuoca di professione, piuttosto mi definisco una “pasticciona” ai fornelli! Però, tra esperimenti, successi e fallimenti, quando indosso il mio grembiule mi sento felice...

2 Risposte a “Scrippelle abruzzesi ricetta tradizionale di famiglia”

    1. grazie tesoro, sono molto legata a questa ricetta 🙂 ti faccio tanti auguri per un anno nuovo ricco di cose belle, a te e alla tua famiglia 🙂 un abbraccio :*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.