Crea sito

Rotolo di tacchino con frittata cotto in pentola morbido e gustoso

rotolo di tacchino con frittata

Oggi prepariamo un gustosissimo secondo piatto ottimo per pranzi domenicali e occasioni speciali. Un bel rotolo di tacchino con frittata cotto in pentola, morbido e gustosissimo, perfetto per fare bella figura in tavola! Vediamo insieme il procedimento.


Altre ricette che potrebbero interessarti:
Scaloppine di pollo al limone con funghi champignon
Baccalà in padella con olive e patate
Sovracosce di pollo con peperoni e olive in padella
Orata al forno con arancia e limone
Bocconcini di pollo sabbiosi con verdure gratinate
Baccalà in bianco con olive e cipolla in padella
rotolo di tacchino con frittata
  • DifficoltàMedio
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni8-10 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 kgPetto di tacchino (tagliato a libro)
  • q.b.Aglio
  • q.b.Rosmarino
  • q.b.Salvia
  • q.b.Olio di oliva
  • q.b.Vino bianco

Per la frittata

  • 3Uova
  • q.b.Parmigiano reggiano
  • q.b.Pepe
  • q.b.Sale
  • q.b.Prezzemolo
  • q.b.Porri

Preparazione

  1. Prepariamo la frittata. In una ciotola sbattete le uova intere, aggiungete parmigiano reggiano, un pizzico di sale, pepe e un po’ di prezzemolo fresco tritato.

  2. Prendete una padella antiaderente, fate dorare un po’ di porro tagliato finemente in due cucchiai di olio.

  3. Versate all’interno il composto di uova sbattute e fate cuocere la frittata da un lato fino a farla diventare dorata.

  4. Poi giratela per farla cuocere anche sull’altro lato. Una volta pronta spegnete il gas e lasciate raffreddare.

  5. Dal macellaio acquistate il petto di tacchino e fatelo tagliare a libro per poterlo farcire.

  6. Stendete il petto di tacchino su un piano e apritelo tutto, salate e sistemate sopra la frittata.

  7. Aggiungete qualche ago di rosmarino, due foglie di salvia, un pizzico di pepe e arrotolate la carne su se stessa fino ad ottenere un rotolo.

  8. Questa operazione è importantissima, dovete arrotolare la carne ben stretta per evitare che durante la cottura si possa aprire.

  9. Prendete un rotolo di spago, legate bene sia le estremità che il centro del rotolo di tacchino.

  10. Prendete una casseruola con fondo spesso, aggiungete 5-6 cucchiai di olio e fate dorare uno spicchio di aglio.

  11. Mettete il rotolo di tacchino all’interno della padella e fatelo rosolare su tutti i lati.

  12. Sfumate poi con un po’ di vino bianco e fate completamente evaporare. Chiudete con un coperchio e fate cuocere per circa 5 minuti.

  13. Poi sistemate il coperchio in maniera tale da non aderire ermeticamente alla pentola e far uscire il vapore per far rosolare bene la carne.

  14. Proseguite la cottura per circa un’ora sfumando di tanto in tanto con un goccio di vino allungato con acqua.

  15. Mi raccomando, il rotolo di tacchino deve rosolare e la carne diventare bella dorata.

  16. Il tempo di cottura è indicativo, una volta infilzata la forchetta all’interno se la carne risulta morbida vuol dire che è cotta.

  17. Se preferite potete cuocere il rotolo di tacchino in forno, dopo averlo fatto rosolare in pentola.

  18. Una volta cotto prendete il rotolo di tacchino e sistematelo in un piatto, sopra appoggiate un peso qualsiasi per schiacciarlo.

  19. Questo passaggio permetterà alla farcitura di restare compatta al momento del taglio e non rompersi (è un segreto svelato dalla mia mamma!).

  20. Lasciate riposare il rotolo con questo peso sopra per circa un’ora prima di servirlo.

  21. Conservate il sughetto rilasciato in cottura per servirlo in tavola, è troppo gustoso per fare la scarpetta!

  22. Potete accompagnare il vostro rotolo di tacchino con una bella teglia di patate al forno o un bel contorno di verdure.

  23. Buon appetito e alla prossima ricetta!

    Ricetta e Foto Gabry © copyright – tutti i diritti riservati

Note

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Gabry

Il mio nome è Gabry (o meglio Gabriella!) e sono abruzzese doc!! Sono una ragazza semplice, con un grande cuore ♥ Non sono una cuoca di professione, piuttosto mi definisco una “pasticciona” ai fornelli! Però, tra esperimenti, successi e fallimenti, quando indosso il mio grembiule mi sento felice...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.