Carciofi indorati e fritti – ricetta napoletana

I carciofi indorati e fritti sono un piatto tipico partenopeo; semplici da preparare e, anche se fritti, la domenica non possono mancare sulla tavola dei napoletani, insieme ai “panzarotti“. I carciofi indorati e fritti sono molto saporiti; quindi se volete “sgarrare” per una volta e friggere, abbandonando ogni idea riguardo a diete e ricette light, Vi consiglio di provarli al più presto  😀

Carciofi indorati e fritti

carciofi indorati e fritti

Carciofi indorati e fritti

Ingredienti per 2-3 persone:

  • 4 carciofi
  • Succo di mezzo limone per ammollo
  • 1 piatto di farina
  • 2 uova
  • Sale fino q.b.
  • Olio per friggere

Procedimento:

Per prima cosa, bisogna pulire i carciofi; quindi tagliare il gambo, lasciandone circa 1 centimetro, eliminare le foglie esterne per 2-3 strati e tagliare la parte superiore (2-3 centimetri). Metterli in ammollo in acqua e succo di limone (per evitare che anneriscano) per circa 30 minuti. Per il procedimento passo passo con foto, puoi sbirciare qui

Passati i 30 minuti, sciacquare accuratamente sotto l’acqua corrente, tagliarli a metà e, on l’aiuto di un cucchiaino, eliminare la peluria; metterli in un colapasta per qualche minuto.

Asciugare delicatamente i carciofi e tagliarli a fettine di circa mezzo centimetro, o se preferite, a spicchi.

Mettere la farina in un piatto fondo; in un altro piatto, sbattere 2 uova con un pizzico di sale.

carciofi indorati e fritti

Riscaldare l’olio per iniziare la frittura…

Passare i carciofi prima nella farina, poi nelle uova sbattute e friggerli nell’olio caldo fino alla completa doratura su entrambi i lati (girare a metà cottura per cuocere sull’altro lato).

Riporre i carciofi indorati e fritti su carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso, salare e servire caldi…

Noi li troviamo buonissimi anche tiepidi e freddi 🙂

Grazie per essere passati; se vi va, potete seguirci anche su facebook, cliccando qui, e su pinterest, cliccando qui

Precedente Mazzancolle in padella - ricetta veloce Successivo Patate funghi e pancetta al forno

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.