Crea sito

Trecce di pan brioche senza uova e burro

Trecce di pan brioche senza uova e burro…
Oggi prepareremo insieme delle trecce di pan brioches deliziose, sofficissime, delicate e filanti con un impasto speciale che non contiene uova e burro, si tratta di un impasto versatile e leggero, non troppo dolce, ma che permette risultati fantastici: curiosi? Seguitemi in cucina e vedrete che semplice bontà, i vostri figli le ameranno da subito, anche perché la glassatura finale è una genialata tutta catanese che vi farà impazzire!!!

  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione3 Ore
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni7 trecce grandi
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 600 gFarina 0
  • 350 gLatte
  • 60 gOlio extravergine d’oliva
  • 50 gFormaggio fresco spalmabile
  • 6 gSale
  • 120 gZucchero
  • Mezza bustinaLievito di birra secco (o 12 g fresco)

Per la finitura

  • q.b.Latte
  • q.b.Zucchero semolato

Preparazione

  1. Versate la farina in una ciotola, aggiungete il latte tiepido e il lievito, mescolate per farlo sciogliere e poi aggiungete il resto degli ingredienti.

    Lavorate in ciotola, poi senza aggiungere farina spostatevi sulla spianatoia e cominciate a lavorare un impasto che sin da subito si presenterà appiccicoso.

    (Se non siete bravi con gli impasti manuali, potrete utilizzare la macchina del pane o la planetaria).

  2. Non demordete, pian piano prenderà consistenza ed elasticità, fate una palla e riponetelo in ciotola, in forno con luce accesa a lievitare fino al raddoppio, ci vorranno circa 90 minuti.

    A raddoppio avvenuto, spostate l’impasto sulla spianatoia, cercate di non sgonfiarlo troppo e dividetelo in 7-8 cordoncini più a meno uguali.

  3. Tirate i cordoncini con delicatezza e stirateli, dovrete ottenere una lunghezza di circa 50cm, ma cercate di non maltrattare troppo la pasta, altrimenti il glutine opporrà resistenza e non potrete lavorarli. Da ogni cordoncino, ricavatene tre, saranno i capi delle vostre trecce.

    Formate le trecce in modo classico, disponetele su una teglia ricoperta di carta forno e lasciate lievitare ancora 30-40 minuti in forno con luce accesa.

    Vi ricordate che vi avevo detto di non sgonfiare la pasta? Questo altre a renderla più lavorabile, permetterà di ridurre i tempi della seconda lievitazione, quindi fate attenzione.

  4. Una volta lievitate spennellatele con il latte e cuocetele in forno statico a 180°C per 15-20 minuti.

    Sfornate, mentre sono ancora bollenti, spennellate con il latte e cospargete di zucchero, rimettete in forno qualche secondo e sfornate definitivamente, l’umidità evaporerà e lo zucchero resterà attaccato.

  5. Lasciate intiepidire e servite, calde sono deliziose!

  6. Grazie del tempo che mi avete dedicato, spero che la ricetta vi sia piaciuta e vi invito a visitare la mia pagina facebook , dove troverete molte idee stuzzicanti e se lascerete il vostro like resterete aggiornati su tante nuove e golose preparazioni!

    Seguitemi anche:

    su pinterest ,

    su instagram

    e su twitter,  e troverete anche li le mie ricette!

    Da qui, potrai tornare alla HOME e scoprire le nuove ricette!

    Se questa ricetta ti è piaciuta, guarda pure:

    Brioches salate morbidissime con impasto allo yogurt;

    Brioche intrecciata cuor di mela;

    Brioche morbidissima e Filante con cioccolato;

    Brioscia cco tuppu – brioche catanese;

    Ciambelline dolci fritte con impasto alle patate;

    Impasto base allo yogurt e olio d’oliva.

Attenzione!

Una lievitazione insufficiente renderà le trecce dure e gommose, quindi meglio attendere che siano pronto prima di infornare.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ilcaldosaporedelsud

Salve, mi chiamo Fernanda, sono siciliana di Catania e sono nata nel 1980. Ho uno splendida brigata composta da mio marito e tre meravigliosi figli. Quando mi annoio o sono triste non perdo tempo, faccio le svolte alle maniche e poi di corsa in cucina a preparare qualcosa di buono e sfizioso. Nel mio blog troverete un ampia varietà di ricette, dalle più semplici alle più elaborate, dalle più golose a quelle più giornaliere per approntare un pasto in maniera semplice, pratica e gustosa, ma troverete anche ricette light per quando occorre rimettersi in forma... Insomma, un diario di cucina adatto ad ogni esigenza, che aspettate allora? Andiamo in cucina e prepariamo insieme qualcosa di buono!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.