Crea sito

Pane di tumminia morbido con lievito madre

Pane di tumminia morbido con lievito madre…
Il grano di timilia o tumminia è un grano antico siciliano molto povero, una volta coltivato dalle famiglie contadine dopo la raccolto del grano buono, che dava farina bianca ed era destinato ai nobili e alla borghesia, infatti poteva essere seminato a Giugno e trebbiato a Settembre…
ll grano di timilia ha un basso indice glutinico, è quindi più digeribile della farina bianca ed ricco di vitamine e oligo-elementi, ma la sua forte deperibilità (va consumato entro tre mesi dalla raccolta), lo rende di difficile gestione per i grossi produttori, in Sicilia tuttavia, dove il clima è favorevole alla sua crescita, che per altro non richiede molta acqua, alcuni produttori della parte orientale ne hanno ripreso la coltivazione e oggi se ne realizzano pasta, pane e prodotti da forno vari.
La ricetta di oggi, fatta con sola farina tumminia, acqua, sale e lievito madre, garzie alla sua alta idratazione, ci regala un pane soffice ed eccezionale, dal profumo antico, quasi come fosse stato sfornato dai nostri avi, pronti?
Andiamo in cucina e mettiamo subito le mani in pasta!

Pane di timilia fatto in casa con lievito madre… Il grano di timilia o tumminia è un grano antico siciliano molto povero, coltivato dalle famiglie contadine dopo la raccolto del grano buono che dava farina bianca, infatti poteva essere seminato a Giugno e trebbiato a Settembre.. Il grano di timilia ha un basso indice glutinico, è quindi più digeribile della farina bianca ed ricco di vitamine e oligo-elementi, ma la sua forte deperibilità (va consumato entro tre mesi dalla raccolta), lo rende di difficile gestione per i grossi produttori, in Sicilia tuttavia, dove il clima è favorevole alla sua crescita, che per altro non richiede molta acqua, alcuni produttori della parte orientale ne hanno ripreso la coltivazione.
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Tempo di cottura50 Minuti
  • Porzioni5
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1000 gfarina integrale (di tumminia o timilia)
  • 800 gacqua (tiepida)
  • 28 gsale
  • 200 glievito madre

Pane di tumminia morbido con lievito madre: preparazione…

  1. Pane di tumminia morbido con lievito madre

    Rinfrescate 100g di lievito madre , con 60g di farina e 40acqua, raccoglietelo in un contenitore trasparente e riponete al caldo a lievitare.

  2. Pane di tumminia morbido con lievito madre

    Subito dopo aver rinfrescato il lievito, versate la farina in una ciotola e aggiungete 500g d’acqua.

    Mescolate grossolanamente e mettete da parte fino a quando il lievito madre non sarà raddoppiato di volume. Ci vorranno circa 3 ore.

    Trascorso il tempo riprendete la farina bagnata, aggiungete il lievito madre, il sale lontano dal lievito e un po’ d’acqua.

    Lavorate l’impasto in ciotola e una volta assorbita, unitene ancora un po’.

    Fate in questo modo per tutta l’acqua rimasta.

  3. Rivoltate tutto sulla spianatoia ed impastate vigorosamente per qualche minuto, evitando di aggiungere farina.

    A massa formata, realizzatene una palla e riponete al caldo a lievitare per 90 minuti, dentro un contenitore.

    Trascorso il tempo, l’impasto sarà diventato elastico e omogeneo, ribaltatelo ancora sulla spianatoia e dividetelo in due parti uguali, formate due pagnottelle.

  4. Infarinate molto bene le ceste da lievitazione (se non l’avete prendete un cesto comune e poggiatevi un canovaccio di cotone molto infarinato ) mettetevi dentro la pagnotta, con chiusura posta in alto..

    Riponete al caldo a lievitare fino al raddoppio, ci vorranno circa 4-5 ore, ma se non avete tempo di seguire la lievitazione riponete in frigo e riprendete quando potrete, anche al mattino seguente se avete iniziato ad impastare di sera.

  5. A raddoppio avvenuto dovrete cuocere il pane e potrete fare cosi:

    1) Scaldate il forno e portatelo a 230°, ribaltate il pane su un pezzetto di carta forno, fate delle incisioni con un taglierino e spostatelo su una teglia.

    Se avete una pirofila o una refrattaria, utilizzatele inserendole nel forno appena acceso e portandole a temperatura, una volta calde basterà ribaltare il pane sulla teglia o la profila e fare delle incisioni velocei

    Cuocete in modalità statica i primi 20 minuti a 230°C, abbassate a 200°C per i successivi 20 e terminate gli ultimi 20 minuti con la temperatura 180°C. Spegnete e lasciate il forno aperto a spiffero, sfornate trascorsa mezz’ora. Il pane è cotto quando battendo sotto farà un suono come se vuoto.

    2) Se come me volete cuocere il pane in pentola, accendete il forno a 250°C, inserite la pentola dentro insieme al suo coperchio.

    Raggiunta la temperatura ribaltate il pane dentro la pentola calda e fate delle incisioni (prendete la pentola con le presine e spostatela su un supporto adatto).

    Coprite e inserite in forno.

    Cuocete per i primi 20 minuti alla massima temperatura, poi abbassate a 230°C e continuate senza coperchio per 20 minuti.

    Terminate la cottura a 180°C per 20 minuti, spegnete il forno, aprite leggermente e lasciate raffreddare per 15 minuti prima di sfornare.

  6. Conservate il pane avvolto in un panno di cotone, a temperature fresche si manterrà bene per due o tre giorni.

    Se questa ricetta ti è piaciuta guarda pure:

    Mafalde siciliane pane di semola rimacinata;

    Cucciddatu pane di semola rimacinata di grano duro;

    Panini al latte sofficissimi ;

    Pane di semola a pasta dura con lievito madre;

    Pane di semola alla noci ad alta idratazione con lievito madre;

    Pane di semola ai pomodori secchi;

    Pane di semola alle olive nere;

    Pane di semola con lievito madre cottura frigo forno.

    Se non avete lievito madre preparate una biga con 60g di farina, 40g acqua e 1g di lievito di birra secco o 3g di lievito fresco.

Da qui, potrai tornare alla HOME e scoprire le nuove ricette!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ilcaldosaporedelsud

Salve, mi chiamo Fernanda, sono siciliana di Catania e sono nata nel 1980. Ho uno splendida brigata composta da mio marito e tre meravigliosi figli. Quando mi annoio o sono triste non perdo tempo, faccio le svolte alle maniche e poi di corsa in cucina a preparare qualcosa di buono e sfizioso. Nel mio blog troverete un ampia varietà di ricette, dalle più semplici alle più elaborate, dalle più golose a quelle più giornaliere per approntare un pasto in maniera semplice, pratica e gustosa, ma troverete anche ricette light per quando occorre rimettersi in forma... Insomma, un diario di cucina adatto ad ogni esigenza, che aspettate allora? Andiamo in cucina e prepariamo insieme qualcosa di buono!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.